Cronache Picene https://www.cronachepicene.it La tua provincia in rete Thu, 24 May 2018 20:45:52 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=4.9.6 Ascoli-Entella, 0-0 il primo round La salvezza si deciderà al "Del Duca" https://www.cronachepicene.it/2018/05/24/ascoli-entella-il-primo-round-finisce-0-0-la-salvezza-si-decidera-al-del-duca/41561/ https://www.cronachepicene.it/2018/05/24/ascoli-entella-il-primo-round-finisce-0-0-la-salvezza-si-decidera-al-del-duca/41561/#respond Thu, 24 May 2018 20:39:58 +0000 https://www.cronachepicene.it/?p=41561

I tifosi del Picchio nella curva del Comunale

La salvezza si deciderà nella gara di ritorno giovedì prossimo 31 maggio al "Del Duca". A Chiavari, nel primo round dei playout, finisce in parità (0- 0) tra Ascoli e Entella. La squadra di Cosmi ha ora a disposizione due risultati su tre. Sarà un'altra settimana di passione per i tifosi bianconeri in vista degli ultimi 90 minuti della stagione. Al Comunale poche emozioni, ma nel finale la gara si è accesa. L'Entella ha colpito un palo con Aliji e poi, nei minuti di recupero, l'arbitro ha allontanato dalle rispettive panchine gli allenatori Volpe e Cosmi. Quest'ultimo è uscito dal campo con una piccola ferita alla testa. Il Picchio ha giocato un'attenta partita difensiva soffrendo solo nei minuti finali.

ENTELLA (4-4-2): Paroni; Eros De Santis, Ceccarelli (10'st Cremonesi), Pellizzer, Aliji; Eramo (19'st Icardi), Crimi, Troiano, Gatto (30'st De Luca); Aramu, La Mantia. A disposizione: Iacobucci, Massolo, Benedetti, Llullaku, Di Paola, Petrovic, Acampora, Currarino, Brivio. Allenatore: Volpe.

ASCOLI (3-5-2): Agazzi; Padella, Mengoni, Gigliotti; Mogos, Bianchi (48'st Baldini), Kanoutè, D'Urso, Pinto; Clemenza (30'st Varela), Monachello (37'st Rosseti). A disposizione: Lanni, Ivan De Santis, Florio, Perri, Mignanelli, Parlati, Castellano, De Feo, Ganz. Allenatore: Cosmi.

Arbitro: Di Paolo di Avezzano (assistenti Borzomì e Raspollini, addizionali Minelli e Serra, 4° uomo Formato)

Note: spettatori 4.367. Al 47'st allontanati dalle panchine gli allenatori Cosmi e Volpe. Ammoniti: Bianchi (A), Gigliotti (A), Kanoutè (A), Eramo (E) tutti per gioco falloso. Angoli 5-4 per l'Ascoli. Recupero 1'+6'.

]]>
https://www.cronachepicene.it/2018/05/24/ascoli-entella-il-primo-round-finisce-0-0-la-salvezza-si-decidera-al-del-duca/41561/feed/ 0
Kanoutè soddisfatto: « Importante non aver preso gol» https://www.cronachepicene.it/2018/05/24/kanoute-soddisfatto-importante-non-aver-preso-gol/41610/ https://www.cronachepicene.it/2018/05/24/kanoute-soddisfatto-importante-non-aver-preso-gol/41610/#respond Thu, 24 May 2018 20:34:42 +0000 https://www.cronachepicene.it/?p=41610

«E' stato troppo importante non aver preso gol. I tifosi ci sono stati molto vicini, se anche al ritorno non prendiamo gol siamo salvi. Sì, ho cambiato le scarpe all'intervallo perché scivolavo». E' stato questo il commento a caldo di Kanoutè intervistato da Sky come migliore in campo. Per il centrocampista una grande prova di sostanza a centrocampo con la buona occasione avuta nel primo tempo per segnare.

