facebook rss

Anche Asa Ascoli
e Collection Sambenedettese
protagoniste al Meeting indoor

ATLETICA - Ad Ancona brillano le stelle marchigiane di Elisabetta Vandi (400) e Simone Barontini (800). In evidenza i portacolori dei due club piceni Pacitto, Manojlovic, Aliventi e Pagliarini (Collection) e Agostini (Asa)

Elisabetta Vandi ancora sul gradino più alto del podio (Foto Giancarlo Colombo/Fidal)

Un weekend da record per l’atletica al palaindoor di Ancona. Mai così tanti in un fine settimana nell’impianto del capoluogo marchigiano, con più di 2.000 presenze-gara nell’arco delle due giornate.

E con grandi risultati anche in pista. Parte con il piede giusto la nuova stagione di Simone Barontini. Il 19enne marchigiano conquista il successo nella sua prima gara del 2018 e davanti al pubblico di casa. Per il mezzofondista della Sef Stamura Ancona, campione italiano assoluto degli 800 al coperto, stavolta la vittoria arriva sulla distanza dei 1500 ma sempre con la sua caratteristica volata finale nell’ultimo giro, irresistibile per gli avversari. Al traguardo c’è anche la soddisfazione del record personale con il tempo di 3’54″47 davanti all’emiliano Francesco Conti (Imola Avis). Terzo l’ascolano e compagno di club Stefano Massimi (Sef Stamura Ancona) in 3’57″29.

Da urlo il bis marchigiano con la 17enne Elisabetta Vandi (Atletica Avis Macerata) che sui 400 realizza il primato marchigiano Under 20 con 54″98. In un solo colpo, la giovane pesarese dell’Atletica Avis Macerata batte il crono di 55″12 ottenuto nel 2007 da Chiara Natali, entra nella top ten italiana di sempre per la categoria inserendosi al 10° posto e addirittura pareggia il personale all’aperto. Nella gara del record finisce alle spalle soltanto dell’azzurra Raphaela Lukudo (Esercito), leader con il primato personale di 53″84.

Simone Barontini (Foto Andrea Renai/Fidal)

Ad Ancona cade una migliore prestazione italiana Under 18 per merito di Chiara Gherardi, che sfreccia in 24″18 sui 200. La 16enne romana della Studentesca Rieti Milardi supera un limite che resisteva dal 15 febbraio 1998 (Maria Chiara Baccini – 24″37 – Genova). Alle sue spalle 24″77 per Elisabetta De Andreis (Acsi Italia Atletica) e stesso crono in altra serie della junior pesarese Elisabetta Vandi (Avis Macerata). Applausi sul giro di pista indoor anche al maschile, per un altro allievo, il 15enne Lorenzo Benati (Roma Acquacetosa) che corre in 21″96 e si inserisce al 4° posto nella graduatoria italiana Under 18 di sempre. Bene anche il pesarese Lorenzo Angelini (Avis Macerata) 5° con 22″19. Sui 60hs vinti da Luca Trgovcevic (Studentesca Rieti Milardi) in 7″97, 4° posto del campione italiano Promesse Andrea Pacitto (Collection Atletica Sambenedettese) con 8″29 in batteria e 8″37 in finale, mentre torna in azione l’altro “orange” Loris Manojlovic (Collection Samb): 8″57 e poi 8″58. Tra gli Allievi si migliora Federico Agostini (Asa Ascoli) con 8″27 a un solo centesimo dal toscano Simone Tecchi (Etruscatletica – 8″26).

Negli 800 cresce la Promessa osimana Debora Baldinelli (Team Atletica Marche), quarta con il personale di 2’15″07.  Nel salto in  alto bella vittoria per Benedetta Trillini, 16enne filottranese della Tam e bronzo tricolore Allieve, che supera alla prima prova la quota di 1,72 a un solo centimetro dal suo miglior risultato in carriera. Nei 60 quarta la 15enne Melissa Mogliani Tartabini (Atletica Recanati) che si eguaglia con 7″67, ma alle sue spalle si comportano bene la sangiorgese Greta Rastelli (Tam), personale di 7″78 in batteria seguito dal 6° posto in finale con 7″80, e la campionessa italiana del lungo Juniores Martina Aliventi (Collection Samb) settima con 7″81. Si migliorano tra gli uomini anche il non ancora ventenne Harrison Olumakinwa (Atletica Recanati) 4° in 7″00 e l’Allievo Mattia Mecozzi (Sport Atletica Fermo) con 7″05 in batteria.

Per quanto riguarda la categoria Master, nei 400 Livio Bugiardini (Sef Macerata) coglie la migliore prestazione italiana master SM70 con 1’04″29. Due invece i primati marchigiani nel Meeting giovanile del mattino, con oltre 1.000 atleti-gara. Nell’alto Cadette prodezza di Chiara Raccosta (Atletica Civitanova) che salta 1,64 e aggiunge un centimetro al precedente record Under 16 di Benedetta Trillini (1,63 nel 2016), sui 200 Ragazzi sfreccia Francesco Ranxha (Atletica Fabriano) in 26″19 per abbassare il limite Under 14 che dal 2014 apparteneva ad Andrea Magnoni con 26″90. Vittorie anche per Nicola Sanna (Sef Stamura Ancona) con 12,31 nel triplo Cadetti e Irene Pagliarini (Collection Samb) in 8″00 sui 60 Cadette.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X