Quantcast
facebook rss

Ascoli, Monachello è carico:
«Non vedo l’ora di giocare»
E si presenta subito con un poker di gol

SERIE B - «Sono convinto di ave fatto la scelta giusta. Ho trovato una società organizzata, un ottimo allenatore e compagni che mi hanno accolto subito bene. Col Cittadella? Mi sento pronto, ma decide il mister»
...

Gaetano Monachello, secondo nuovo attaccante in pochi giorni per l’Ascoli Picchio di Cosmi

di Bruno Ferretti

«Quando mi ha telefonato il direttore Giaretta non ho avuto un attimo di esitazione. Ero… avvelenato. Avevo anche altre opportunità ma ho scelto Ascoli con piena convinzione. E sono soddisfatto. Voglio dare un mano alla squadra, ai miei nuovi compagni per risalire in classifica. La classifica è abbastanza corta e possiamo farcela, anzi dobbiamo farcela». Gaetano Monachello ha esordito così nella sede dell’Ascoli dove è stato presentato dal ds Giaretta e dall’addetto stampa Lolli. «Sono venuto per dare il mio contributo e mi sono bastate poche ore per capire di aver fatto la scelta giusta – ha aggiunto Monachello – ho trovato una società molto organizzata, dotata di strutture eccellenti, un allenatore esperto come Cosmi e bravi compagni di squadra che mi hanno accolto bene facendomi sentire subito uno di loro Infatti non vedo l’ora di andare al campo per l’allenamento».

«Se giocherò contro il Cittadella? Questa è una decisione che spetta al mister – ha risposto il nuovo attaccante bianconero – io mi sono sempre allenato e mi sento pronto. Ho perso l’Europeo Under 21 causa un problema fisico (ernie, ndr) che mi ha bloccato per sette mesi. A Palermo nel girone di andata ho giocato pochissimo, cinque presenze e un gol nell’ultima partita contro la Salernitana. Adesso non vedo l’ora di tornare in campo».

Monachello ha scelto la maglia numero 45, lo stesso numero che si è fatto tatuare sul bracco destro, in omaggio al nonno che gli regalò le prime scarpe da calcio. Quando ricorda il nonno, il calciatore ha un attimo di commozione, segno che era particolarmente legato a lui. Nella sala delle conferenze c’è anche il padre che si è fatto dieci ore di viaggio, in auto, per andare dalla Sicilia a Milano: ha voluto assistere alla firma del contratto. Poi, sulla strada del ritorno, ha accompagnato Gaetano ad Ascoli e insieme hanno scelto l’appartamento (in centro). Monachello ha sottoscritto un contratto semestrale che scadrà il prossimo 30 giugno. «L’Ascoli ha il diritto di riscatto, l’Atalanta il contro riscatto. Di questo parleremo solo a fine campionato – ha detto il ds Giaretta – adesso bisogna pensare solo al campionato e alle che per noi sono tutte fondamentali a cominciare da quella di sabato contro il Cittadella. Quando ho chiamato Monachello ho avuto subito la sensazione che sarebbe venuto molto volentieri perché ha capito subito che, per lui, Ascoli può essere una grossa opportunità di rilancio».

E che Monachello abbia una gran voglia di giocare e segnare l’ha subito dimostrato nel primo allenamento in bianconero. Sono infatti suoi 4 dei 9 gol realizzati nella mini partita. Le altre reti sono di Ganz (doppietta), Carpani, Addae e Varela.

Gaetano Monachello compirà 24 anni a marzo. E’ nato a Palma di Montechiaro (Agrigento). Nonostante la giovane età ha giocato anche in quattro Paesi esteri: Ucraina, Cipro, Belgio e Grecia, più un “passaggio” in Francia nel Monaco. Conta 10 presenze in A con l’Atalanta (campionato 2015-2016), mentre in B ha giocato – non molte partite – con Lanciano, Bari, Ternana e Palermo. Era nell’Under 21 del CT Di Biagio ma, proprio sul più bello, un’ernia l’ha costretto a fermarsi. Anche per questo Monachello è spinto da forti motivazioni di riscatto.

LO CHIAMANO KUN COME AGUERO – Nella scheda tecnica informativa del neo bianconero sono state indicate alcune curiosità. Il suo soprannome è Kun, come Aguero, campione argentino del Manchester City. E’ fidanzato. Il suo piatto preferito è il pollo allo spiedo, la canzone che gli piace di più è “Napule è” di Pino Daniele, il film: “Nuovo cinema Paradiso”, il libro “L’ombra del vento” di Carlos Ruiz Zafon. Playstation e giocare a tennis gli hobby preferiti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X