Quantcast
facebook rss

Ballarin, piscina e ospedale unico
Piunti a tutto campo tra presente e futuro

SAN BENEDETTO - Il sindaco, a ruota libera durante l'incontro di fine anno, annuncia novità: «Per il vecchio stadio anche la Samb ha espresso interesse. La città ospiterà un'altra amichevole di prestigio. L'ospedale unico? Tutti lo vogliono ma c’è tanto da lavorare»
...

di Benedetto Marinangeli

Consuntivo 2017 dell’amministrazione comunale. Il sindaco Pasqualino Piunti, insieme agli assessori ed ai consiglieri con delega, ha fatto il bilancio di questi diciotto mesi di governo cittadino. «Abbiamo tenuto -dice- una linea di sobrietà senza fare annunci eclatanti. E’ stata già una sfida vinta l’avere mantenuto i servizi nonostante la grave crisi economica che ogni ente sta vivendo, riuscendo anche a portare a termine altri progetti. Sabato scorso c’è stata l’ approvazione del project financing della piscina comunale. In sede di campagna elettorale avevamo promesso la riapertura dell’impianto esterno ed invece ecco un intervento ben più importante. San Benedetto deve confermarsi città leader del territorio, una città a misura d’ uomo e numero uno nell’accoglienza. Governare è difficile, ma siamo riusciti a riorganizzare la macchina tecnica di ogni settore, dando così risposte certe ai cittadini. Il mio ringraziamento va agli uffici comunali, ai dirigenti, a tutti i dipendenti ed alla Protezione Civile sempre disponibile e professionale. Elementi di prim’ordine che vanno stimolati per migliorare ulteriormente».
Piunti è poi passato ad analizzare i vari argomenti.

Piunti col prefetto Stentella

SICUREZZA – «La situazione è nettamente migliorata. Con il coordinamento della Prefettura e della Questura sono stati svolti numerosi servizi coordinati di contrasto alla movida molesta anche attraverso l’ applicazione dell’ordinanza sindacale tesa a sanzionare la vendita di alcol in contenitori di vetro e lattine, il consumo di alcol al di fuori dei locali o delle pertinenze, l’imbrattamento del suolo pubblico ed i comportamenti chiassosi ponendo una serie di obblighi a carico dei gestori. Si è determinato anche un contenimento del fenomeno in particolare a seguito degli oltre 60 verbali accertati e all’adozione di alcuni provvedimenti di chiusura di pubblici esercizi da parte della Questura e del sindaco». «Abbiamo -aggiunge Piunti- operato anche sul decoro urbano con numerosi controlli sull’abbandono di rifiuti, l’affissione selvaggia, le deiezioni canine non raccolte. Inoltre è stato definitivamente risolto il problema in ambito portuale con la rimozione di tutte le roulotte abusive presenti da diversi anni ed è proseguita l’attività di monitoraggio della qualità delle acque e l’accertamento dello sversamento abusivo nei torrenti. E’ in fase di adozione anche l’ordinanza per la regolamentazione della sosta dei velocipedi. Per quanto riguarda il pontino lungo l’azione dell’amministrazione comunale è chiara e lo dimostra il posizionamento dei cancelli sia all’ingresso che all’ uscita. Ora aspettiamo l’insediamento del nuovo presidente del comitato di quartiere per definirne le modalità di chiusura e la persona incaricata a darne attuazione».
SANITA’ – «La commissione guidata dall’avvocato Gianni Balloni che verrà convocata entro metà gennaio farà chiarezza su ciò che è primario per i cittadini. Bisogna avere una voce univoca per andare poi in Regione per rivendicare il giusto. Ieri con il sindaco di Ascoli Castelli abbiamo parlato di sanità e gli ho detto di indire la riunione della conferenza dei sindaci. Il suo parere non è vincolante ma visto che la Regione lo ritiene fondamentale, occorre farsi dire dagli altri primi cittadini del territorio le loro intenzioni e volontà. Anche questa riunione si svolgerà a gennaio. Per quanto riguarda l’ospedale unico, tutti lo vogliono ma c’è tanto da lavorare a partire dai primari per passare ai posti letto, alle specializzazioni, al pronto soccorso che è assolutamente da potenziare e che pochi giorni fa stava scoppiando. Queste sono le priorità».
URBANISTICA E LAVORI PUBBLICI –  «Abbiamo portato a casa il piano di comparto del porto che permetterà di riqualificare tutta la zona. Inoltre con il nuovo regolamento urbanistico ripartirà anche l’edilizia permettendo al Comune di avere qualche introito in più. Stiamo lavorando anche per arrivare alla completa definizione della questione dehors. Lo scorso 8 novembre siamo andati ad Ancona per chiarimenti con la Sovrintendenza che non ci ha posto scadenze. Gli uffici stanno lavorando sulle linee guida dettate ed appena il piano di occupazione suolo pubblico sarà pronto lo presenteremo in consiglio». «Il lungomare l’abbiamo ereditato e con questo anche il mutuo da pagare che verrà sovvenzionato non dai parcheggi blu e dalla tassa di soggiorno come detto dalla precedente amministrazione, ma dai cittadini. C’è stato poi l’adeguamento sismico di due scuole, lo spostamento della segreteria della Marchegiani alla Curzi con il recupero di più aule. Inoltre siamo intervenuti per la messa a norma del Riviera delle Palme e nel 2018 agiremo anche nella scuola Castello. Per quanto riguarda la viabilità attiveremo incontri con gli abitanti della zona nord della città per vedere qual è la situazione migliore da attuare. Per quanto riguarda il Ballarin tutto sarà fatto in modo trasparente. Abbiamo incontrato tutti i portatori di interessi ed anche la Samb che ha espresso interesse per il terreno di gioco, potendo accedere a finanziamenti importanti del credito sportivo. Per il vecchio stadio non ci sarà alcuna opera faraonica ma una soluzione reale, la più fattibile e la più economica».
PISCINA COMUNALE – «E’ un anno che ne parliamo ed è stato chiarito tutto. Se poi qualcuno resta sulle proprie idee è legittimato a farlo. Siamo a disposizione per tutti chiarimenti. In questo periodo si è discusso in città solo per due cose. La questione dell’anatra zoppa e la piscina. E avete visto tutti come è andata a finire la prima questione». «Sabato scorso -aggiunge il vice sindaco Andrea Assenti- abbiamo votato tutto il progetto e i relativi allegati e non la singola convenzione. Se serve come scusa per fare ricorsi è solo per un puntiglio di principio».

