Quantcast
facebook rss

Spaventoso schianto sulla Valdaso
Quattro feriti:
ragazza trasportata in eliambulanza

VALDASO – Lo schianto è stato terribile tanto da scaraventare entrambe le macchine fuori strada. Punto che si è vista letteralmente staccare un pezzo di ruota anteriore con tanto di ammortizzatore, rimasti nel bel mezzo della carreggiata
...

di Paolo Paoletti

foto di Simone Corazza

Spaventoso incidente, nella tarda mattinata di oggi attorno alle 11.40, lungo la strada provinciale Valdaso, in contrada Aso, nel territorio comunale di Lapedona. Un impatto semi frontale violentissimo che ha visto coinvolte due auto, una Fiat Punto ed una Seat Leon. Quattro le persone rimaste ferite nel terribile impatto.

Alla guida della Punto si trovava un uomo di mezza età che viaggiava con un altro passeggero. Due le persone a bordo della Seat Leon con alla guida una ragazza di Petritoli.

Una dinamica in fase di ricostruzione da parte dei carabinieri del Nucleo Radiomobile di Fermo. Resta il fatto che lo schianto è stato terribile tanto da scaraventare entrambe le macchine fuori strada. Punto che si è vista letteralmente staccare un pezzo di ruota anteriore con tanto di ammortizzatore, rimasti nel bel mezzo della carreggiata.

Quanto mai tempestivo l’intervento della macchina dei soccorsi.  Sul posto i vigili del fuoco di San Benedetto del Tronto, la Croce Verde Valdaso, la Croce Arcobaleno di Petritoli e l’auto medica del 118 della Croce Azzurra di Sant’Elpidio a Mare.  A preoccupare sono state soprattutto le condizioni della ragazza alla guida della Seat. Chiamata l’eliambulanza che è atterrata in un campo vicino al luogo dell’incidente. La giovane è stata trasportata all’ospedale Torrette di Ancona per accertamenti.  Fortunatamente non sarebbe in serio pericolo. Gli altre tre feriti invece sono stati trasportati tutti al pronto soccorso del Murri di Fermo.

Un incidente che riaccende l’attenzione sul livello sicurezza di una strada provinciale lungo la quale, nel corso degli anni, si sono verificati gravi incidenti.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X