Quantcast
facebook rss

Natale, dopo la corsa all’ultimo regalo
arriva lo spettacolo dei presepi
La mappa

FESTA - Il giorno più atteso dell'anno tra sacro e profano, tra doni acquistati in extremis e una ricorrenza religiosa che tenta di fuggire dallo spirito consumistico. Assalto ai centri commerciali, meno ai negozi cittadini. Da oggi maratona delle natività: ecco orari e luoghi. La novità della rappresentazione vivente di Poggio Canoso. Babbo Natale nel reparto Pediatria dell'ospedale Mazzoni. Gospel in rampa di lancio e maiolicari sugli scudi
...

Lo staff di Pediatria si prepara per la distribuzione dei doni ai bambini ricoverati nel reparto

di Luca Capponi 

Natale, tempo di sacro…ma anche di profano. Quando la corsa al regalo si mescola inevitabilmente con una festa che tutto ha di religioso. Così, da una parte c’è stata la vigilia con i suoi ritmi consumistici incalzanti, dall’altra i presepi, le funzioni, i richiami agli insegnamenti di Gesù. Ad Ascoli, come d’altronde nel resto della provincia, ci si è affannati per l’ultimo dono e, per tutta la giornata del 24, ad essere presi maggiormente d’assalto sono stati negozi cittadini e centri commerciali.

Villaggio di Natale a Piazza Arringo

A giudicare, con una netta vittoria di quest’ultimi. Intorno alle 14, infatti, piazza Arringo (dove ci sono la pista di ghiaccio, le casette di legno con prodotti tipici e, a pochi passi, il mercatino della stella) e piazza del Popolo erano più o meno come si vede nelle foto, fatte salve la mattinata e le ore del tardo pomeriggio, queste sì con una migliore presenza. Altra solfa al centro commerciale “Al Battente”, così come nel vicino “Città delle stelle” e nel nuovo “Firmus” a Castel di Lama. L’impressione è che, se fossero stati aperti anche il giorno di Natale, qualcuno non avrebbe esitato a fiondarsi in quelle “piazze” coperte e riscaldate.

Il centro commerciale “Al Battente” pieno di auto

Così, oltre agli immancabili convivi tra parenti ed amici, l’appuntamento fisso del Santo Natale resta quello della messa di mezzanotte in Cattedrale (e nelle varie parrocchie) e, oggi, sempre in Duomo con la celebrazione del solenne pontificale “In Nativitate Domini” del vescovo Giovanni D’Ercole. Stamattina lo stesso vescovo è stato nella Casa Circondariale di Marino del Tronto per la celebrazione della Messa dell’Aurora in mezzo ai detenuti.

Senza dimenticare i presepi, viventi e non, la cui gran parte verrà inaugurata proprio oggi. E qui il calendario è davvero ricco grazie alla versione invernale del progetto “Chiese Aperte”, che apre gli edifici di culto alla fruizione costante. Lunghissima infatti la lista dei siti dove verranno allestite le natività: in primis la Cattedrale col suo presepe artistico napoletano che sarà visibile fino al 14 gennaio (feriale 7-13/15,30-19, festivo orario continuato). Poi il Giardino vescovile, sempre aperto e con presepe visibile da Largo Manzoni fino al 7 gennaio; la chiesa Madonna del Carmine col presepe in movimento/presepe Ascoli in miniatura presente fino al 7 gennaio (dalle 17 alle 19, il sabato dopo la messa); nella chiesa di San Francesco la natività sarà in loco fino al 7 gennaio (6,30-12/15,15-18,45); al tempietto di Sant’Emidio Rosso sempre fino al 7 gennaio con orari 8-19, così come nella parrocchia del Santissimo Crocifisso di Porta Romana. A San Giacomo della Marca, oltre al presepe artistico, scatta la 42esima mostra concorso presepi “Città di Ascoli”: da natale fino al 14 gennaio (feriale 16-19, festivo 10-13/15,30-19).

Il presepio allestito al Duomo di Ascoli

Creazioni basate sulla natività in rampa di lancio pure nelle parrocchie di San Bartolomeo (8-13/16,30-19), Sacro Cuore (8,30-19), San Serafino (7-12/15-19), Cuore Immacolato di Maria (6-13, 15-19), San Filippo e Giacomo (16-19), San Simone e Giuda (7,30-19), San Marcello (feriale 15-19, festivo 8-13), San Giovanni Evangelista (8,30-12/16-19), San Pietro Martire (9-12/16-18,30).

Sempre ad Ascoli, è attiva la mostra “Annunciazione a Maria”, aperta nei festivi e su prenotazione al centro diurno “Il sentiero” di via delle Zeppelle (orario continuato) e al centro ricreativo “Porta Solestà” (15-19).

