Quantcast
facebook rss

Arrestati mentre spacciano droga, tre notti in carcere e ora divieto di dimora

SAN BENEDETTO - E' la decisione presa dal giudice del Tribunale di Ascoli nei confronti di un marocchino e un tunisino fermati e poi condotti a Marino del Tronto dai poliziotti del locale Commissariato dopo averli beccati mentre nel centro della città cedevano dosi di eroina a tossicodipendenti
...

 

Seguiti e poi sorpresi a spacciare eroina nel centro di San Benedetto. Arrestati e portati in carcere, ma in quello di Marino del Tronto sono rimasti appena tre notti: martedì 14, mercoledì 14 e giovedì 15. Comparsi davanti al giudice del Tribunale di Ascoli per la convalida degli arresti, questa mattina nei loro confronti è stato preso il provvedimento di “divieto di dimora nella provincia di Ascoli”.

 

Il Commissariato di Polizia di San Benedetto

I due, un marocchino e un tunisino che non sono sconosciuti alle Forze dell’ordine, e anche entrambi irregolari in Italia, sono stati notati a bordo di una vecchia Smart in Via Roma e Via San Martino che hanno poi parcheggiato per raggiungere a piedi Via Mentana.

 

Lì a due tossicodipendenti del luogo hanno consegnato alcuni involucri (poi rivelatesi quattro dosi di eroina) ricevendo denaro in cambio.

 

Alcuni agenti hanno bloccato i due “acquirenti”, altri i due stranieri che stavano raggiungendo la loro auto per andarsene. Perquisiti, addosso avevano dieci dosi termosaldate di eroina pronte per essere vendute. Uno dei due anche 700 euro. Droga e denaro sono stati sequestrati. La Smart è stata affidata in custodia giudiziale poichè sprovvista di assicurazione.

 

I due, privi di documenti, sono stati arrestati e condotti in Commissariato per le procedure di rito, quindi accompagnati al carcere ascolano del Marino. Oggi la convalida e il provvedimento.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X