]]>
https://www.cronachepicene.it/2018/05/24/kanoute-soddisfatto-importante-non-aver-preso-gol/41610/feed/ 0 Renato Pierantozzi
Amandola e Comunanza insieme? Marinangeli raccoglie l’appello: «Cesaroni, incontriamoci subito» https://www.cronachepicene.it/2018/05/24/amandola-e-comunanza-insieme-marinangeli-raccoglie-lappello-cesaroni-incontriamoci-subito/41594/ https://www.cronachepicene.it/2018/05/24/amandola-e-comunanza-insieme-marinangeli-raccoglie-lappello-cesaroni-incontriamoci-subito/41594/#respond Thu, 24 May 2018 20:08:44 +0000 https://www.cronachepicene.it/?p=41594

di Adolfo Marinangeli (sindaco di Amandola)

Caro Alvaro,

la lettera aperta che mi hai inviato mi trova assolutamente disponibile ad incontrarci e subito, per affrontare insieme con coraggio e responsabilità, come giustamente sottolinei con forza, le pressanti problematiche che riguardano il nostro territorio nell’attuale congiuntura di rapide e profonde trasformazioni e mutazioni in tutti gli ambiti: sociale, economico, del lavoro e delle politiche industriali, delle infrastrutture, della comunicazione, dell’istruzione, demografico e culturale.

Che i servizi nel nostro entroterra montano siano da molto tempo continuamente sotto attacco, lo viviamo ogni giorno.

La ventilata ipotesi di Poste Italiane di dislocare il servizio portalettere da Amandola ad altra sede nella valle del Tenna, non è che l’ultimo in ordine di tempo.

Condivido, quindi, pienamente, caro Alvaro, che mettere insieme le nostre energie sia la strada da praticare con urgenza e decisione.

Come, del resto, è stato fatto recentemente. Mi riferisco alla decisione di far finanziare insieme il miglioramento delle due importanti strade vallive val d’Aso e val di Tenna ed alla scelta, questa sì di grande svolta, in prospettiva, per l’intero territorio montano, di realizzare il nuovo Ospedale dei Sibillini, il cui iter è in fase molto avanzata, giunto ormai all’acquisizione dell’area. Mi riferisco, inoltre, alla trasformazione del distaccamento dei Sibillini dei Vigili del Fuoco da provvisorio e stagionale a permanente e alla decisione di poco tempo fa di consentire l’accesso alla RSA di Amandola, riaperta a gennaio scorso nell’ex edificio della scuola elementare, a cittadini residenti nelle vicine Aree Vaste 3 di Ascoli e 5 di Macerata rendendola così, di fatto, la RSA dei Sibillini.

Ed è proprio su questo terreno dei servizi sanitari che ci attende, come ben sai, un nuovo banco di prova per cementare le nostre energie: l’ottenimento del Distretto Sanitario Montano, da estendere, come più volte ho proposto, al territorio maceratese più prossimo.

Forti di queste positive esperienze, perché, allora, non partire subito da qui, dando veste concreta ad una nuova Unione, anzitutto, tra i nostri due Comuni, sotto la tua guida e con i nostri spazi operativi già disponibili?

Penso ad un organismo che, nel solco delle linee-guida tracciate dalla legge, si configuri snello e agile, il più possibile deburocratizzato, che sappia procedere con atteggiamento realistico, ma allo stesso tempo, senza piangersi addosso. Fiducioso nella provata capacità di progettare e delineare una visione d’insieme del nostro Territorio , tra tradizione, identità e sviluppo, per i decenni a venire. Sapendo raccogliere e, perché no, anticipare, per quanto possibile, le sfide imposte dagli attuali vertiginosi mutamenti che ci stanno proiettando, tutti, in dimensioni per molti aspetti inesplorate.

Penso, soprattutto, ad un organismo che veda al suo interno protagonisti e parti attive i nostri giovani più attenti e sensibili, che hanno scelto di rimanere qui perché amano la propria terra, e che erediteranno presto il testimone.

Un organismo che, non appena costituito, affronti in prima battuta le urgenze del momento, cui tu facevi cenno, in particolare dal lavoro alla ricostruzione post-sisma, ai servizi messi in discussione dalle politiche di ristrutturazione sia di Enti pubblici che di Aziende, come nel caso, alla ribalta in questi giorni, dello strategico stabilimento Whirlpool e del suo indotto.

Questa strada mi appare concreta e praticabile in tempi brevi. Raccolgo molto volentieri il tuo invito. Incontriamoci subito.

