Cronache Picene https://www.cronachepicene.it La tua provincia in rete Sat, 22 Sep 2018 18:54:21 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=4.9.8 Porto d'Ascoli-Camerano 0-0 Primo punto per i rivieraschi https://www.cronachepicene.it/2018/09/22/porto-dascoli-camerano-0-0-primo-punto-per-i-rivieraschi/65795/ https://www.cronachepicene.it/2018/09/22/porto-dascoli-camerano-0-0-primo-punto-per-i-rivieraschi/65795/#respond Sat, 22 Sep 2018 17:52:47 +0000 https://www.cronachepicene.it/?p=65795

di Benedetto Marinangeli

Primo punto in campionato per il Porto d'Ascoli, costretto al pari interno con il Camerano. Mister Alfonsi impiega dal primo minuto il neo acquisto Kabasele come terminale offensivo. 0-0 ilrisultato finale che sta stretto ai biancoazzurri. Sono, infatti,i padroni di casa a fare la partita e a cercare pervicacemente il gol del vantaggio. La formazione opsite, d'altro canto, chiude gli spazi provando a colpire con le ripartenze, ma senza impensierire Di Nardo. Il pallino del gioco è sempre in mano al Porto d'Ascoli.

Al 2' un rilancio di Di Nardo pesca Liberati che arriva davanti a Lombardi, lo supera con un pallonetto ma si defila, perdendo l'attimo giusto. 11' lancio di Leopardi per Liberati che gira verso il secondo palo ma Gagliardi non ci arriva per un soffio. Quattro minuti dopo è lo stesso Gagliardi a colpire la parte alta della traversa.

Alfonsi, trainer del Porto d'Ascoli (Foto Cicchini)

Si fa vedere il Camerano al 32' con una punizione dal limite di Biondi che chiama Di Nardo alla deviazione in angolo. Un minuto dopo è un tiro cross di Trawally a creare qualche problema al portiere ospite che si salva con una buona dose di fortuna. Lombardi si riscatta al 35' bloccando un conclusione di Liberati. E' sempre il Porto d' Ascoli fare la partita ma le iniziative di Leopardi e Schiavi non producoo effetti di rilievo.

Nella ripresa la musica non cambia. Al 1'  è Lombardi con un intervento prodigioso negare il gol ai biancoazzurri su una svirgolatadi Ortolani. Il Porto d'Ascoli ci prova ancora con Schiavi, Gabrielli e Leoprdi ma senza alcun esito. Il Camerano esce dal guscio solo intorno alla mezzora con un destro di Sampaolesi che si perde alto sulla traversa. L'ultimo tentativo biancoazzurro è di Liberati ma la difesa dorica regge.

PORTO D'ASCOLI (4-4-2): Di Nardo; Tassotti, Sensi, Manoni, Trawally; Leopardi (41'st Verdesi), Gabrielli, Schiavi, Gagliardi (14'st Alighieri), Kabasele (23'st D'Alò), Liberati (31'st Granito). A disp.: Verissimo, Piunti, Traini, Polo, Massi. All.: Alfonsi.
CAMERANO (4-3-3): Lombardi; Simonetti (10'st Recanatini), Ortolani, Lapi, Stella; Sampaolesi, Biondi, Strano; Trucchia, D'Antonio (10'st Fermani e 37'st Giulietti), Alessandroni. A disp.: Malascorta, Rosini, Menotti, Donzelli, Marchionne, Sulpizi. All.: Montenovo.
Arbitro: Leonardo Vai di Jesi (Bellagamba-Grieco).
Note: spettatori 250 circa; ammoniti Gabrielli, Sensi, Stella, Recanatini, Trawally. Angoli 4-4. Recupero 0'+4'.

LE PARTITE DI DOMANI (ore 15,30): Fabriano Cerreto-Porto Sant'Elpidio, Forsempronese-San Marco Lorese, Grottammare-Montefano, Monticelli-Atletico Gallo, Pergolese-Tolentino, Portorecanati-Atletico Alma, Sassoferrato-Marina, Urbania-Biagio Nazzaro.

CLASSIFICA: Tolentino, Fabriano Cerreto, Marina e Sassoferrato 6 punti; Pergolese, San Marco Lorese, Camerano Porto Sant'Elpidio e Urbania 4, Portorecanati 3; Forsempronese, Atletico Gallo, Biagio Nazzaro, Porto d'Ascoli e Atletico Alma 1; Monticelli, Montefano e Grottammare 0 (Porto d'Ascoli e Camerano 1 gara in più)

