Quantcast
facebook rss

Ascoli, attenzione al Cittadella
che ha vinto 5 partite fuori casa
Perez: «Grazie di cuore a tutti»

SERIE B - Sabato per il Picchio un avversario temibile che ha raccolto 17 dei suoi 32 punti in trasferta. Martinho ha scelto il numero 7 di Santini passato al Siena. Il 18 febbraio a Frosinone si giocherà di domenica alle 15
...

 

Monachello potrebbe esordire contro il Cittadella con la nuova maglia bianconera

di Bruno Ferretti

Il Cittadella è una squadra da prendere sempre con le molle. Sabato per l’Ascoli sarà una partita fondamentale, di quelle che non si sono possono sbagliare. Come, del resto, tutte le altre 20 che seguiranno. Ma ripartire col piede giusto sarebbe una bella spinta, non solo per la classifica, ma anche emotiva. Una grossa iniezione di fiducia di cui la squadra di Cosmi ha bisogno per risalire la china e raggiungere il sospirato traguardo salvezza. Occhio, però, al Cittadella di mister Venturato che è settimo in piena zona playoff. E’ una squadra da affrontare con le molle e massima attenzione. La compagine veneta anche quest’anno è partita in sordina ma strada facendo si è fatto rispettare da ogni avversario. E’ un Cittadella che sa lavorare con pochi mezzi ma bene: qualche giorno abbiamo pubblicato la classifica dei costi di gestione delle 22 squadre di B: il Cittadella è il più virtuoso, spende meno di tutti, ma in classifica ha scavalcato diverse squadre che spendono molto, molto di più e dovrebbero stare più avanti. Ha vinto ben 5 partite fuori casa: clamoroso lo 0-3 sul campo del capolista Palermo.

Ganz al “Picchio Village” (Foto Vagnoni)

I tre nuovi bianconeri Ganz, Martinho e Monachello sono arrivati da pochi giorni e Cosmi sta cercando di velocizzare il loro inserimento nel gruppo. Col Cittadella qualcuno sarà in campo dall’inizio, qualcuno in panchina. L’Ascoli dovrà stare molto attento. Fin qui i veneti hanno raccolto più punti fuori casa (17) che in casa (15), per un totale di 32. Tatticamente la squadra gioca con il modulo 4-3-1-2: Alfonso è il portiere, difesa a quattro composta da Salvi, Scaglia, Varnier e Benedetti (quest’ultimo in ballottaggio con Pezzi); il centrocampo è imperniato intorno al regista Iori affiancato da Pasa e Bartolomei (o Sebastiani), poi l’italo brasiliano Chiaretti dietro alle punte Litteri e Strizzolo. Non ci sarà l’infortunato Schenetti.

Leo Perez con la nuova casacca

IL SALUTO DEL SOLDATO LEO – Attraverso il proprio profilo Instragram, Leo Perez, fresco di trasferimento al Cosenza, ha voluto salutare tutti i tifosi dell’Ascoli. «Inizia per me una nuova esperienza e sono onorato di aver indossato per 4 anni la maglia dell’Ascoli. Ci tengo a ringraziare con tutto il mio cuore voi tifosi, un supporto nei momenti difficili e nelle più grandi gioie, avrete sempre un posto speciale nel mio cuore e vi auguro tutto il bene. Un ringraziamento speciale va anche ai miei ex grandi compagni, amici veri! Contentissimo di questa nuova avventura con il Cosenza Calcio sicuro di poter onorare questa maglia come ho sempre fatto». Intanto Martinho ha scelto la maglia numero 7 lasciata da Santini passato in prestito fino a giugno al Siena in Lega Pro.

FROSINONE-ASCOLI POSTICIPO – La partita Frosinone-Ascoli sarà uno dei due posticipi domenicali della 5^ giornata di ritorno del campionato di serie B. Si disputerà al “Benito Stirpe” domenica 18 febbraio con inizio alle 15. Poi fino all’ottava di ritorno l’Ascoli non avrà altri posticipi né anticipi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X