Quantcast
facebook rss

Edilizia scolastica a Spinetoli,
in arrivo 5 milioni di euro

INTERVENTI - La somma complessiva a disposizione dell’amministrazione comunale per realizzare nuove strutture e migliorare quelle esistenti. Oltre 2.700.000 euro per sostituire gli edifici risultati non idonei dopo le verifiche sismiche. Già disponibili altri 2 milioni di euro
...

di Claudio Felicetti

Ben 5 milioni di euro per le scuole del Comune di Spinetoli. Questa la somma complessiva a disposizione dell’amministrazione comunale per realizzare nuove strutture scolastiche e migliorare quelle esistenti. Nei giorni scorsi, al sindaco Alessandro Luciani è arrivata la comunicazione dell’assegnazione di oltre 2.700.000 euro per nuovi edifici scolastici, in sostituzione di quelli che nella primavera dello scorso anno erano stati sottoposti alle verifiche di vulnerabilità sismica e quindi risultati non idonei ad ospitare bambini, ragazzi e insegnanti. Oltre questa somma consistente, sono già disponibili altri 2 milioni di euro da destinare sempre all’edilizia scolastica. Da sottolineare che il Comune di Spinetoli ha ottenuto più risorse di tutti gli altri Comuni delle Marche che avevano chiesto i fondi per interventi di miglioramento antisismico o per la realizzazione di nuovi plessi. Nei prossimi giorni la giunta dovrà fare le scelte strategiche e stabilire le priorità degli interventi, tenuto conto dei progetti pronti e di quelli ancora da definire. Si dovrebbero, dunque, superare in tempi ragionevoli le difficoltà legate alla chiusura di alcuni plessi e alla conseguente sistemazione attuale degli alunni.

La scuola “Pertini” di Pagliare

Come noto, dopo il terribile terremoto del 30 ottobre 2016, il sindaco Luciani aveva richiesto un’indagine sullo stato di vulnerabilità degli edifici scolastici, pensando di intervenire con qualche miglioramento. Purtroppo, a luglio 2017, i risultati di tali verifiche avevano portato alla chiusura della materna di Spinetoli Capoluogo (50 bambini) e della media di Pagliare (400 ragazzi). Inoltre, era stata disposta anche la chiusura, seppure temporanea, della materna di via Cinaglia (108 bambini), in attesa dei lavori di miglioramento antisismico. Fortunatamente l’asilo di San Pio e la nuova scuola Sandro Pertini di Pagliare erano risultati idonei.
Per garantire l’apertura dell’anno scolastico a tutti gli studenti, nello scorso settembre l’amministrazione comunale, in accordo con l’Isc Spinetoli-Pagliare, aveva perciò deciso di spostare otto classi delle medie alla Pertini e altre sei alla Falcone-Borsellino di Colli del Tronto. Le classi di via Cinaglia erano state trasferite all’oratorio della chiesa San Paolo a Pagliare, dotata di spazio adeguato anche per un servizio mensa. La materna di Spinetoli Capoluogo era stata invece momentaneamente ospitata nella palestra della scuola elementare, in attesa della realizzazione di una nuova materna, che dovrebbe essere ubicata in zona cimitero (c’è già un contributo della Regione di 900.000 euro e il progetto esecutivo). Quanto alla nuova sede della media, si sta già pensando all’ampliamento della Pertini, mentre l’area attigua al vecchio edificio in via Giovanni XXIII potrebbe essere riutilizzata.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X