]]>
https://www.cronachepicene.it/2018/09/22/porto-dascoli-camerano-0-0-primo-punto-per-i-rivieraschi/65795/feed/ 0
Partenza col botto (2-0) per l'Atletico Azzurra Colli: Pirelli sgonfia la Maceratese https://www.cronachepicene.it/2018/09/22/partenza-col-botto-2-0-per-latletico-azzurra-colli-pirelli-sgonfia-la-maceratese/65787/ https://www.cronachepicene.it/2018/09/22/partenza-col-botto-2-0-per-latletico-azzurra-colli-pirelli-sgonfia-la-maceratese/65787/#respond Sat, 22 Sep 2018 17:32:07 +0000 https://www.cronachepicene.it/?p=65787

Dopo vivaci discussioni, Pirelli si appresta a calciare il rigore che sblocca la gara

di Salvatore Mastropietro 

Riparte da Colli del Tronto l'avventura calcistica dell'HR Maceratese, dopo un anno di stop per le note e tristi vicende. E riparte male con una sconfitta (2-0) condizionata dalle espulsioni nel primo tempo dei difensori centrali Arcolai e Capparruccia e dai due gol realizzati dal centravanti Pirelli. In particolare ha fatto discutere la prima decisione arbitrale con il rigore concesso all'Atletico Azzurra Colli e l'espulsione di capitan Arcolai. Sul campo del comunale Colle Vaccaro, per la prima gara del girone B di Promozione, i biancorossi scendono in campo con una divisa nera a striscia trasversale bianco-rossa. Mister Moriconi schiera un 4-3-3 con linea a quattro composta da Piccioni, Ascenzi, capitan Arcolai e Capparuccia; a centrocampo Campana vertice basso e Bigoni e Moriconi ad agire da interni; tridente con Agostinelli, Mongiello e La Cava. Atteggiamento tattico simile, ma più conservativo, per i padroni di casa, schierati in campo con la classica casacca rossoblù. Cucco e Stangoni a guidare la difesa, l'esperto Alijevic in cabina di regia e Pirelli al centro del reparto offensivo.

L'esultanza dei giocatori dell'Azzurra Colli

La Maceratese prova subito a prendere in mano la partita, ma l'Atletico Azzurra Colli chiude bene gli spazi. Prima occasione per gli ospiti al 15' con Mongiello che non riesce a deviare verso la porta il suggerimento di Bigoni dagli sviluppi di un corner. Al 20' rossoblu vicini al gol: Cucco anticipa gli avversari e colpisce di destro sempre su un'iniziativa da calcio d'angolo, ma la difesa ospite salva sulla linea di porta. Soffre l'HR e due minuti dopo Tomba salva su Pirelli, che si fa ipnotizzare a tu per tu. Episodio determinante al 33': contrasto a palla lontana tra Arcolai e Pirelli; l'arbitro Serenellini di Ancona indica il dischetto tra lo stupore di molti ed espelle il capitano biancorosso. Dagli undici metri Pirelli spiazza Tomba.

Campana costretto a uscire per infortunio

Un minuto i ragazzi di Moriconi hanno subito l'occasione per riportare il risultato in parità: su cross dalla destra Campana colpisce in acrobazia, ma il pallone si stampa sul palo. Pirelli è in giornata di grazia e al minuto 39 trova il raddoppio: cross dalla bandierina di Nardini che attraversa tutta l'area di rigore, sul secondo palo il numero 9 è lesto a battere a rete con un colpo di testa che non lascia scampo a Tomba. Duro colpo per i biancorossi, che provano una timida reazione con un'azione personale di Mongiello, che calcia fuori da buona posizione. Una prima frazione negativa per la Maceratese si conclude con l'infortunio di Campana, costretto a uscire in barella per infortunio, e la seconda espulsione con Capparuccia, che viene ammonito per la seconda volta per aver calciato il pallone fuori a gioco fermo. Altra decisione discutibile del direttore di gara, vero e proprio protagonista del primo tempo.

All'inizio della ripresa mister Moriconi deve reinventarsi una difesa e inserisce Argaila e Milanesi. Il solito Pirelli, tanto per cambiare, va subito vicino al 3-0. Per il resto è gestione dei padroni di casa, che girano palla con facilità di fronte ai nove avversari e di tanto in tanto provano a colpire. Per mister Fanì è l'occasione buona per testare qualche under, mentre Moriconi può al massimo verificare la tenuta dei suoi in doppia inferiorità numerica. Qualche piccolo tentativo dell'Helvia Recina in ripartenza è ben assorbito dalla retroguardia avversaria. Si conclude senza recupero.

ATLETICO AZZURRA COLLI (4-3-1-2): Camaioni; Acciaroli (43'st Fioravanti), Stangoni, Cucco, Tommasi; Gibellieri, Alijevic, Spinelli (18'st Folchi) ; Grilli (11'st Battilana), Nardini (30'st Perozzi), Pirelli (23'st Zahraoui). All.: Faní.