Vanessa Incontrada, protagonista di “Scomparsa”

TURISMO –  «Ci puntiamo molto e per questo motivo nel 2018 cambieremo il format degli eventi per diversificare e mantenere la curiosità e l’attenzione nei confronti della nostra città. Il tutto sarà definitivo in sinergia con il tavolo sul turismo. Ci sarà un’altra amichevole di calcio di prestigio e punteremo sempre sulla Tirreno-Adriatico, Bech Arena, Atp Challanger ed anche al torneo di paddle. Dopo il successo di “Scomparsa” ci potrebbero essere altre fiction con San Benedetto di nuovo protagonista. Senza dimenticare altre manifestazione come il Comics che ha richiamato in città tanta gente».
POLITICHE SOCIALI – «Sono il fiore all’occhiello della nostra amministrazione con due assessori interessate ed altrettanti consigliere, Mariadele Girolami e Brunilde Crescenzi. San Benedetto fa parte della rete welfare voluta dal ministro Poletti. Abbiamo pronte delle proposte sui minori abbandonati che presenteremo a livello nazionale. Abbiamo riconosciuto la lingua dei segni, istituito il tavolo sulla disabilità con un Ambito 21 estremamente produttivo. Insieme all’ assessorato sulle pari opportunità è stata creata la “Cabina di regia” che ha creato una rete di protezione per quanto riguarda la violenza sulle donne dopo lo smantellamento dei centri della Provincia».
AMBIENTE – «Permane la volontà di questa amministrazione contro la realizzazione dell’area di stoccaggio gas all’Agraria. Nel 2017 abbiamo avuto solo 9 sforamenti di PM10 ed è stato intensificato di concerto con la Multiservizi il servizio di pulizia parchi pubblici e delle scuole. Ed è pronto anche il “piano antenne”. Il prossimo 10 gennaio insieme agli assessori Traini e Assenti andremo a Roma ad incontrare il ministro Galletti per discutere sullo smaltimento delle macerie post terremoto in zona Agraria ed avere così risposte certe su ciò che viene lavorato in zona. Purtroppo nel prossimo bilancio di previsione la Tari dovrà essere ritoccata leggermente, un costo aggiuntivo che verrà reintegrato con la richiesta di rimborso per il terremoto».
CULTURA – «Su questo settore abbiamo puntato tantissimo. Dopo diciotto mesi abbiamo riportato il cinema al centro, la stagione teatrale si è ulteriormente arricchita con tre repliche. Con la mostra “Uomo in mare” si è parlato di San Benedetto a livello nazionale, senza dimenticare le Giornate Fai di Primavera. Il tutto grazie al lavoro degli uffici, dell’assessore Ruggieri e dei consiglieri Falco Croci e Pompili».
COMMERCIO E PESCA – «C’è grande sinergia con l’assessore Olivieri e i consiglieri Chiodi, Ballatore e Del Zompo. Abbiamo dato spazio nei nostri mercati settimanali ai commerciati provenienti dalle zone terremotate permettendo di riprendere fiato dopo il sisma. Come pesca, San Benedetto è il comune capofila del Flag Marche Sud. Inoltre siamo riusciti ad effettuare il dragaggio del porto e tra un po’ faremo un altro investimento in tal senso. Abbiamo un ottimo rapporto con l’Autorità Portuale e con Alessio Morelli il nuovo comandante della Capitaneria di Porto. Con le casse in polistirolo c’è stato, oltre ad un miglioramento a livello igienico, anche un risparmio per il Comune».

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X