Quantcast
facebook rss

Quattro milioni per la Rocca di Arquata
Fondi anche per l’acquedotto di Pescara
Tutte le opere nei Comuni del Piceno

LAVORI - Iniezione da 100 milioni di euro per far tornare il Piceno alla situazione pre-sisma. Ad Ascoli risorse per la palazzina del servizio finanziario dell'Arengo mentre a San Benedetto risorse per l'Ipsia Guastaferro e il Commerciale Capriotti
...

 

Sullo sfondo la Rocca di Arquata rimasta in piedi ma seriamente danneggiata dal sisma

Il piano presentato dalla vice presidente Anna Casini non riguarda solo il capoluogo piceno e le sue scuole. In totale, infatti, sono previsti 66 interventi (32 scuole, 10 municipi e 24 opere pubbliche) nel Piceno. Quindici interventi riguardano i Comuni più danneggiati dal sisma come Arquata (4 per 11 milioni) e Montegallo (11 opere per 5,95 milioni).

Anna Casini

Ecco nel dettaglio tutti gli interventi inseriti nella griglia messa a punto dall’Ufficio speciale ricostruzione – Sisma 2016. Ad Acquasanta arrivano 1,9 milioni per il municipio, oltre a 50.000 euro per il completamento dei basamenti dei moduli abitativi e 91.130 per il teatro comunale. Ad Arquata invece il pacchetto delle opere è corposo: 4 milioni per la Rocca medievale del capoluogo rimasta in piedi, ma duramente ferita dal sisma; 2 milioni per la chiesa di san Francesco a Borgo, altrettanto per il completamento dei cimiteri (riaperti ma bisognosi di ristrutturazione) e 3 milioni per la struttura ricettiva Casa dei due parchi sempre a Borgo. Altre risorse andranno al rifugio del parco nazionale dei Sibillini di Colle Le Cese (836.504 euro) e alla condotta idrica adduttrice in calcestruzzo nel tratto Pescara del Tronto – Vezzano (1.821.000). Ad Ascoli oltre alle scuole sono stati stanziati fondi per palazzo Catenacci (1.122.000) in corso Mazzini che ospita attualmente la Guardia di Finanza oltre a 2 milioni di euro per la sede del servizio finanziario del comune in piazza Arringo. A Castignano fondi per l’ex scuola di san Venanzo (908.417 euro), mentre a Colli del Tronto saranno finanziati il plesso della scuola elementare (117.374 euro) e la nuova sede del centro operativo protezione civile e uffici comunali (511.187 euro). A Comunanza okay ai progetti per l’asilo nido Bianconiglio (200.000), l’ex Ipsia e laboratori (600.000 euro) e la struttura ricettiva di Pantabete (1.500.000), mentre a Cossignano l’intervento riguarda la palestra comunale (405.064). Fondi anche per Folignano: per la scuola media “Villa Pigna” (blocchi nord e sud) per 2.260.000 euro e per la scuola dell’infanzia sempre di Villa Pigna (aule, teatro, palestra, cucina, mensa) pari a 2.100.000 euro. Sarà rifatto anche il municipio al capoluogo (2.250.000) e gli spogliatoi del palaRozzi (15.000). A Force interventi per il municipio (1.500.000) e il villino Verrucci (391.000), mentre a Maltignano i fondi serviranno per i loculi del cimitero (95.000). A Montalto arrivano quasi 4 milioni (3.874.820 euro) per la sede comunale e 226.300 euro per la casa di riposo. Corposi gli interventi a Montegallo, duramente colpito dal sisma. Si finanziano la casa vacanza La Valle (980.000), i cimiteri di santa Croce (390.000), Castro (177.500), Abetito (93.000) e santa Maria in Lapide (380.000) oltre al palazzetto Branconi (115.000), il centro di aggregazione (680.000), l’ostello grande anello dei Sibillini (320.000), gli spogliatoi del campo sportivo (320.000) e il completamento delle aree per le casette (215.000). A Montemonaco risorse per le case popolari in località Ariconi (450.000), mura castellane (1.300.000) e il cimitero del capoluogo (350.000); ad Offida interventi per l’Istituto comprensivo (1.850.000), municipio (2.000.000) e chiesa di Sant’Agostino (2.450.000); a Palmiano si interviene sul cimitero di castel san Pietro (100.417). A Roccaflivione fondi per il cimitero del capoluogo (230.000), mentre a Rotella arrivano le risorse per la sede del municipio (2.603.760) e il cimitero di Castel di Croce (255.376). Maxi intervento a Venarotta per la sede municipale-farmacia-croce verde (4.225.953) e l’ex mattatoio (201.906) ora sede dell’officina comunale. Finanziate anche opere nei Comuni al di fuori del cratere. A Carassai il cimitero del capoluogo (182.315); a Cupra Marittima l’istituto scolastico comprensivo – corpo A (746.800) e il palazzo municipale (998.304); a Monsampolo la scuola materna in frazione Stella (63.540) a Monteprandone il palazzo comunale-biblioteca-archivio storico (1.550.000); a Ripatransone il palazzo comunale (600.000); a San Benedetto l’Ipsia Guastaferro (1.423.000) e l’Itc Capriotti (480.000) e infine a Spinetoli la palestra della media Giovanni XXIII per 500.000 euro.

Re.Pie.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X