Il presepe di Comunanza

La mappa dei presepi stilata dalla Diocesi vede protagoniste anche Villa San Giuseppe, nella parrocchia di San Giuseppe lungo la Salaria, sempre aperta; Piane di Morro con la chiesa di Santa Lucia aperta dalle 8,30 alle 19; Folignano con la chiesa di San Gennaro (10-19); Villa Pigna con la chiesa di San Luca Evangelista (7-19); Ripaberarda con la chiesa di Sant’Egidio Abate (15-18); Venarotta con la chiesa SS. Cosma e Damiano (10-19), Offida con il santuario del Beato Bernardo (8,30-12/15-19) e con la collegiata di Santa Maria Assunta (7,30-13/15-19).
Menzione speciale per la chiesa Santa Croce a Pescara del Tronto, dove la natività sarà aperta al pubblico dalle 9 alle 20; l’augurio è che oltre al bambin Gesù, possa rinascere tutto un territorio, nel cuore, nell’anima e nelle case.
Capitolo presepi viventi: il 25 dicembre tocca a San Benedetto del Tronto, in piazza Matteotti, dalle 18 alle 20, mentre il giorno successivo ad Ascoli, presso il polo Sant’Agostino a partire dalle 16,30. Attesa anche per la terza edizione del presepe vivente di Poggio Canoso, splendido borgo medievale situato nel comune di Rotella, in rampa di lancio il 28-29-30 dicembre dalle 17.
Spettacolo a Comunanza, dove la storica rievocazione è arrivata alle 39esima edizione: dopo un anno di stop a causa del terremoto 200 figuranti torneranno in scena sotto la regia di Marco Renzi, il 26 dicembre dalle 17,30.
Tra i più suggestivi anche quello di Grottammare, 13esima edizione, che al solito si terrà nel vecchio incasato il 26 dicembre e poi il 1 ed il 6 gennaio dalle 16,30 alle 19. Oltre 400 i figuranti in costume d’epoca.

Babbo Natale anche in Pediatria al “Mazzoni”

DONI AI BAMBINI AL “MAZZONI” – L’associazione onlus “Il sole di Giorgia” di Piane di Morro (Folignano), in collaborazione con Alessio di “Yalla Yalla animazione”, ha consegnato i doni di Natale ai bambini ricoverati nel reparto di Pediatria dell’ospedale “Mazzoni” di Ascoli. L’associazione è nata nel dicembre 2013 per iniziativa dei genitori di Giorgia Giacoboni (il padre Marco è il presidente) scomparsa a 16 anni causa leucemia, e ha lo scopo di promuovere iniziative per l’assistenza materiale e psicologica dei bambini ospedalizzati. Da tre anni , due volte alla settimana, nel reparto di Pediatria del “Mazzoni”, le volontarie dell’associazione – guidate dalla psicologa e psicoterapeuta Elena Mohwinckel – svolgono attività di animazione (clown di corsia) e gioco. Dallo scorso giugno (una volta al mese) portano i loro sorrisi anche nel reparto di oncoematologia pediatrica dell’ospedale Salesi di Ancona.

Attraverso iniziative di promozione quali la passeggiata di fine estate, la tombolata dell’Epifania e il concerto di marzo sono stati raccolti fondi per l’acquisto di materiali e macchinari utili alle cure pediatriche e per l’allestimento della sala d’attesa del reparto del Salesi. L’associazione reperisce fondi anche grazie alle libere donazioni del 5×1000 nella dichiarazione dei redditi. Entro marzo 2018 partirà il progetto “Sorrisi in corsia”, un corso di formazione per volontari clown.

GOSPEL – Immancabili anche i live con la musica tipica delle feste. Il 26 dicembre alle 17 tocca al “Concerto di Natale” del Jericho Gospel Choir, di scena all’auditorium “Neroni” di Ascoli organizzato dall’associazione “AscolTiAmo”.  Il coro diretto dal maestro Anna Piccioni, è composto da Annalisa Gricinella, Antonella Gricinella, Beatrice Moretti, Chiara Nepi, Debora Senesi, Erika Falcioni, Martina Federici, Sara Allevi, Valentina Marcucci, Valentina Seghetti, Valeria Mari, Valeria Valenti. La band, invece, da Margherita Pallotta al pianoforte, Mauro Vallesi alla tromba, Edoardo Ricci al basso e Maurizio Celani alla batteria.

Mostra dei maiolicari

Sempre tra le cento torri, ma il 30 gennaio al teatro Ventidio Basso, spazio a Gos Pop X Mas che vedrà protagonista l’ensemble sambenedettese “AncoraInCoro”, che fonde la tradizione del gospel con il mondo del pop . Il ricavato verrà destinato a favore alla Onlus On The Road. 

MOSTRA – Prosegue nella Sala della Vittoria della pinacoteca di Ascoli, a Palazzo Arengo, la natività interpretata dai maiolicari ascolani. Una mostra che merita sicuramente una visita. L’hanno allestita l’Accademia Maiolicari Ascolani, presieduta da Giuseppe Matricardi, e il direttore dei musei civici Stefano Papetti. In tutto dieci opere, molto ispirate e realizzate con tecnica raffinata, in rilievo, sculture o piatti, che colpiscono l’occhio e soprattutto il cuore. A realizzarle sono stati Maria Giulia Alessi, Giuseppe e Giuseppina Biancucci, Luciano Caponi, Paolo Lazzarotti, Lorenza Squarcia e Monia Vallesi. Resterà aperta fino al 28 gennaio con ingresso gratuito solamente, però, nella Sala della Vittoria.

 

Natale ad Ascoli: Piazza Arringo di giorno (sopra) e Piazza del Popolo di notte (sotto)


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X