Il sindaco Alvaro Cesaroni scrive ad Amandola: «Facciamo la Città dei Sibillini»

 

]]>
https://www.cronachepicene.it/2018/05/24/amandola-e-comunanza-insieme-marinangeli-raccoglie-lappello-cesaroni-incontriamoci-subito/41594/feed/ 0 Renato Pierantozzi
Esuberi Whirlpool, caso in Parlamento https://www.cronachepicene.it/2018/05/24/esuberi-whirlpool-caso-in-parlamento/41586/ https://www.cronachepicene.it/2018/05/24/esuberi-whirlpool-caso-in-parlamento/41586/#respond Thu, 24 May 2018 19:51:10 +0000 https://www.cronachepicene.it/?p=41586

Anche l’onorevole Giorgia Latini, neo eletta alla Camera per la Lega nel collegio Marche sud, sarà dalla parte dei lavoratori dell’unità produttiva di Comunanza nella vicenda Whirpool.

Giorgia Latini (foto Vagnoni)

Lo ha reso noto in queste ore, attraverso il rappresentante sindacale della Uilm Raffaele Bartomioli, che riferisce: «L’onorevole Latini si è detta molto preoccupata per lo scenario che si sta delineando a seguito di quanto ha appreso circa la possibile riduzione dello stabilimento di Comunanza. Si è resa subito disponibile a partecipare ad un tavolo territoriale insieme a tutte le organizzazioni sindacali. Vuole entrare nel dettaglio della vicenda e farsi portavoce dei lavoratori presso il Governo, ormai prossimo all’insediamento».

Nel frattempo Bartomioli, insieme con gli altri sindacalisti Marini (Fiom), Forti (Fim), Armandi e Capolongo (Ugl), si sta muovendo per promuovere l’incontro che potrebbe avvenire già all’inizio della prossima settimana.

Raffaele Bartomioli con Giorgia Latini

Sempre il delegato Uilm, anche a nome dei colleghi della Rsu, fa sapere che c’è molta attesa sull’esito della riunione tra i 19 sindaci dell’area montana e della vallata, fissato per domani pomeriggio, 25 maggio, per iniziativa del primo cittadino di Comunanza Alvaro Cesaroni. Sembra che l’invito sia stato esteso anche al sindaco di Ascoli Piceno Guido Castelli.
I vertici della multinazionale americana saranno invece protagonisti di altri due importanti e prossimi appuntamenti: nella sede di Confindustria ad Ascoli Piceno, con le organizzazioni sindacali e, nella sede della Regione Marche, dove saranno convocati dall’assessore alle attività produttive Manuela Bora e dall’assessore al lavoro Loretta Bravi, come si legge in una nota diffusa nel pomeriggio.

m.n.g.

]]>
https://www.cronachepicene.it/2018/05/24/esuberi-whirlpool-caso-in-parlamento/41586/feed/ 0 Renato Pierantozzi
Whirlpool, si punta alla riduzione degli esuberi. Sindacati ottimisti https://www.cronachepicene.it/2018/05/24/whirlpool-si-punta-alla-riduzione-degli-esuberi-sindacati-ottimisti/41571/ https://www.cronachepicene.it/2018/05/24/whirlpool-si-punta-alla-riduzione-degli-esuberi-sindacati-ottimisti/41571/#respond Thu, 24 May 2018 19:27:23 +0000 https://www.cronachepicene.it/?p=41571

 

di Sara Bonfili

Whirlpool: oggi a Fabriano si è tenuto il tavolo territoriale tra il rappresentante delle relazioni sindacali della multinazionale Carmine Candeloro e le organizzazioni di categoria. Tavolo che ha seguito quello tenutosi al Ministero dello Sviluppo Economico del 17 maggio. Incontro importante e atteso, dopo l’ultimo di novembre 2017 e dopo i diversi rinvii degli incontri nazionali, per confermare le intenzioni dell’azienda sul territorio e conoscere il parere dei rappresentanti di operai e impiegati Whirlpool. Confermato il piano industriale 2019-2021 presentato al Mise, che aveva annunciato 800 esuberi in tutto il gruppo della multinazionale.

BOCCHE CUCITE. Da fonti sindacali non trapelano molte notizie a proposito dei numeri e progetti sul fronte fabrianese, se non un moderato ottimismo, che farebbe intendere che i numeri degli esuberi si sono ridotti di alcune decine rispetto a quanto previsto in un primo momento. Bocche cucite per ora sui numeri reali. Il piano 2019-2021 prevede l’utilizzo dell’ammortizzatore sociale disponibile fino a fine anno, una specializzazione dei siti per classi di prodotto, delle riorganizzazioni che potrebbero contemplare dei trasferimenti di alcuni uffici. Si spera che il nuovo governo concede altri ammortizzatori: confermati per ora solo fino al 31 dicembre, tanto che la Fiom si era detta, al tavolo del 17 maggio, insoddisfatta, chiedendo a gran voce delle indicazioni più a lungo termine.

