Quantcast
facebook rss

Una papera di Ragni
Primo gol stagionale di Bianchi
Baldini entra subito in partita

LE PAGELLE - Il portiere prova a respingere con il piede il tiro di Crescenzi ma colpisce male. Mogos lotta nonostante i punti di sutura sulla fronte. Bene Baldini nel finale. L’arbitro Baroni non convince  
...

Bright Addae, accantonato per mesi da Maresca, è stato uno dei migliori (Foto Sandro Perozzi)

di Bruno Ferretti

Il grave errore del portiere bianconero Ragni, il primo gol stagionale di Bianchi, il palo colpito da Baldini a tre minuti dalla fine, dopo la traversa centrata dal Pescara con il tiro di Valzania, deviato. E infine l’espulsione nel recupero di Padella. Ecco le note salienti delle pagelle bianconere.

RAGNI (4,5) – Cosmi gli concede fiducia e lo conferma in porta al posto del titolare Lanni, relegato in panchina. Ma il secondo portiere la combina grossa facendosi infilare da Crescenzi. Sul tiro da lontano prova a respingere col piede destro ma non colpisce e regala il vantaggio al Pescara. Niente altro da aggiungere.

DE SANTIS (6) – Giocando con una certa continuità, il difensore giunto dalle giovanili del Milan, sta acquistando maggiore sicurezza. Fa l’essenziale con semplicità e non commette errori.

PADELLA (6) – In assenza di Mengoni viene confermato centrale nella difesa a tre. Tiene d’occhio soprattutto Pettinari, punta centrale del Pescara. La sua partita è guastata dall’espulsione (per doppio giallo) nel recupero. Salterà per squalifica la partita di Brescia.

GIGLIOTTI (6) – Partita senza infamia e senza lode per il difensore di sinistra. Rischia l’autogol deviando il tiro di Valzania: il pallone scavalca Ragni ma si stampa sulla traversa.

MOGOS (6,5) – Il rumeno va in campo con la fronte fasciata causa i punti di sutura messi il giorno prima dopo uno scontro in allenamento. Gioca con coraggio e corre tantissimo, avanti e dietro, sulla fascia. Esce stremato a metà ripresa dopo aver dato tutto. Ammonito.

ADDAE (7) – Forse l migliore dell’Ascoli. Gioca con particolare intensità senza mai mollare di un centimetro. Lotta con grinta in ogni zona del campo facendosi perdonare qualche passaggio fuori misura. Nel finale ci prova dal limite ma Fiorillo gli nega il gol con una gran parata.

Su Perez forse c’era un rigore, ma ha rimediato un cartellino giallo (Foto Perozzi)

BUZZEGOLI (6,5) – Ordina la manovra a centrocampo con buona sicurezza dimostrando di conoscere il proprio mestiere. Mette la sua esperienza al servizio della squadra. E’ suo il cross calibrato da cui nasce il gol del pareggio ascolano e prova anche a concludere ma senza esito.

BIANCHI (7) – Con un colpo di testa non forte ma calibrato, il centrocampista supera Fiorillo e consente all’Ascoli di raggiungere il Pescara. Primo gol stagionale, secondo assoluto dopo quello della salvezza nella penultima partita del passato campionato a Bari. Gli capita una bella occasione nel primo tempo ma la sciupa.

CINAGLIA (6) – Era un difensore centrale che poteva giocare anche nel ruolo di terzino destro. Adesso, per necessità, gioca a sinistra e spesso -avanzando- diventa attaccante esterno. Mostra utile duttilità. Quando entra Pinto passa a destra.

VARELA (6,5) – Primo tempo in sordina, più concentrato e attivo nella ripresa quando sviluppa alcune buone trame offensive che però non si concretizzano. Con le qualità tecniche ha potrebbe certamente fare qualcosa di più.

PEREZ (5,5) – Gioca un’ora come prima punta poi, quando finisce la benzina, cede il posto a Baldini. L’impegno è massimo, va in pressing sui difensori avversari, ma non riesce mai a rendersi pericoloso. Quando cerca un rigore… viene ammonito.

Carpani in campo solo negli ultimi minuti (Foto Sandro Perozzi)

PINTO (5,5) – Entra al posto di Mogos ma fatica a contenere Valzania che gioca dalla sua parte. Il terzino bianconero non riesce a mettere a frutto la sua freschezza. Ammonito.

BALDINI (7) – Gioca l’ultimo quarto d’ora più 5 minuti di recupero e mette in crisi la difesa abruzzese. Serve un assist ad Addae, colpisce il palo da lontano e costringe il portiere a una difficile parata in tuffo.

CARPANI (s.v.) – Cosmi lo tiene in panchina mandandolo in campo solo nel finale per rinforzare il centrocampo. Meriterebbe più spazio ma accetta le decisioni del tecnico sperando di conquistare la sua fiducia.

ARBITRO: Baroni di Fienze 5.

PESCARA: Fiorillo 6; Crescenzi 7, Bovo 6, Coda 6, Mazzotta 6,5 (Elizalde sv); Coulibaly (6,5 (Valzania 6), Carraro 6, Brugman 6; Mancuso 5, Pettinari 5 (Del Sole sv), Benali 5,5. Allenatore: Zeman 6.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X