facebook rss

«Periodo duro, ora la ripresa»
L’augurio del prefetto Stentella
Foto e video

ASCOLI - Si è svolto il classico brindisi pre natalizio in Prefettura. Riunite tutte le istituzioni del territorio, dalle forze dell'ordine fino all'Università. Topica collettiva durante l'esecuzione dell'Inno d'Italia

di Luca Capponi 

(foto e video di Andrea Vagnoni)

Lo splendido Salone De Carolis c’era, finalmente restituito alla piena fruibilità dopo le lesioni del terremoto. Le autorità del territorio pure, al gran completo: sindaci, presidente della Provincia, vicepresidente della Regione, forze di polizia, Vigili del Fuoco, Esercito, Capitaneria di Porto; e poi, ancora, Diocesi, Protezione Civile, Università, rappresentanti del mondo imprenditoriale ed economico. A mancare, forse, un po’ di determinazione in più nel tenere il tempo (e pure le parole) dell’Inno d’Italia, tanto che a un certo punto l’improvvisato coro si è leggermente… incartato, come testimoniato dal video. Poco male, se non fossimo proprio nel Palazzo del Governo…

L’esecuzione dell’Inno di Mameli

Proprio lì nella tarda serata di martedì 19 dicembre si è svolta la tradizionale cerimonia dello scambio di auguri natalizi organizzata dal prefetto Rita Stentella, che per l’occasione ha riunito istituzioni e rappresentanze della società civile e religiosa all’interno delle sale di piazza Simonetti. Accoglienza, Inno di Mameli e discorso di rito, poi il tintinnare dei calici. Curiosità: il dolce è stato realizzato dal mitico chef de “Il tiglio” di Montemonaco Enrico Mazzaroni. 

Ecco il testo del discorso del prefetto.
“L’incontro di questa sera assume un significato particolare in quanto, a poco più di un anno dai tragici eventi che dal 24 agosto 2016 hanno duramente colpito la nostra provincia, siamo riusciti a riaprire le porte di questo splendido salone restituendolo alla sua funzione istituzionale a beneficio della comunità picena. Desidero, dunque, ringraziare il presidente della Provincia D’Erasmo per aver condiviso l’impegno e per la collaborazione prestata nella esecuzione dei lavori di messa in sicurezza. Ringrazio l’impresa appaltatrice e le maestranze tutte che con grande responsabilità hanno lavorato per consentire questo momento.
Il periodo trascorso è stato difficile e molto impegnativo. Tuttavia, grazie a un lavoro di squadra svolto in sinergia sono state superate le delicate fasi delle emergenze ed è stato garantito il mantenimento dell’ordine pubblico e la coesione sociale. Ringrazio, ancora una volta, tutti coloro che mi hanno supportato ed affiancato in questi lunghi mesi di incessante lavoro affrontando giornalmente le molteplici problematiche, cercando sempre di contemperare le esigenze umanitarie e sociali con quelle del territorio, operando sempre con professionalità ed abnegazione.
Oggi alcuni riscontri positivi come l’avvio dei lavori di ripristino della viabilità, la regolare ripresa dell’attività scolastica, l’apertura dello stabilimento del gruppo Della Valle ad Arquata del Tronto, la recente iniziativa della Barilla nei confronti degli agricoltori locali, lasciano ben sperare per il futuro. Sono segnali che, unitamente ad altre iniziative che si stanno sviluppando, contribuiranno senz’altro alla rinascita ed al rilancio dell’economia del territorio.

Il prefetto Stentella ed il vescovo di Ascoli Giovanni D’Ercole

La nostra attenzione deve, comunque, rimanere alta: le rilevanti risorse finanziarie stanziate dal Governo, infatti, impongono, nella delicata fase della ricostruzione, da parte mia e di tutti gli altri attori istituzionali preposti, una decisa e costante azione di monitoraggio e controllo sui lavori nel rispetto della trasparenza e legalità.
Questo è, infatti, un territorio sano, il cui tessuto sociale ed economico, composto di gente operosa e tenace che custodisce gelosamente i valori della cultura, dell’etica e delle tradizioni locali, deve essere in ogni modo salvaguardato.
A tale proposito, mi piace ricordare, infine, che la città di Ascoli Piceno, nonostante le avversità subite, è risalita di ben 27 posizioni nell’ultima classifica della qualità della vita pubblicata dal “Sole 24 ore” collocandosi al 15° posto e risultando la prima città sul piano dell’innovazione per l’attivazione di “start-up”.
Con questa annotazione positiva, ringrazio tutti i presenti ed esprimo un grato e sincero plauso a quanti hanno collaborato per la riuscita di questo evento che rappresenta per tutti noi un’ occasione di stimolo per adoperarci al meglio in favore di questo splendido territorio.
Rivolgo a voi tutti ed alle vostre famiglie gli auguri più sinceri per un sereno Natale ed un felice anno nuovo“.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X