Quantcast
facebook rss

Carabiniere si ferisce con la motosega
trasportato in eliambulanza al Mazzoni

COMUNANZA - Il 50enne era impegnato in alcuni lavori in campagna nella frazione di Polverina. E' stato soccorso dal 118, poi l'elicottero di "Marche Soccorso" l'ha trasferito all'ospedale di Ascoli. E' grave ma non in pericolo di vita
...

Un uomo è stato ricoverato all’ospedale “Mazzoni” di Ascoli dopo essere rimasto vittima di un incidente mentre stava usando una motosega durante dei lavori in campagna. Il fatto è avvenuto a Polverina, frazione di Comunanza (Ascoli). Vittima dell’incidente un carabiniere 50enne che stava svolgendo dei lavori in un terreno di sua proprietà.

Le sue grida di dolore hanno richiamato l’attenzione di alcuni vicini che hanno fatto scattare i soccorsi. Sul posto è giunta subito un’ambulanza dei volontari della Croce Rossa di Comunanza e poi un’ambulanza della Potes di Amandola i cui sanitari hanno allertato i colleghi di “Marche Soccorso” che, da Fabriano, si sono alzati in volo con l’eliambulanza “Icaro 2”.

L’eliambulanza di Marche Soccorso

L’elicottero è arrivato sul posto in una ventina di minuti. Dopo un rapido consulto, è stato deciso di trasportare il cinquantenne all’ospedale di Ascoli. Un trasferimento sicuramente più agevole in elicottero che non in auto considerata la strada da percorrere che non risulta tra le più agevoli d’Italia. L’elicottero è atterrato in città, a Pennile di Sotto, alle ore 11,52. Subito l’uomo è stato trasferito in ospedale da un’ambulanza per essere sottoposto a intervento chirurgico.

Sul posto sono intervenuti i colleghi del carabiniere della Stazione di Comunanza, coordinati dal comando della Compagnia di Montegiorgio.

L’incidente è avvenuto a sole 24 di distanza da quello, mortale, di cui è rimasto vittima a Rotella l’ex sindaco Luigi Borraccini. Anche in questo caso, un incidente avvenuto durante dei lavori svolti in campagna. A volte il destino è dietro l’angolo, e in questo caso non c’è niente da fare. Ma a volte basta solo un attimo di disattenzione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X