Quantcast
facebook rss

Dopo la pioggia è il giorno del fango,
in Riviera strade e quartieri da ripulire

MALTEMPO - Il sindaco Piunti ringrazia i volontari della Protezione civile che hanno supportato il personale comunale. Situazione critica a Ragnola, Porto D'Ascoli,
...

La protezione civile all’opera

L’eccezionale ondata di pioggia lascia ancora il segno a San Benedetto, soprattutto per le condizioni disagiate delle strade invase da fango e detriti. In base al report diffuso dal Comune, durante la notte, come avvenuto durante quella precedente, personale della Polizia Municipale e volontari della Protezione civile hanno presidiato le zone maggiormente sofferenti a causa delle intense precipitazioni che, con diversa intensità, hanno investito senza interruzione tutto il territorio comunale. Particolare attenzione è stata necessaria per la zona di Porto d’Ascoli dove i problemi maggiori si sono registrati nella zona della rotonda D’Acquisto e di via Mare (con temporanee interruzioni del traffico nel sottopasso) e in zona Agraria, dove sono stati tolti i segnali di divieto solo verso le 3 del mattino. Complessivamente il nostro personale ha operato senza interruzioni per 48 ore – ricorda il sindaco Pasqualino Piunti – e mi sento di rivolgere un particolare ringraziamento ai volontari di Protezione civile che hanno supportato in modo encomiabile i dipendenti reperibili in servizio.

Strade chiuse

Ora il problema è il fango e il pietrisco che, provenienti dai terreni sovrastanti, si sono accumulati in diverse zone – continua il primo cittadino – dalla zona di San Filippo Neri fino alla Salaria passando per via Sgattoni a Ragnola. Dalle prime ore del mattino comunque personale e mezzi di Picenambiente sono al lavoro per pulire le strade>.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X