IL CALO DELLE VENDITE. L’azienda aveva già dichiarato di aver fatto investimenti per oltre 517 milioni, oltre quanto previsto, il che come specificato in una nota della Fim-Cisl, aveva portato “a un’eccedenza da gestire”. Inoltre le difficoltà, a quanto si sa, stavano nelle integrazioni dei sistemi informativi e produttivi della multinazionale con l’acquisita Indesit, che si sono dimostrate più complicate del previsto. Le vendite in calo a fine 2017 – un leggero miglioramento e poi di nuovo una importante flessione nei primi mesi dell’anno – di certo non aiutano. In un settore che è complessivamente in crisi. Già l’assessora alle Attività produttive regionale Manuela Bora ha ricordato che la Regione Marche aveva messo a disposizione 500 mila euro per l’Accordo di programma, che senza certezze per i lavoratori non saranno resi più disponibili.

IL PROSSIMO FUTURO. Certamente il 1 giugno l’azienda farà “ponte”, utilizzando una giornata di cassa integrazione. Per il restante mese ci saranno alcuni giorni di fermo coperti da cassa integrazione che andranno a bilanciare la probabile apertura della fabbrica nel mese di agosto. Piano ferie, però, da confermare. Nelle prossime settimane di giugno ci saranno ulteriori incontri sui siti del gruppo. A luglio un aggiornamento al tavolo ministeriale. Alcune novità potrebbero essere rese note già nella giornata di domani.

La Regione avverte Whirlpool: «Con gli esuberi a Comunanza addio a mezzo milione»

]]>
https://www.cronachepicene.it/2018/05/24/whirlpool-si-punta-alla-riduzione-degli-esuberi-sindacati-ottimisti/41571/feed/ 0 Renato Pierantozzi
L'Ascoli resiste a Chiavari (0-0) https://www.cronachepicene.it/2018/05/24/lascoli-resiste-a-entella-il-primp-tempo-finisce-0-0-segui-la-diretta/41562/ https://www.cronachepicene.it/2018/05/24/lascoli-resiste-a-entella-il-primp-tempo-finisce-0-0-segui-la-diretta/41562/#respond Thu, 24 May 2018 19:16:45 +0000 https://www.cronachepicene.it/?p=41562

Primo tempo più sulla difensiva per il Picchio a Chiavari in casa dell'Entella per il primo dei due spareggi salvezza. Anche se nel finale Bianchi ha la palla giusta per metterla dentro.

9' primo brivido: Gatto serve La Mantia che non ci arriva

14' ancora Gatto scatenato, Mogos chiude

16' si vede in avanti l'Ascoli con un calcio d'angolo

18' Kanoutè, servito bene da Mogos, calcia debole in porta

28' grande occasione per Troiano che non inquadra lo specchio della porta

Gaetano Monachello

30' ancora un brivido per l'Entella che sfiora il gol con La Mantia

38' buona occasione per La Mantia che cerca di mettere in mezzo una buona palla

40' Eramo stende Kanoutè e finisce nella lista dei cattivi

41' angolo per l'Ascoli sugli sviluppi di una punizione di Kanoutè

42' palla gol per il Picchio con Bianchi che da solo di testa spedisce fuori

43' nuova occasione per Clemenza che tira addosso a Paroni

45' L'arbitro concede un minuto di recupero

SECONDO TEMPO

1' inizia il secondo tempo. Il Picchio attacca sotto la curva dei 500 tifosi del Picchio

4' tiraccio di Aramu che non vede Gatto libero a sinistra

8' bell'azione di D'Urso che però non trova spazio per il tiro

9' Cosmi catechizza Monachello

10' l'Entella perde Ceccarelli per infortunio. Al suo posto entra Cremonesi

11' grande palla gol per Clemenza servito da Mogos

12' Mogos recupera bene su contropiede dei padroni di casa

18' azione offensiva di D'Urso che però non riesce a conquistare nemmeno un calcio d'angolo