HR MACERATESE (4-3-3): Tomba; Piccioni (1'st Argalia), Arcolai, Capparuccia, Ascenzi; Bigoni, Campana (45'pt Foglia), Moriconi; Agostinelli (1'st Milanesi), La Cava, Mongiello. All.: Moriconi.

Arbitro: Serenellini di Ancona.

Reti: 35'pt su rigore e 39'pt Pirelli.

Note: spettatori 200 circa di cui circa la metà provenienti da Macerata. Espulsi 31'pt Arcolai (M) per gioco falloso e 43'pt Capparuccia (M) per doppia ammonizione. Ammoniti Alijevic (A) e Spinelli (A). Recupero 6'+0'.

LE INTERVISTE

Un inizio in salita per la Maceratese. Prestazione negativa, condizionata pesantemente dalle decisioni dell’arbitro Serenellini, che ha espulso nella prima frazione i biancorossi Arcolai e Capparuccia. Nell'analisi a fine gara mister Francesco Moriconi ha evidenziato alcune difficoltà incontrate dalla sua squadra, tornando proprio sui due episodi: «Avevo già messo in conto qualche difficoltà, dato che le condizioni climatiche e del campo non ci permettevano di sfruttare caratteristiche come la velocità e l’ampiezza. Ci siamo fatti sfuggire qualche situazione, pensavo di riuscire a portare il risultato sullo 0-0 all'intervallo per poi attuare qualche accorgimento. Purtroppo, però, l'arbitro alla prima partita di Promozione ci ha messo un po' del suo. Personalmente - ha dichiarato il tecnico portorecanatese - credo non ci fossero le due espulsioni. Il secondo rosso ci ha dato la mazzata definitiva, poi nel secondo tempo in nove uomini i ragazzi ci hanno messo tanto impegno ed abbiamo evitato di subire altre reti. Vorrei ricordare che sull'1-0 abbiamo avuto l'occasione per pareggiarla con Campana che ha colpito il palo. Sempre Campana, tra l'altro, credo si sia rotto tibia e perone. Un altro elemento per poter dire che questo campionato inizia in salita viste le tante assenze». Moriconi ha posto poi l’accento sulla questione tifosi e ha ammesso di non aver gradito qualche “mugugno” di troppo dagli spalti: «Vorrei ricordare ancora una volta il fatto che abbiamo bisogno del sostegno dei nostri tifosi per risalire subito. La maggior parte ci ha incitato sempre, ma sono stato deluso da qualche mugugno anche alla prima difficoltà. Questo è un campionato difficile - conclude - lo conosco più delle mie tasche, e bisogna ripartire tutti insieme per riportare questa squadra in alto. Ci sono ragazzi giovani e qualche insulto di troppo dagli spalti potrebbe mandarli in confusione. Chiedo scusa se ho risposto anche a qualcuno, ma non è il caso di alzare i toni dopo soltanto la prima gara».

Di diverso avviso, per quanto riguarda gli episodi arbitrali, il tecnico dei padroni di casa Daniele Fanì: «Sono state due ingenuità dei loro due giocatori più esperti, credo abbiano sbagliato entrambi. Specialmente quella di Capparuccia penso fosse evidente. I miei ragazzi, invece, non hanno detto una parola con l’arbitro e hanno pensato solo a giocare. Questo deve essere lo spirito. Sono contentissimo della prestazione, abbiamo corso insieme e siamo stati vicini nei reparti come una vera squadra».

]]>
https://www.cronachepicene.it/2018/09/22/partenza-col-botto-2-0-per-latletico-azzurra-colli-pirelli-sgonfia-la-maceratese/65787/feed/ 0 Andrea Ferretti
Quando la pietra è ricerca di verità Commovente lezione-concerto di Giuliani e Sciola (Foto e video) https://www.cronachepicene.it/2018/09/22/quando-la-pietra-e-ricerca-di-verita-commovente-lezione-concerto-di-giuliani-e-sciola-foto-e-video/65754/ https://www.cronachepicene.it/2018/09/22/quando-la-pietra-e-ricerca-di-verita-commovente-lezione-concerto-di-giuliani-e-sciola-foto-e-video/65754/#respond Sat, 22 Sep 2018 17:15:09 +0000 https://www.cronachepicene.it/?p=65754

Grande successo per l’anteprima del concerto che si terrà il 23 settembre alla chiesa dell'Annunziata (leggi l'articolo), tenutasi nel Liceo artistico “Osvaldo Licini” con almeno 200 studenti tra i quali una classe dello scientifico "Orsini" e alcune del Liceo artistico di Castelli (Te). Dopo il benvenuto della preside Nadia Latini, e l’introduzione del docente di pianoforte Giuseppe Patriarca del direttivo dell’associazione "ascolipicenofestival", i protagonisti assoluti sono stati Maria Sciola, figlia di Pinuccio, che ha portato una delle pietre sonore costruite dal padre, facendone  ascoltare l’incredibile suono, e lo scultore ascolano Giuliano Giuliani, docente del liceo, la cui materia prima è come noto il travertino ascolano, che ha fornito agli studenti una intensa e addirittura commovente “spiegazione” del significato delle pietre e del lavoro dello scultore.

