Quantcast
facebook rss

I grillini ascolani aspettano Di Maio
Settimana decisiva per le candidature

ASCOLI - Tra parlamentarie e possibili outsider della società civile, i pentastellati sono pronti a mettere in campo la formazione per le Politiche del 4 marzo
...

Quella che sta arrivando sarà una settimana cruciale per la definizione dei candidati alle prossime elezioni politiche del 4 marzo per il M5S. Il Movimento ha emesso regole stringenti per i propri candidati come nelle comunicazioni con la stampa e nella autopromozione della propria candidatura. Domani, 15 gennaio, è il termine ufficiale per i 15 mila che si sono iscritti in tutta Italia alle parlamentarie entro cui deve arrivare tramite raccomandata al Comitato elettorale del MoVimento 5 Stelle per le elezioni politiche di Roma il certificato penale e dei carichi pendenti ai fini di consentire la verifica della sussistenza dei requisiti per accettare la loro candidatura online. Dopo questa prima scrematura gli aspiranti candidati ritenuti idonei delle Marche, saranno sottoposti alla votazione effettuata tramite la piattaforma online del Movimento tra tutti gli iscritti della regione, per scegliere chi concorrerà alle elezioni del 4 marzo. Proprio il gran numero di candidati e l’indirizzo dei vertici del Movimento di selezionarli non solo tra gli attivisti storici, ma anche tra personalità della società civile, ha fatto scattare il toto nomi. Ma com’è la situazione attuale nel Piceno ed il collegio Marche Sud per le Parlamentarie?

Ercole Matalucci

Stando alle indiscrezione raccolte e circolate sui profili social e web, per la corsa alla Camera (riservata ai candidati sotto ai 40 anni), dovrebbero raggiungere un buon numero di voti due attivisti storici di Ascoli del Movimento: Ercole Matalucci ed in quota rosa Rachele Silvestri.

La situazione si fa invece più complessa per il Senato (dove corrono tutti i candidati pentastellati che hanno più di quarant’anni) perchè si sono candidati in tanti. Nel Piceno tra gli attivisti storici sono in pole position l’ascolano Feliziano Ballatori di Ascoli insieme a Giorgio Fede e Masha Parisciani di San Benedetto.

Qui comunque ci potrebbero essere delle sorprese perché proprio seguendo le indicazioni da Roma (che non vorrebbe come candidati solo gli attivisti storici, ma anche persone della società civile competenti e di alta professionalità vicini ai 5 Stelle) potrebbero spuntarla anche candidati dell’ultima ora. Si fa il nome di Alessandro Macciolli conosciuto e apprezzato professionalmente non solo nel Piceno, ma anche nel Fermano e noto per alcune sue iniziative in favore dello sviluppo dell’economia locale. Anche a San Benedetto potrebbe spuntare un nome della società civile da schierare in campo.

Intanto, da venerdì a sabato (19-21) si terrà a Pescara il Villaggio Rousseau, un momento molto importante per i pentastellati, che avrà al centro il programma di governo del MoVimento 5 Stelle. Durante i tre giorni si svolgeranno laboratori, gruppi di lavoro e seminari, oltre a vere e proprie lezioni a cui si sono iscritte ben 4 mila persone. E’ confermata la presenza di tutti i Big del Movimento tra cui il leader Luigi Di Maio .Sabato 20 gennaio (dalle 18 all’auditorium Montevecchi) ci sarà la visita proprio del candidato premier ad Ascoli e lì molto probabilmente verranno sciolti gli ultimi nodi sui candidati locali al Parlamento.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X