facebook rss

Appello per riaprire il traforo
di Forca Canapine per “Nero Norcia”

ASCOLI - Si spera nel "miracolo" in occasione dell'evento dedicato al tartufo in programma dal 23 al 25 febbraio. Dal terremoto Marche ed Umbria sono di fatto isolate nel confine ascolano con ripercussioni negative sull'economia dei territori in precedenza collegati agevolmente dalla galleria "San Benedetto"

Le lesioni interne al traforo (foto Perugia today)

Traforo di Forca Canapine, si lavora per riaprirlo anche “bypassando” i viadotti di Pescara del Tronto lesionati dal sisma. E’ l’appello che arriva dal versante umbro della galleria di San Benedetto per rendere di nuovo fruibile la galleria in occasione dell’evento “Nero Norcia”, la grande mostra mercato del tartufo in programma dal 23 al 25 febbraio e poi ancora il 2-4 e 9-11 marzo. Il sindaco nursino Nicola Alemanno auspica la riapertura proprio per il 23 febbraio in modo da consentire di nuovo l’arrivo dalla Salaria e di conseguenza dalle Marche e dalla costa adriatica. SEcondo quanto riferito dallo stesso Alemanno all’Ansa, in un recente incontro con Protezione civile nazionale, Anas, Regioni Umbria e Marche, Province di Perugia e Ascoli Piceno e Comune di Norcia, è emerso che la provinciale che collega Norcia a Castelluccio verrà riaperta ai primi di marzo, mentre per la galleria San Benedetto stiamo studiando una soluzione per il collegamento con il versante marchigiano, salvo abbondanti nevicate. Si prevede di bypassare i viadotti lesionati dal terremoto subito dopo la stessa galleria procedendo verso le Marche.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X