Giuliani e la Campaner

Chi ha detto che la pietra è una materia muta? Maria Sciola, accompagnata al pianoforte dalla grande pianista Gloria Campaner sulle note di Arvo Part, ha smentito questo assunto. Ha raccontato la vita di suo padre e il suo percorso artistico frutto di studio, lavoro e lavoro. Questo genio sardo, conosciuto in tutto il mondo, che ha fatto di San Sperate (Cagliari) una città museo, con un giardino contenente le sue sculture anche gigantesche, è scomparso due anni fa subito dopo una performance a Firenze sul tema emblematico  “Il Mosè di Michelangelo e le pietre sonore di Pinuccio Sciola”. Lui la pietra l’ha fatta parlare davvero esaudendo il desiderio di Michelangelo.
La pietra, in sostanza, questo il messaggio sia di Pinuccio Sciola sia di Giuliano Giuliani, non è altro che la ricerca della verità, la ricerca della nostra interiorità, la ricerca del nostro io. Due esperienze, quelle di Sciola e di Giuliani, addirittura mistiche. Quando la pietra è il mezzo, frutto dello scorrere di secoli di vita, per trovare la nostra dimensione di uomini di oggi. I ragazzi presenti hanno seguito la lezione-concerto con grande interesse.

 

 

 

]]>
https://www.cronachepicene.it/2018/09/22/quando-la-pietra-e-ricerca-di-verita-commovente-lezione-concerto-di-giuliani-e-sciola-foto-e-video/65754/feed/ 0 Franco De Marco
Palermo come un rullo Verona balza in vetta https://www.cronachepicene.it/2018/09/22/palermo-come-un-rullo-verona-balza-in-vetta/65761/ https://www.cronachepicene.it/2018/09/22/palermo-come-un-rullo-verona-balza-in-vetta/65761/#respond Sat, 22 Sep 2018 16:59:18 +0000 https://www.cronachepicene.it/?p=65761

di Andrea Ferretti

Cade il Cittadella che aveva vinto le prime tre partite. Il Palermo schiaccia il Perugia. Vincono Pescara, Brescia e il Verona a Crotone. Carpi e Brescia (avversari due allenatori da poche ore sulle rispettive panchine, Castori a Carpi e Corini a Brescia) non si fanno male, mentre si fa molto male il Perugia a Palermo dove becca un poker firmato da Nestorovski (doppietta, uno su rigore), Trajkovski e l'ex bianconero Bellusci. Di Dragomir, sul 4-0, il gol della bandiera degli umbri. Il Verona passa a Crotone grazie alle reti di Henderson e Colombatto. Nel finaale, a rendere meno amara la sconfitta dei calabresi, il gol di Firenze. Il Lecce riscatta subito la sconfitta del "Del Duca" e supera il Lecce ribaltando lo 0-1 (Di Mariano) in 2-1 grazie al bis di Palombi. Gravillon nella ripresa regala invece la vittoria al Pescara che all'Adriatico supera il Foggia. Lo imita Crimi dello Spezia che frena la corsa del Cittadella. A Carpi, Brescia in vantaggio con Frascatore, pari di Arrighini e nel finale Jelenic si fa parare il rigore che avrebbe regalato una vittoria lampo a Fabrizio Castori. Un punto per parte anche in Cozenza-Livorno: vantaggio di Tutino e pari ospite nel finale con Giannetti. Nell'anticipo di venerdì, il Benevento ha schiacciato la Salernitana facendo suo il derby campano. E' finita 4-0 con tre dei quattro gol arrivati nel finale di match. Dopo la rete dell'ex azzurro Maggio nel primo tempo, nella ripresa quelle di Improta, Insigne junior e Asencio. In questo quarto turno di andata non si gioca di lunedì, perchè martedì le squadre saranno di nuovo in campo per la quinta giornata.

Nestorovski del Palermo: doppietta

Venerdì 21 settembre ore 21: Benevento-Salernitana 4-0

Sabato 22 settembre ore 15: Carpi-Brescia 1-1, Crotone-Verona 1-2, Lecce-Venezia 2-1, Palermo-Perugia 4-1, Pescara-Foggia 1-0, Spezia-Cittadella 1-0.

Sabato 22 settembre ore 18: Cosenza-Livorno 1-1.

Domenica 23 settembre ore 21: Padova-Cremonese.

Riposa: Ascoli.

