Quantcast
facebook rss

Stoccate alla società e a Cardinaletti
Tribuna centrale “blindata”

ASCOLI - Il pomeriggio dei tifosi: prima la contestazione, poi di fianco alla squadra. Sarcasmo e striscioni rovesciati. Frecciate a Bellini
...

I tifosi in curva sud (Foto Sandro Perozzi)

di Renato Pierantozzi

Un brodino dopo una settimana da incubo. I tifosi non lo accolgono con diffidenza, applaudono il gruppo di Fiorin e guardano avanti non dimenticando di accusare la società per l’ultimo posto in classifica.
Come deciso nella riunione di martedì scorso a Porta Cappuccina, i sostenitori del Picchio hanno seguito in religioso silenzio le fasi di riscaldamento e l’inizio della gara. Striscioni rovesciati in segno di protesta e bandiere non esposte: il primo coro della sud è stato rivolto alla società (“Questa società non ci merita”), poi all’amministratore unico Andrea Cardinaletti invitato senza mezzi termini ad andarsene.
E’ seguito un striscione carico di sarcasmo (“Ragioniè, ecco svelati i projetti”, con la j di Juventus) poi, al 15’ il cambio di passo: fumogeni, sciarpe al vento e cori solo per la squadra, chiamata ad un altro miracolo sportivo senza quell’Enzo Maresca che era stato fortemente voluto fin dal giugno scorso nonostante le legittime perplessità di buona parte della piazza.

All’inizio della ripresa, altro striscione con su scritto “I tifosi non ti hanno chiesto mai niente, solo rispetto per l’Ascoli e la sua gente”, accompagnato dall’invito rivolto al presidente a non dimenticarlo. Il riferimento va alle affermazioni rilasciate dopo la disfatta di sette giorni fa a Parma. Nel finale i cinquemila del “Del Duca” hanno sperato nel colpo dopo l’ingresso di Perez, nonostante i bianconeri fossero scesi di tono. Prima del recupero l’ultimo avviso su carta sulle cessioni di Favilli e Orsolini, col raccolto non investito per rafforzare la squadra. Blindata la tribuna vip blindata con un contingente di almeno 15 steward rimasti seduti durante la partita e poi alzatisi in piedi all’intervallo come una sorta di barriere per evitare che dai settori laterali qualcuno potesse recarsi dove ci sono le poltroncine gialle.

Gli steward in tribuna (foto Perozzi)


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X