facebook rss

Luca Innocenzi, recordman
della Quintana, premiato
“Miglior cavaliere dell’anno”

ASCOLI - In Pinacoteca riconoscimenti anche ai binomi cavaliere-cavallo, proprietari di cavalli, amazzoni, under 18. Il saluto del sindaco Castelli e del presidente della Quintana, Massetti. Roberto Parnetti ideatore dell'evento

Roberto Parnetti (primo in piedi a sinistra), il sindaco Guido Castelli (penultimo in piedi a destra) e Massimo Massetti (ultimo in piedi a destra) con tutti i premiati: al centro, in piedi, Luca Innocenzi “miglior cavaliere 2017”

(fotoservizio di Andrea Vagnoni)

Nonostante il freddo, una platea numerosa ha seguito nella Sala della Vittoria della Pinacoteca di Ascoli, a Palazzo Arengo,(cava la cerimonia di premiazione del “Miglior cavaliere dell’anno”, prima edizione datata 2017 ideata da Roberto Parnetti di Arezzo, giornalista, scrittore, esperto di rievocazioni storiche.

Luca Innocenzi

Evento che nasce per festeggiare il decennale (nacque nel 2007) del progetto nazionale “Si dia inizio al Torneamento – Giostre, Quintane e Palii d’Italia” ideato e portato avanti dallo stesso Parnetti. Il premio ha visto in lizza tutti i cavalieri che nel corso dell’anno si sono cimentati, ovviamente anche vincendole, Giostre e Quintane, tra cui ovviamente anche quella di Ascoli.

Tra gli enti patrocinatori non potevano non mancare il Comune di Ascoli e il Consiglio degli Anziani della Quintana di Ascoli, rappresentati dai loro massimi esponenti: il sindaco Guido Castelli e il presidente Massimo Massetti.

Willer Giacomoni premiato da Massimo Massetti e Antonella Palumbo

In totale sono state censite ben 70 manifestazioni, di cui 58 Giostre storiche e 12 Giostre non storiche. Come una vera e propria “Notte degli Oscar” sono state stilate delle nomination per ognuna delle categorie in gara: Binomio (cavaliere/cavallo) più vittorioso (81 quelli votati), Proprietari cavalli più vittoriosi, Migliore Amazzone (14 in graduatoria), Miglior Giovane Under 18 (12 ragazzi in gara), Miglior cavaliere (77 quelli presenti in classifica).

Binomio più vittorioso: ex aequo Luca Innocenzi di Foligno che ha vinto entrambe le Quintane di Ascoli rafforzando il record e portandolo a 11 successi in sella a Try Your Luck e Lorenzo Desimone di Bibiano (Reggio Emilia) su Jhonn.

Niccolò Parnetti, 16 anni, premiato da Giuseppe Barolo presidente Figs

Proprietari cavalli più vittoriosi: Manfredo Orazi e Marcello Merelli con 4 vittorie tra cui le due Quintane di Ascoli.

Miglior Amazzone: 1) Chiara Grillini di Pistoia 10 punti, 2) Nicoletta Vari di Velletri 9 punti, 3) Chiara Provenzano di Pistoia 3 punti.

Miglior Giovane Under 18: 1) Niccolò Parnetti di Arezzo con 17 punti (istruttore Enrico Giusti della “Scuderia Lady” di Arezzo), 2) Lorenzo Melosso di Ascoli con 16 punti (secondo cavaliere del Sestiere di Porta Romana, istruttore il padre Franco di “Piceno Horse” di Ascoli), 3) Tommaso Suadoni di Narni con 15 punti (istruttore Diego Cipiccia della Scuderia del “Terziere Santa Maria” di Narni).

Secondo classificato come “miglior under 18” l’ascolano Lorenzo Melosso

Miglior Cavaliere 2017: 1) Luca Innocenzi di Foligno con 40 punti, 2) Diego Cipiccia di Narni con 24 punti, 3) Willer Giacomoni di Faenza (vinse ad Ascoli la Quintana nel luglio 2002 con Porta Solestà) con 13 punti.

Un premio speciale alla “Miglior Scuderia” è stato assegnato a quella del Terziere di Santa Maria della Giostra all’anello di Narni.

Tra le autorità presenti, il presidente della Federazione Italiana Giochi Storici (Figs) Giuseppe Barolo di Asti e la presidente della Federazione Italiana Sbandieratori (Fisb) Antonella Palumbo di Cava dei Tirreni (Salerno), ma c’erano anche tanti rappresentanti delle varie rievocazioni storiche a cavallo d’Italia, membri del Consiglio degli Anziani e del Comitato degli Esperti della Quintana, consoli, caposestieri e tanti quintanari, oltre a rappresentanti del Castello di Arquata al quale Parnetti – in veste di presidente della Giostra dei Rioni di Olmo (Arezzo) organizzò una “catena” di solidarietà raccogliendo la cifra necessaria per poter realizzare e quindi donare ad Arquata del Tronto il costume che nelle Quintane 2017 è stato indossato dalla castellana.

Da sinistra: Andrea Ferretti, Roberto Parnetti, il sindaco Guido Castelli, Massimo Massetti

Moderatore dell’evento l’ascolano Andrea Ferretti, giornalista, scrittore, quintanaro ed esperto di rievocazioni storiche. Ferretti ha ricordato la figura di Giacinto Federici, ascolano, storico segretario dell’Ente Quintana nonchè colonna portante della Federazione Italiana Giochi Storici, scomparso lo scorso anno.

 

 

 

Il saluto del sindaco di Ascoli Piceno, Guido Castelli

Gli under 18 Lorenzo Melosso di Ascoli, Tommaso Suadoni di Narni e Niccolò Parnetti di Arezzo

Premiati anche i proprietari dei cavalli più vincenti

Diego Cipiccia di Narni riceve il premio dal sindaco Castelli

Parnetti consegna il premio alla “amazzone” Nicoletta Vari di Velletri

Il 16enne Tommaso Suadoni di Narni con il presidente della Quintana di Ascoli, Massimo Massetti

La Sala della Vittoria della Pinacoteca gremita: addetti ai lavori sono giunti da tutta Italia


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X