CLASSIFICA: Verona 10 punti, Cittadella 9, Palermo e Pescara 8, Benevento 7, Crotone e Spezia 6; Salernitana, Cosenza, Cremonese e Lecce 5; Ascoli, Perugia e Padova 4, Brescia e Venezia 3, Carpi e Livorno 1, Foggia -5 (Foggia penalizzato di 8 punti).

MARCATORI: Vido (Perugia), Trajkovski  (Palermo) e Pazzini (Verona) 3 gol; Iori (Cittadella), Bandinelli (Benevento), Cocco (Pescara), Pierini (Spezia), Ravanelli (Padova); Palombi, Mancosu e Falco (Lecce), Morosini (Brescia), Nestorovski (Palermo), Firenze (Crotone) 2 gol.

]]>
https://www.cronachepicene.it/2018/09/22/palermo-come-un-rullo-verona-balza-in-vetta/65761/feed/ 0
Arriva l'autunno, stagione di bontà Nel cratere resistono le tradizioni https://www.cronachepicene.it/2018/09/22/arriva-lautunno-stagione-di-bonta-e-nel-cratere-resistono-le-tradizioni/65752/ https://www.cronachepicene.it/2018/09/22/arriva-lautunno-stagione-di-bonta-e-nel-cratere-resistono-le-tradizioni/65752/#respond Sat, 22 Sep 2018 16:45:20 +0000 https://www.cronachepicene.it/?p=65752

di Luca Capponi 

Neanche il tempo di realizzare che...è arrivato l'autunno. Stagione di mezzo, che oltre ai rimpianti per la fine dell'estate porta sempre con sé tante bontà enogastronomiche e appuntamenti pronti a celebrarli degnamente. Tra di essi spiccano sicuramente due tra i più noti e longevi, che oltre al tempo hanno resistito anche al sisma essendo organizzate in due luoghi, a poca distanza l'uno dall'altro, che la tragedia l'hanno vissuta da vicino; la "Festa d'Autunno" di Acquasanta Terme e "Marrone che passione" a Trisungo di Arquata.

La prima, in programma il prossimo 20 e 21 ottobre grazie alla Pro loco acquasantana, è giunta alla sua 48esima edizione, un piccolo record. Garantito, come sempre, lo spettacolo di profumi e antichi sapori di marroni, funghi, tartufi, noci, riuniti nella mostra mercato coi prodotti tipici dei Monti della Laga. E poi ancora, artigianato, folklore e un'atmosfera unica, vuoi anche per lo scenario di leggende, storia, arte, boschi centenari, itinerari sotterranei e, intorno, ben 54 borghi caratteristici. In due parole, Acquasanta Terme.
La settimana successiva ci si sposta qualche chilometro avanti per arrivare a Trisungo, con l'evento dedicato alla castagne che in queste zone cadono in quantità. "Marrone che passione", in programma il 28 ottobre per il 23esimo anno, ormai più che una manifestazione ben organizzata (dai ragazzi della Pro loco di Arquata) rappresenta un vero e proprio simbolo di resistenza. Come tante cose qui. Ma è impossibile dimenticare il 30 ottobre 2016, quando tutto era pronto nonostante ciò che era accaduto due mesi prima; la festa si sarebbe fatta lo stesso, grazie all'operosità dei volontari che quella mattina erano già al lavoro. Poi la scossa, l'ennesima e più forte, e le strutture montate per l'occasione servirono per tamponare l'ennesima emergenza. La location che stavolta accoglierà i visitatori sarà nella zona del belvedere fluviale. Ovviamente, ad attenderli, castagne arrosto, vin brulè, prodotti tipici locali, musica, divertimento. E, ancora e sempre, l'operosità di questa gente che non trema.

 

 

]]>
https://www.cronachepicene.it/2018/09/22/arriva-lautunno-stagione-di-bonta-e-nel-cratere-resistono-le-tradizioni/65752/feed/ 0 Luca Capponi
Ascoli Primavera, 3-0 al Crotone Le Under in campo domenica (Le Foto) https://www.cronachepicene.it/2018/09/22/ascoli-primavera-3-0-al-crotone-le-under-in-campo-domenica-br-le-foto/65753/ https://www.cronachepicene.it/2018/09/22/ascoli-primavera-3-0-al-crotone-le-under-in-campo-domenica-br-le-foto/65753/#respond Sat, 22 Sep 2018 16:22:10 +0000 https://www.cronachepicene.it/?p=65753

 

La Primavera schierata da Di Mascio che ha affrontato e battuto 3-0 il Crotone (fotoservizio Edo)

Dopo aver vinto all'esordio in campionato a Perugia (0-1) la Primavera dell'Ascoli batte anche il Crotone (3-0) al "Picchio Village" e si porta in tesata alla classifica del girone B di Primavera 2 a punteggio pieno. Contro la formazione calabrese sono state decisive le reti messe a segno dopo una manciata di secondi da Invernizzi e nella ripresa da Capponi e Monachesi. Prossimo gara Livorno-Ascoli.