19' esce Eramo per Icardi

26' Bianchi stende Troiano

27' Icardi impegna Agazzi che si salva in angolo

28' palla gol per l'ex Gatto che però non riesce a battere Agazzi

30' entrano De Luca nell'Entella al posto di Gatto e Lores Varela per Clemenza

33' gioco di prestigio di Kanoutè che viene steso da un avversario

36' colpo di testa fuori di Cremonesi

37' Cosmi inserisce Rosseti al posto di Monachello

38' Cosmi si sgola dalla panchina

39' Varela conquista un calcio d'angolo

42' palo di Aliji da un'ottima posizione

44' altra occasione per l'Entella, ma De Luca non arriva sul cross di Icardi. L'Ascoli soffre parecchio sul versante destro

45 cinque minuti di recupero

46' occasione per Mengoni alla prima sortita offensiva

47' Bianchi fermato dai crampi

48' espulsi Cosmi e Volpe al termine di un'accesa discussione

49' entra Baldini per Bianchi

50' angolo per l'Entella, Agazzi respinge di pugno

52' angolo per il Picchio, ma la gara finisce qui

 

 

]]>
https://www.cronachepicene.it/2018/05/24/lascoli-resiste-a-entella-il-primp-tempo-finisce-0-0-segui-la-diretta/41562/feed/ 0 Renato Pierantozzi
«Troppi migranti, serve una stretta anche a Castel di Lama» https://www.cronachepicene.it/2018/05/24/troppi-migranti-serve-una-stretta-anche-a-castel-di-lama/41546/ https://www.cronachepicene.it/2018/05/24/troppi-migranti-serve-una-stretta-anche-a-castel-di-lama/41546/#respond Thu, 24 May 2018 17:52:36 +0000 https://www.cronachepicene.it/?p=41546

di Claudio Felicetti

Dopo l’aggressione, da parte di uno straniero, nei confronti di Simone Censori, vigilante della Fifa Security nonché candidato della lista lamense “Centrodestra unito”, Fratelli d’Italia coglie l’occasione per ribadire la necessità di una stretta sul fenomeno migranti, problema che coinvolge anche Castel di Lama, paese che ospita da tempo decine e decine di stranieri regolari. E’ di qualche giorno fa l’allarme lanciato dal candidato sindaco del Pd, Vincenzo Camela, sulla possibile sistemazione di alcune famiglie di rifugiati in un immobile a Chiarini, piccola frazione lamense. Ma l’argomento coinvolge tutte le liste in lizza alle elezioni comunali del 10 giugno.
A ribadire la posizione di FdI sulla scottante questione è arrivato l’onorevole Carlo Fidanza, responsabile Enti locali del partito. Accanto a lui, il capolista Emidio Colucci, il candidato consigliere Mario Matteo Amatucci e l’ex assessore Ersilio Corradetti.
«Sul problema migranti -ha sottolineato Fidanza- la nostra posizione è quella contenuta nel programma nazionale, e cioè blocco in Libia dei flussi migratori, centri di verifica dello status in Africa. In questo modo si evita un traffico che purtroppo registra ogni giorno tante vittime e che produce un business in Italia che passa al di sopra dei sindaci. Ecco perché -ha proseguito Fidanza- occorre rivedere i meccanismi dello Sprar (il Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati, ndr), che deve essere limitato ai casi di effettivo bisogno. Anche i prefetti stessi subiscono imposizioni dall’alto, ma i sindaci devono tutelare i cittadini ed evitare concentrazioni pericolose. Sull’episodio dell’aggressione, secondo noi andava adottato il daspo urbano». Poi una stoccata agli avversari politici. «La Sinistra -ha evidenziato Fidanza- su questi temi ha mantenuto il suo pregiudizio ideologico e l’allergia culturale. Per noi, invece, che difendiamo le identità locali, il fenomeno rappresenta un depauperamento nei confronti degli stessi migranti e una bomba sociale nei territori».
«L’Unione dei Comuni ha aderito allo Sprar -ha aggiunto Amatucci- ma Camela si è accorto solo ora del problema perché vogliono sistemare 19 migranti di fronte all’ingresso di casa sua».
«Anche in un edificio a Piattoni -gli ha fatto eco Corradetti- si era prospettato un caso simile, ma la scorsa amministrazione si è battuta per verificare le condizioni dell’immobile. Poi, dopo il terremoto, è stato sospeso tutto a causa dei danni riportati dalla struttura».
In apertura della conferenza stampa, tutti hanno evidenziato il fatto positivo del Centrodestra unito, una lista che vede insieme («dopo oltre trenta anni di disastri») i tre partiti nazionali. «Siamo noi la vera alternativa, le altre quattro liste sono tutte riconducibili al Pd». «Non vogliamo nessuna contrapposizione tra politica e società civile -ha rimarcato Fidanza, riferendosi alle liste civiche- ma la politica e i partiti consentono di avere dei collegamenti con i livelli superiori, altrimenti si rischia l’isolamento».

