facebook rss

Porto d’Ascoli risale, Grottammare 6° dopo lo stop

ECCELLENZA - Il punto sulle due squadre rivierasche dopo la nona giornata

di Benedetto Marinangeli

Il cambio di allenatore, Sante Alfonsi al posto dell’ esonerato Rosario Pergolizzi, fa bene al Porto d’Ascoli che a Loreto mette a segno la classica vittoria scacciacrisi. Un 4-1 inequivocabile che ha come protagonista il ventunenne attaccante ex Montegiorgio Matteo Minnozzi (foto a destra), autore di una tripletta. Cresciuto nelle giovanili dell’Ascoli, ha militato in D con Gubbio e Castelfidardo prima di approdare a Montegiorgio nella passata stagione. Con le 8 reti finora realizzate è il cannoniere principe del campionato di Eccellenza davanti agli esperti Cavaliere (Biagio Nazzaro) e Sbarbati (Montegiorgio). Minnozzi non può fare altro che crescere, avendo come compagni di squadra delle “vecchie volpi” dell’Eccellenza come Alessio Rosa e Andrea Bucchi. Il Porto d’Ascoli risale dunque la china dopo una partenza shock, ed attualmente si trova in piena zona play out. Non erano questi i presupposti con cui era partita la stagione del sodalizio biancoceleste. Sabato 11 novembre Rosa e compagni riceveranno al Ciarrocchi la Pergolese.

Grottammare – Urbania, fischio d’inizio

Il passo falso interno con l’Urbania, stoppa le velleità da quartieri alti del Grottammare. L’undici di Manolo Manoni, al sesto posto in classifica, è ad un punto dalla zona playoff dopo nove giornate disputate. Una squadra che esprime un buon calcio con il giusto mix di anziani e giovani. Su tutti il portiere Beni, l’attaccante Ludovisi ed il fantasista Iovannisci, senza dimenticare i difensori ex Samb Vallorani e Carminucci e la bandiera Davide Traini a centrocampo. Insomma, una squadra che può dire la sua in questo campionato di Eccellenza. Domenica prossima il Grottammare farà visita all’Atletico Gallo Colbordolo.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X