ASCOLI (4-4-1-1): Novi; Ricciardi, Vignati, Tempestilli (20'st Ranalli), Maurizii; Sarli (43'st Coulibaly), Clerici (15'st Capponi), Scorza, Monachesi; Invernizzi (43'st Fermo); Rossi (1'st Zimbardi). A disp.: Colantonio, Gega, Da Col, Pulsoni, Olivieri, Barbetta, Coiro. All.: Di Mascio.

CROTONE (4-3-1-2): Latella; Lonetto, Mariani, Liviera, Rodio; Noce (13'st Paparo), Campanile, Senatore (34'st Alfano); Sapone (44′pt Falzetta); Ruggiero (34'st Carbone), Nanni (34'st Tripoli). A disp.: Sorrentino, Panza, Santoro, Riga. All.: Moschella.

Arbitro: Angelucci di Foligno.

Reti: 1'pt Invernizzi, 22'st Capponi, 33'st Monachesi.

La comitiva del Crotone resta ad Ascoli perchè domani, domenica, la formazione Under 17 affronterà alle ore 12 i pari età dell'Ascoli allenati da Cerasi. Sempre domani, in campo anche Under 16 e Under 15, entrambe in trasferta contro il Napoli: l'Under 16 di mister Lauro alle 15,30 e l'Under 15 guidata da Seccardini alle 13,30.

]]>
https://www.cronachepicene.it/2018/09/22/ascoli-primavera-3-0-al-crotone-le-under-in-campo-domenica-br-le-foto/65753/feed/ 0 Andrea Ferretti
Ascoli, prove di Salernitana e di... Colantuono Martedì sera tra i pali torna Perucchini https://www.cronachepicene.it/2018/09/22/ascoli-prove-di-salernitana-e-di-colantuono-martedi-sera-tra-i-pali-torna-perucchini/65748/ https://www.cronachepicene.it/2018/09/22/ascoli-prove-di-salernitana-e-di-colantuono-martedi-sera-tra-i-pali-torna-perucchini/65748/#respond Sat, 22 Sep 2018 16:04:22 +0000 https://www.cronachepicene.it/?p=65748

Lanni, infortunato e affranto, lascia il campo contro il Lecce: al suo posto entra Perucchini (Foto Edo)

Perucchini ristabilito e titolare con la Salernitana nella gara in programma martedì con fischio d'inizio alle ore 21. Sarà questa la novità della sfida allo stadio "Arechi", anche se tanto novità non è perchè Perucchini in effetti è il titolare, sostituito da Lanni contro il Lecce, ma poi tornato in campo dopo pochi minuti del secondo tempo per un risentimento muscolare che ha costretto il compagno a gettare la spugna.

Intanto, anche oggi Vivarini ha fatto lavorare i bianconeri al "Picchio Village" con una seduta mattutina in palestra, seguita da eserciztazioni tecnico-tattiche sul campo e solita partita finale a campo ridotto. Oltre a Lanni, che comunque dovrebbe andare in panchina, hanno continuato a lavorare a parte anche Carpani (ancora out dopo l'infortunio al ginocchio, e conseguente operazione, della scorsa stagione), Coly, Ingrosso e Ngombo. Domani seduta pomeridiana alle 15,30, lunedì rifinitura e partenza per la Campania per il match contro la squadra di Colantuono.

L'Ascoli troverà un avversario particolarmente avvelenato che, davanti al proprio pubblico, deve farsi perdonare la scoppola (4-0) subìta nel derby di venerdì sera a Benevento. Inoltre, Colantuono ogni volta che affronta l'Ascoli pagherebbe di tasca propria per strappare i tre punti alla squadra dove militò dal 1984 al 1986 collezionando una retrocessione dalla A alla B (giocò diverse partite) e una promozione in massima serie l'anno successivo (giocò pochissimo), sempre con Boskov in panchina.

]]>
https://www.cronachepicene.it/2018/09/22/ascoli-prove-di-salernitana-e-di-colantuono-martedi-sera-tra-i-pali-torna-perucchini/65748/feed/ 0
Con "White Party" riparte il Club 41 https://www.cronachepicene.it/2018/09/22/con-white-party-riparte-il-club-41/65728/ https://www.cronachepicene.it/2018/09/22/con-white-party-riparte-il-club-41/65728/#respond Sat, 22 Sep 2018 15:31:49 +0000 https://www.cronachepicene.it/?p=65728

Grande successo per l’edizione 2018 del “White Party”. L’evento, organizzato dal Club 41 di Ascoli, ha dato il via al nuovo anno sociale sotto la guida del neo eletto presidente Nerio Castellano. Il ristorante “Noa” di Grottammare ha ospitato la nona edizione richiamando soci da tutta Italia per una serata vissuta con grande goliardia e divertimento a piedi nudi sulla sabbia. Durante la serata è stato premiato il “piede più bello”, sia maschile che femminile, ma anche il “piede più brutto”, e si è conclusa con il regalo esclusivo di un paio di ciabatte infradito bianche con il logo del Club 41.

