Quantcast
facebook rss

Folklore e balli per Capodanno
Parte da Ascoli il #noaibotti

PICENO - Musica nelle piazze principali del capoluogo (con Radio Deejay) e di San Benedetto (con Giuliano Palma), ma anche nei tanti veglioni privati organizzati. Grottammare, Offida e lo stesso comune rivierasco vietano l'uso dei botti. Parte dalla Ciam Animali la campagna nazionale di sensibilizzazione
...

Giuliano Palma

di Luca Capponi 

“Che fai a Capodanno?”. Ormai, più che una domanda, sembra quasi diventata una simpatica…minaccia. O meglio, un tormentone. Che poi sono un po’ la stessa cosa. Ad ogni modo, ironia a parte, per l’ultimo giorno del 2017 il Piceno offre un menù ben vario. Con un occhio aperto e uno chiuso sui botti, visto che mentre alcuni comuni ne hanno vietato l’uso, altri, come ad esempio Ascoli, hanno preferito soprassedere. Ma andiamo con ordine.
COSA FARE?  Per quanto riguarda le proposte, inevitabile dare un’occhiata a quanto accadrà nelle piazze principali, e qui la cosa è nota da tempo. A San Benedetto, in viale Buozzi, toccherà al live di Giuliano Palma, cantautore ex Casino Royale e Bluebeaters, che proporrà la sua inconfondibile miscela di ska e pop.

Ad Ascoli spazio ai ragazzi di “Ciao belli”, storica trasmissione di Radio Deejay che porterà in piazza del Popolo Roberto Ferrari, Shorty e Ruggero de “I timidi”; quest’ultimo aprirà le danze intorno alle 22,30 per poi lasciare la palla a Ferrari ed al dj set di Shorty.
Appuntamento di diversa natura quello di Appignano del Tronto con la “Processione dell’anno vecchio”, maratona folcloristica che mescola storia e leggenda per una manifestazione d’impatto, unica in Italia, dove si celebrerà la dipartita del 2017 e l’arrivo del 2018 in una specie di funerale con tanto di veglia e sfilata tra le vie del centro. Si parte alle 22,45 col corteo funebre, si prosegue alle 23,30 con la battaglia sui trampoli Marduk-Tiamat e si arriva alla mezzanotte con la nascita del “bambino” e lo spettacolo pirotecnico in piazza curato da Alessi.
Per il resto, in molti si divideranno tra abitazioni private ed il classico cenone, quest’ultimo quasi sempre abbinato al veglione danzante. E qui le proposte fioccano da ogni dove, così come i prezzi, anche se c’è da dire che negli ultimi anni i costi, soprattutto a causa della crisi, si sono abbassati rispetto al passato.

CAPITOLO BOTTI Un argomento, questo, divenuto materia di dibattito. Da una parte gli amanti degli animali che ne demonizzano l’uso, spesso sconsiderato, anche con appelli sul web, dall’altra chi richiama alla tradizione e ad una pratica corretta dei fuochi. Fatto sta che alcuni comuni hanno emesso ordinanze apposite per vietarli: San Benedetto, Grottammare, Offida tra le realtà più grandi che hanno imposto lo stop. Ad Ascoli, invece, via libera. Ma proprio dal capoluogo parte una campagna nazionale per sensibilizzare sul tema, organizzata dalla Ciam Animali: si chiama #noaibotti e, tra le altre cose, invita a cambiare la propria immagine del profilo Facebook con l’hashtag in oggetto. Tra le altre cose, con l’obiettivo di fare proselitismo per il futuro, la Ciam ha fatto partire anche la campagna per il…2018.

La Form

1 GENNAIO – Al Ventidio Basso di Ascoli, come da prassi, andrà in scena il Concerto di Capodanno che vedrà protagonisti l’Orchestra Filarmonica Marchigiana e il Coro del Teatro Ventidio Basso con il maestro Giovanni Farina (h 21). A far vibrare il palcoscenico sulle note di Rossini, Gounod, Puccini, Verdi, Strauss, Lehàr, Offenbach e Arditi saranno il soprano Sarah Baratta e il direttore Romolo Gessi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X