Quantcast
facebook rss

Rilancio delle aree interne,
la strategia è pronta a partire

FONDI - In arrivo finanziamenti per oltre 8 milioni di euro per servizi sanitari, trasporti, scuole e banda larga. Coinvolti Acquasanta Terme, Arquata del Tronto, Carassai, Castignano, Comunanza, Cossignano, Force, Montalto delle Marche, Montedinove, Montegallo, Montemonaco, Offida, Palmiano, Roccafluvione, Rotella
...

I sindaci dell’Unione del Tronto Valfluvione

La Strategia Nazionale per le Aree Interne del Piceno, che porterà all’accordo di programma quadro per le zone situate nel cratere sismico è ad un passo della sua concreta attuazione. L’ Unione Montata del Tronto e Valfluvione, capofila di 15 comuni coinvolti e il Gal Piceno con il gruppo tecnico di lavoro, negli ultimi mesi hanno infatti spinto l’acceleratore per costruire una strategia innovativa e condivisa, finalizzata allo sviluppo del territorio in senso turistico, economico e sociale. Particolarmente importante e ricco di risultati l’ incontro tenutosi in Regione Marche proprio questa settimana sul tema delle gestioni associate, dove non solo sono state presentate le azioni strategiche del percorso ma anche il progetto di un’aggregazione aggiudicataria del bando POR FESR “Servizi di E-government“ inerenti la gestione dei servizi banda larga. Un’attività progettuale che vede insieme il Comune di San Benedetto del Tronto come capofila, l’Unione Montana del Tronto e Valfluvione e 14 dei Comuni dell’ area pilota del Piceno. Il percorso progettuale proseguirà spedito con una serie di incontri tematici su Sanità, Trasporti e Sviluppo con i referenti nazionali, regionali, gli amministratori locali ed il gruppo di lavoro, che si svolgeranno la prossima settimana al fine di concludere la fase di ascolto territoriale. «Si tratta questo di un passaggio essenziale dal punto di vista dei soggetti chiave del territorio – spiega il presidente dell’Unione Montana del Tronto e Valfluvione Giuseppe Amici – che si espliciterà con workshop operativi, incentrati sull’ascolto dei fabbisogni dal basso con l’obiettivo di approfondire gli scenari pre e post sisma, per comprende in che modo ricostruire il “futuro” dei territori piceni»


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X