Presenti alla serata il presidente nazionale Riccardo Daziale, il past president Claudio Onofri, il vice presidente Antonio Merini, l’Iro Luca Colombo, i consiglieri nazionali Andrea Zerneri, Filippo Visocchi, Francesco Petrelli, Giovanni Tirabassi, l’editore nazionale Gabriele Turchi e il webmaster nazionale Mauro Molinari.

Dal presidente Castellano i ringraziamenti a tutti i partecipanti, in particolare ai presidenti del Club di Fermo, Teramo e Ancona e alla presidentessa del Club Agorà Ascoli, Laura Gibellieri. Ma il “White Party” non si è esaurito in una notte. Il giorno dopo, infatti, i soci del Club 41 sono stati ospiti del notaio Nazzareno Cappelli: party in piscina con le prelibatezze del "Ristorante Roma” di Amatrice.

g.c.

]]>
https://www.cronachepicene.it/2018/09/22/con-white-party-riparte-il-club-41/65728/feed/ 0 Andrea Ferretti
Samb, parla Magi: «A Teramo bisognerà essere forti nella testa, nel cuore e nelle gambe» https://www.cronachepicene.it/2018/09/22/samb-parla-magi-a-teramo-bisognera-essere-forti-nella-testa-nel-cuore-e-nelle-gambe/65709/ https://www.cronachepicene.it/2018/09/22/samb-parla-magi-a-teramo-bisognera-essere-forti-nella-testa-nel-cuore-e-nelle-gambe/65709/#respond Sat, 22 Sep 2018 15:22:24 +0000 https://www.cronachepicene.it/?p=65709

di Benedetto Marinangeli

E’ una Samb chiamata al riscatto quella che domenica 22 settembre (fischio d’inizio alle 18,30) sarà di scena al "Bonolis" di Teramo dopo la sconfitta casalinga con il Renate. «Dobbiamo aiutare i calciatori a superare le difficoltà -dice Beppe Magi- altrimenti daremo più vantaggi ai nostri avversari. Io sono a San Benedetto non solo per mettere in campo la migliore formazione possibile, ma anche per nascondere i difetti. Secondo me il nostro 4-3-3  è il più forte della categoria. Ora però devo capire, il più velocemente possibile, se continuare in questo progetto e  soprattutto devo mettere i giocatori nelle migliori condizioni. Ad inizio stagione la società mi ha proposto una programmazione e non si deve perdere di vista questo discorso per una sconfitta. Devo restare lucido e sereno e portare avanti questa squadra».

Mister Magi

Magi, cosa cambia rispetto alla gara con il Renate?
«All’esordio eravamo sulle ali dell’entusiasmo ed ho schierato un attacco importante per la categoria. Domani la nostra prestazione passerà attraverso la fiducia e l’autostima che è venuta un po’ a mancare ad inizio settimana. Martedì scorso i ragazzi erano abbattuti ma poi siamo ripartiti bene. Questo è un gruppo forte  che, però, ha bisogno di tempo per capire i suoi limiti e per migliorare. Ho sempre dichiarato che si deve fare il passo secondo la gamba, senza creare aspettative al di sopra di ciò che si può fare».
Anche il Teramo è smanioso di riscatto dopo il passo falso di Bolzano.
«Una gara particolarmente importante e difficile, un impegno che ci dà tanti stimoli. Tutto ciò che ci può spaventare ci carica a mille ed io devo essere bravo a dare alla squadra i giusti e dovuti input. Non bisognerà disunirsi nel caso in cui dovessimo passare in svantaggio ma vere una reazione diverse rispetto alla gara con il Renate. Se saremo al massimo possiamo giocarcela con tutti. Bisognerà essere forti nella testa, nel cuore, nelle gambe».
Magi, dobbiamo attenderci novità tattiche rispetto a domenica scorsa?
«Questa Samb è nata per il 4-3-3, non ci sono dubbi. Non è il caso di stravolgere tutto dopo una sconfitta. Ma non escludo, anche in corso di gara, un cambio di modulo. Sicuramente non si cambierà modulo perché qualcosa non ha funzionato. Anzi è mio il compito di capire quello che non ha girato per il verso giusto e di prendere le opportune decisioni».
Insomma, dalle parole di Magi si evince che anche al Bonolis la Samb scenderà in campo con il 4-3-3. L’unica variante potrebbe essere l’ingresso dell’ex Carlo Ilari a centrocampo al posto di Signori non ancora al top della condizione. Conferma, quindi, per Bove come playmaker con il tridente offensivo Russotto-Stanco-Calderini. In panchina tornerà Biondi mentre restano a San Benedetto Panaioli, Brunetti  De Paoli. Saranno circa 700 i tifosi rossoblù presenti al "Bonolis".
LE PARTITE DELA SECONDA GIORNATA: Rimini-Triestina (sabato ore 20,45). Domenica ore 14,30: Feralpi Salò-Fermana, Giana Erminio-Imolese, Ravenna-Sudtirol, Renate-Vicenza. Ore 18,30: Albinoleffe-Pordenone, Teramo-Samb, Virtus Comp.Verona- Monza, Vis Pesaro-Gubbio. Ternana-Fano rinviata.

