Quantcast
facebook rss

Per i dipendenti provinciali
c’è il Piano delle azioni positive

ASCOLI - Palazzo San Filippo si è dotato di uno specifico documento per i 199 dipendenti. La vice presidente Bellini: «Andremo oltre la legge, vogliamo far esprimere a tutti al meglio la propria professionalità»
...

Come prescritto dalla normativa comunitaria e nazionale la Provincia di Ascoli Piceno, con decreto del Presidente, si è dotata del Piano triennale delle azioni positive 2018 – 2020. Si tratta di misure e buone prassi attraverso le quali gli enti pubblici determinano la promozione dell’uguaglianza di genere, la parità e le pari opportunità a tutti i livelli. Attualmente l’organico della Provincia comprende 199 unità, di cui il circa 64% uomini e il 36% donne. 

Valentina Bellini (Foto Vagnoni)

Tra gli obiettivi stabiliti nel documento figurano la realizzazione di studi e indagini sul personale a sostegno delle azioni delle pari opportunità e contro le discriminazioni e la tutela dell’ambiente di lavoro da casi di molestie e mobbing anche attraverso lo strumento del codice di comportamento. Verranno anche realizzate specifiche iniziative come incontri e corsi di formazione. Da evidenziare che viene contemplato l’utilizzo e l’incentivazione di forme di flessibilità orarie e altre modalità finalizzate al superamento di specifiche situazioni di disagio o di esigenze personali o familiari favorendo l’armonizzazione tra tempi di vita e di lavoro per le lavoratrici e i lavoratori. «Tutte queste azioni – sottolinea la vice presidente della Provincia Valentina Bellini – vengono perseguite ponendo al centro dell’attenzione la persona e contemperando le esigenze dell’Ente con quelle delle dipendenti e dei dipendenti consentendo a tutto il personale di esprimere al meglio la propria professionalità e le proprie aspirazioni, al servizio dei cittadini e del territorio. L’impegno dell’Amministrazione – aggiunge la Bellini – è quello di andare oltre alla legge e ai meri adempimenti monitorando costantemente l’azione di promozione delle pari opportunità per farne effettivamente una pratica amministrativa reale e concreta.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X