]]>
https://www.cronachepicene.it/2018/05/24/troppi-migranti-serve-una-stretta-anche-a-castel-di-lama/41546/feed/ 0 Renato Pierantozzi
Mazzata del giudice sportivo sulla Samb, 5.000 euro di ammenda Col Cosenza si giocherà alle 20.30 https://www.cronachepicene.it/2018/05/24/mazzata-del-giudice-sportivo-sulla-samb-5mila-euro-di-ammenda-col-cosenza-si-giochera-alle-20-30/41536/ https://www.cronachepicene.it/2018/05/24/mazzata-del-giudice-sportivo-sulla-samb-5mila-euro-di-ammenda-col-cosenza-si-giochera-alle-20-30/41536/#respond Thu, 24 May 2018 17:44:56 +0000 https://www.cronachepicene.it/?p=41536

La coreografia degli ultras contro il Piacenza

di Benedetto Marinangeli

Mazzata del giudice sportivo sulla Samb. La splendida scenografia allestita dalla curva nord e dalla tribuna est mare è costata caro al club del Riviera delle Palme. Ben 5.000 euro di multa perché “propri sostenitori introducevano e accendevano nel proprio settore numerosi fumogeni alcuni dei quali venivano lanciati nel recinto di gioco e sul terreno di gioco creando una situazione di scarsa visibilità che costringeva l'arbitro ad iniziare la gara con un ritardo di un minuto; i medesimi introducevano e facevano esplodere quattro petardi nel recinto di gioco, senza conseguenze; i medesimi sostenitori disturbavano più volte il regolare svolgimento della gara utilizzando fischietti e raggi laser costringendo l'arbitro a richiedere comunicato di diffida tramite lo speaker”.

Un’ammenda era nell’aria ma non di queste proporzioni. Certo è che se il folklore è da apprezzare, sarebbero invece da evitare le bombe carta, i petardi ma anche i fischietti e i raggi laser per mettere in difficoltà l’ arbitro o infastidire i calciatori. Cose che non hanno nulla a che fare con lo spettacolo calcistico che ieri si è visto al Riviera delle Palme. Una Samb concreta e determinata sin dal primo che ha trovato in Nicola Bellomo il suo ispiratore, nella freddezza dal dischetto di Luca Miracoli e nel gol di Francesco Rapisarda il suo acme. Senza contare le tre traverse ed il palo colpito. Insomma un match dominato con il Piacenzza praticamente spazzato via.

Merito a tutti i rossoblù ma anche e soprattutto a Francesco Moriero che ha ridisegnato la squadra con il 3-5-2 dandole la fisionomia giusta ed un’impostazione tattica che è risultata vincente. Ed ora sotto con il Cosenza. L’avversario più ostico che poteva capitare a Conson e compagni. Una squadra coriacea che ha già eliminato Sicula Leonzio, Casertana ed ora anche il Trapani terza forza del girone C.

Sarà anche un incrocio di ex. Innanzitutto Perina arrivato in rossoblù in prestito al mercato di gennaio e poi Rapisarda che in Calabria ha giocato in D nella stagione 2011-2012. Tra le fila del Cosenza c’è Max Loviso, senza dimenticare Leonardo Perez che per tre stagioni e mezza ha vestito la maglia dell’ Ascoli. In panchina, poi, c’è Piero Braglia una garanzia tecnica per la serie C.

Secondo alcune indiscrezioni sia la gara di andata, il 30 maggio, che quella di ritorno domenica 3 giugno, si disputeranno in notturna con fischio d’inizio alle 20.30. Manca solo l'ufficialità da parte della Lega di serie C. E chi passerà il turno troverà in semifinale una tra Sud Tirol e Viterbese.