Samb-Teramo è il derby degli ex Bagno di folla per la presentazione di “Ballarin, la Fossa dei Leoni”

]]>
https://www.cronachepicene.it/2018/09/22/samb-parla-magi-a-teramo-bisognera-essere-forti-nella-testa-nel-cuore-e-nelle-gambe/65709/feed/ 0
Amandola insorge: «Statale 210 impraticabile, il commissario intervenga» https://www.cronachepicene.it/2018/09/22/amandola-insorge-statale-210-impraticabile-il-commissario-intervenga/65721/ https://www.cronachepicene.it/2018/09/22/amandola-insorge-statale-210-impraticabile-il-commissario-intervenga/65721/#respond Sat, 22 Sep 2018 15:00:00 +0000 https://www.cronachepicene.it/?p=65721

Già dissestata e particolarmente lesionata in più punti, l’ex strada statale 210, nonché ex provinciale 239, a seguito degli eventi sismici del 2016, si è poi ulteriormente danneggiata. Il suo stato è in continuo aggravamento e le continue scosse sismiche, che si sono ripetute anche negli ultimi mesi, stanno peggiorando non poco la sua condizione.

Il primo cittadino di Amandola, Adolfo Marinangeli, insieme all’Amministrazione comunale, ha deciso di rivolgersi direttamente al commissario straordinario per la ricostruzione, così da chiedere un intervento urgente e risolutivo per la messa in sicurezza del tratto stradale.

Il tragitto in questione inizia dal limite del centro urbano e si snoda verso la frazione di San Ruffino, dove è ubicata la storica Abbazia dei Santi Vitale e Ruffino con l’omonimo lago. Sulla carreggiata sono presenti notevoli tratti in completo dissesto con avvallamenti e lesioni di grandi dimensioni oltre ad evidenti smottamenti verso valle che ne pregiudicano la sicurezza del tracciato.

«È una situazione non più accettabile – commenta Marinangeli – che necessita di un immediato intervento di miglioramento funzionale e di manutenzione straordinaria non più rinviabile. Negli anni passati la situazione del tratto stradale era già nota agli enti competenti e dal 2016 ad oggi, con la continua crisi sismica che ancora non sembra terminare, è peggiorata notevolmente ed è stata pregiudicata anche la viabilità ed in alcuni tratti non può essere garantita, a nostro parere, in pieno la sicurezza per gli automobilisti. La strada, da molti decenni, rappresenta l’unica arteria principale che collega tutta l’area della provincia di Fermo con l’area interna ed è il tratto più importante sia del territorio comunale che di tutta l’area montana. Gli abitanti di ogni paese ed ogni frazione che confinano con il Parco Nazionale dei Monti Sibillini, transitano giornalmente su questo tragitto sia per raggiungere le località vicine, che per dirigersi verso le zone del Fermano. L’infrastruttura, dunque, è caratterizzata da un forte traffico veicolare a tutte le ore del giorno, che comprende sia mezzi leggeri che pesanti».

Il sindaco, quindi, considerata la precarietà della situazione, ha chiesto l’ausilio del commissario straordinario per la ricostruzione e degli enti preposti alla viabilità, sollecitandoli ad intervenire urgentemente per la messa in sicurezza e ripavimentazione dell’Ex Strada Statale 210.

«Per le zone montane, per tutti i comuni dell’area interna e per la città di Amandola – conclude – è indispensabile e vitale rimanere in costante collegamento con la costa, con il Fermano e non solo, così da permettere ai turisti ed ai cittadini di altre località di frequentare nel migliore dei modi tutte le nostre zone turistiche, che sono in forte ripresa. È soprattutto da questo che una città ed un intero territorio possono ripartire: avere collegamenti sicuri, fruibili al fine di diminuire la distanza e facilitando i collegamenti».

]]>
https://www.cronachepicene.it/2018/09/22/amandola-insorge-statale-210-impraticabile-il-commissario-intervenga/65721/feed/ 0 Luca Capponi