Quantcast
facebook rss

«Autovelox e tutor irregolari»
Nuovo esposto alla Procura

ASCOLI - Non si ferma la battaglia legale del geometra Antonio Speca che ha inviato nuove segnalazioni alle autorità contestando la legittimità degli apparecchi installati lungo le strade provinciali
...

Non si ferma la “battaglia” del geometra ascolano Antonio Speca contro gli autovelox installati lungo le strade provinciali, in particolare quello prima di Monticelli. Dopo diverse segnalazioni, a fine dicembre è scattato un nuovo esposto a Procura, Prefettura, Carabinieri e ai Comuni di Roccafluvione, Comunanza, Montemonaco e Amandola.

Sotto accusa ci sono, secondo Speca, le problematiche relative all’autovelox di Monticelli (Provinciale 235) e al tutor lungo la Provinciale 237bis (Croce di Casale). Secondo l’esposto, i rilevatori di velocità sarebbero installati “non ottemperando a quanto previsto dalla Circolare Maroni 10307 del 14 agosto 2009 e la legge 168/2002”.

Speca allega anche una corposa documentazione raccolta negli ultimi mesi presentando anche una ulteriore richiesta di accesso agli atti inoltrato alla Polizia Stradale, Carabinieri, Comune e Provincia di Ascoli.

L’autovelox di via delle Zeppelle

In particolare si chiede di sapere la documentazione degli incidenti occorsi lungo la Strada Provinciale 235 del tratto dal km 181+400 al km 183+400 proprio dove è presente il rilevatore di velocità in direzione ovest-est.

Speca, inoltre, allega un parere del dicembre del 2013 in cui la Polstrada, in cui è presente una tabella da cui emergono nel tratto in oggetto 14 incidenti nel periodo 2008/30novembre 2o13. Nel caso della sopraelevata di San Benedetto del Tronto, dove è presente un altro rilevatore, nello stesso periodo il numero di sinistri sale a invece a 65, di cui uno mortale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X