Quantcast
facebook rss

Natale a Monteprandone
Presepi, mostre ed happy hour

LE INIZIATIVE - Venerdì 8 dicembre il via con la Mostra Nazionale di Arte Presepiale a Palazzo Parissi. Tre domeniche dedicate all'aperitivo itinerante. Sabato 9 mostra sulla Sibilla
...

Natale a tutto gas per Monteprandone, tra presepi, mostre e aperitivi itineranti. Il fitto programma parte venerdì 8 dicembre alle 15,30 con l’apertura della 23esima “Mostra Nazionale di Arte Presepiale” curata dalle associazioni “Segui la Cometa” e “Monsignor Eugenio Massi”, in collaborazione con la Pro loco. Oltre cinquanta natività saranno esposte al pubblico nella storica cornice di Palazzo Parissi, realizzate anche dagli allievi dell’Accademia del presepe. La mostra ospita anche finissimi pezzi provenienti da diverse regioni d’Italia. Si tratta di opere di artisti d’eccezione come Ivano Vecchio (Catania), Felix Presepi (Reggio Calabria), Gianfranco Cupelli (Amantea), Giacinto Gentile (Massafra), Francesco Sciannameo (Trani), Gianni Parisi (Barletta), Ciro Cefariello (Ercolano), Pierluigi D’Alessio (Napoli), Valter Contin (Venezia), Claudio de Lucchi (Udine), Sergio Pala (Milano). Sette opere provengono dal Lazio, cinque dall’Umbria, a cui si aggiungono i 25 presepisti locali, i quali hanno modellato, scolpito e dipinto scenari curati in ogni minimo dettaglio, dalle mura di mattoni alle teste delle fontane storiche. L’associazione “Segui la cometa”, oltre ad allestire la mostra, ha anche promosso la collaborazione con le parrocchie, i privati cittadini e le attività commerciali, per creare un vero e proprio percorso presepiale. Del circuito fa parte anche l’esposizione curata da padre Nicola Iachini presso il Santuario di San Giacomo della Marca. Grazie al suo lungo e laborioso impegno, nel chiostro è possibile ammirare 715 presepi provenienti da tutto il mondo. L’Accademia del presepe, che fa capo al presepista multimateriale Giovanni Rosati in collaborazione con Adriano Giacinti, tecnica catalana, polistirolo e gesso, è stata inaugurata solo cinque anni fa, ha raggiunto notevoli risultati, sia nella preparazione degli allievi che nella condivisione e nello scambio di opere d’arte con altre associazioni nazionali. La Mostra di Arte Presepiale “Segui la Cometa” è visitabile dall’8 al 24 dicembre, dalle 15,30 alle 19,30 sabato e domenica; dal 25 dicembre al 7 gennaio, dalle 15,30 alle 19,30 tutti i giorni.

La presentazione di “Le Natalizie”

“Le Natalizie” rappresenta invece l’assoluta novità. L’esordio avverrà domenica 10 dicembre (ed andrà avanti anche il 17 ed il 26) con un aperitivo itinerante legato alle tradizioni culinarie natalizie marchigiane, in pieno centro (inizio alle 17). Nove tappe in sei location selezionate per storia, tradizione, gastronomia ed arte, come il Museo civico dei codici di San Giacomo della Marca, l’atelier di Sonia Novelli, lo Spaziomohoc di Nazareno Luciani. In ogni location sarà proposta una sfiziosa degustazione a tema natalizio con tanto di musica dal vivo; per l’occasione si esibirà il maestro Giacomo Lelli e The Lady and the Tramps. L’iniziativa, che prevede anche pacchetti turistici e spazi per bambini, è voluta dagli abitanti e commercianti del centro storico, con il patrocinio e contributo del Comune di Monteprandone, della Regione Marche e della BCC Picena Truentina. Per partecipare a “Le Natalizie” basta recarsi all’Aperipoint presso Iat del Borgo di Monteprandone e acquistare il coupon.

Infine ecco la mostra realizzata dall’associazione Auser e dedicata alla mitica Sibilla. L’appuntamento è per sabato 9 dicembre alle 17 presso il Centro Pacetti nella sala Auditorium, in via San Giacomo 107 a Monteprandone. Esporranno le loro opere gli artisti Emanuele Califano, Assunta Cassa, Claudia Cundari, Andrea Fusco, Carlo Gentili, Tiziana Marchionni, Emidio Mozzoni, Gabriele Partemi, Miriam Pasquali, Luigi Pierantozzi, Carina Pieroni, Italo Pulcini, Giulietta Straccia, Giorgina Violoni. Le opere sono state realizzate con l’uso di svariate tecniche: olio su tela, tempera su carta, acquerello, scultura su legno, incisione su roccia, ceramica, fotografia.

L’evento rappresenta uno slancio creativo e un ideale abbraccio degli artisti alla popolazione colpita dal terremoto di un anno fa. Terremoto che ha interessato i Monti Sibillini ove r-esiste la figura della Sibilla. Profetessa, principessa, maga, manifestazione della Grande Madre che come tale non può dimenticare i figli della sua terra. Americo Marconi, autore del libro La Sibilla, edito da Marte editrice, realizzerà una proiezione avvalendosi delle opere degli artisti per illustrare miti, leggende e culti nei luoghi della Sibilla. Introdurrà la poetessa e pittrice Miriam Pasquali. Voce recitante di Sara Palladini. Il gruppo folkloristico A Randerchitte allieterà l’incontro eseguendo suoni e danze del saltarello, da sempre il ballo delle fate. Ingresso gratuito.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X