]]>
https://www.cronachepicene.it/2018/05/24/mazzata-del-giudice-sportivo-sulla-samb-5mila-euro-di-ammenda-col-cosenza-si-giochera-alle-20-30/41536/feed/ 0 Benedetto Marinangeli
Ventotto tifosi della Samb diffidati per il dopo partita di Vicenza, tra loro anche Luca Fanesi https://www.cronachepicene.it/2018/05/24/ventotto-tifosi-della-samb-diffidati-per-il-dopo-vicenza-tra-loro-anche-luca-fanesi/41534/ https://www.cronachepicene.it/2018/05/24/ventotto-tifosi-della-samb-diffidati-per-il-dopo-vicenza-tra-loro-anche-luca-fanesi/41534/#respond Thu, 24 May 2018 17:01:01 +0000 https://www.cronachepicene.it/?p=41534

Gli scontri di Vicenza

Sono ventotto, per ora, i Daspo, il divieto di accesso alle manifestazioni sportive, notificati oggi ad altrettanti tifosi rossoblù per i fatti di Vicenza-Samb dello scorso 6 novembre. L’interdizione dai campi è variabile a seconda dei casi fino ad arrivare ad un massimo di otto anni. Tra questi anche Luca Fanesi che ha lottato tra la vita e la morte per diverso tempo nell’ ospedale veneto.

Al centro Luca Fanesi

Sei anni di Daspo per lui e per cinque anni dovrà recarsi a firmare al Commissariato di via Crispi ogni giorno in cui la Samb giocherà. La notizia era nell’aria ed è stata ufficializzata da Massimiliano Fanesi, fratello di Luca, attraverso un post sui social in cui pubblica interamente il verbale di notifica della Questura di Vicenza con questo commento: “senza parole, la battaglia continua”. La ricerca della verità è la cosa primaria per la  famiglia Fanesi. Le indagini, però, sembrano essersi bloccate, visto che dopo sei mesi la Procura della Repubblica di Vicenza ne ha chiesto un supplemento. Nelle settimane passate, poi, alcuni agenti della Digos veneta, erano giunti a San Benedetto per interrogare alcuni tifosi rossoblù. I Daspo entrano in vigore dalla prima partita dopo la notifica del provvedimento.

B.Mar.

Luca Fanesi migliora ancora La moglie e il fratello ai Fatti Vostri

Luca Fanesi è tornato a casa Festa a sorpresa degli ultras

Luca Fanesi tra i tifosi diffidati per il dopo Vicenza-Samb, anche per lui in arrivo un Daspo

]]>
https://www.cronachepicene.it/2018/05/24/ventotto-tifosi-della-samb-diffidati-per-il-dopo-vicenza-tra-loro-anche-luca-fanesi/41534/feed/ 0
Ci sono le elezioni, rinviata la riunione dei sindaci sull'ospedale unico https://www.cronachepicene.it/2018/05/24/ci-sono-le-elezioni-rinviata-la-riunione-dei-sindaci-sullospedale-unico/41533/ https://www.cronachepicene.it/2018/05/24/ci-sono-le-elezioni-rinviata-la-riunione-dei-sindaci-sullospedale-unico/41533/#respond Thu, 24 May 2018 16:58:23 +0000 https://www.cronachepicene.it/?p=41533

L'area localizzata al confine tra Colli e Spinetoli

Colpo di scena nella vicenda dell'ospedale unico. La riunione della conferenza dei sindaci convocata inizialmente per lunedì 28 alle 16 alla sala del Piceno Consind è stata posticipata al 27 giugno alle 16,30. Alla luce della decisione del presidente Angelo Flaiani ci sarebbero le elezioni amministrative in programma il 10 giugno anche nel Piceno dove si vota a Castel di Lama, Grottammare e Ripatransone. E così, per non far finire il tema caldo dell'ospedale unico nel bel mezzo della campagna elettorale è stato deciso un rinvio. All'ordine del giorno c'è anche la nomina del comitato ristretto dei sindaci.

Sanità, Flaiani convoca i sindaci per decidere sull’Ospedale unico

]]>
https://www.cronachepicene.it/2018/05/24/ci-sono-le-elezioni-rinviata-la-riunione-dei-sindaci-sullospedale-unico/41533/feed/ 0