Quantcast
facebook rss

I furti nella notte si moltiplicano
e diventano una piaga
nella “vallata della spaccata”

CASTEL DI LAMA - La "firma" è di quella che ormai può essere definita una banda organizzata. Identico il copione: vetrina in frantumi e bottino razziato in meno di tre minuti. In pochi chilometri una sfilza di casi
...

Ancora un colpo nella vallata del Tronto, ormai soprannominata “la vallata della spaccata”. Dopo i ripetuti ravvicinati colpi messi a segno nell’area di servizio “Siriogrill Piceno Nord” lungo la superstrada, e dopo aver razziato in loghi diversi nella zona industriale (in un caso i ladri sono stati arrestati dai carabinieri che li hanno sorpresi mentre rubavano cavi contenenti rame) i ladri sono tornati a colpire a pochissimi chilometri ed hanno preso di mira il bar della frazione Sambuco.

Il copione sempre lo stesso: di giorno si fingono clienti e visionano il locale, poi controllano se c’è e come è posizionata la videosorveglianza interna ed esterna dell’attività prescelta, quindi nel cuore della notte entrano in azione con un colpo che dura al massimo tre minuti, come in quest’ultimo caso. Spaccata la vetrina, o forzata la porta (in questo caso la solita spaccata), una volta dentro arraffano i soldi rimasti nel registratore di cassa, sigarette, gratta e vinci e magari anche qualche bottiglia per festeggiare quando tornano nel loro covo.

Al bar di Sambuco i danni ammontano alla vetrina da sostituire più 3.000 euro di sigarette. E’ il conteggio fatto dal titolare, giunto sul posto dopo che era scattato l’allarme. Troppo tardi: non c’era più niente, nè ladri nè sigarette. Alcuni residenti sembra abbiano sentito il rumore della vetrina che andava in frantumi: troppo poco. Le indagini sono in mano ai carabinieri che stanno cercando di smascherare quella che è a questo punto può essere a giusta ragione considerata una banda organizzata di quelle che si spostano lungo la penisola scegliendo le zone più idonee (per loro) per mettere a segno i furti. 

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X