Quantcast
facebook rss

Incinta di sei mesi, giovane donna
viene strattonata e scippata
alla chiusura del proprio bar

...

Delinquenti in azione, nella notte scorsa, a Spinetoli e nella sua popolosa frazione di Pagliare del Tronto. Intorno all’una e mezzo, due malviventi con il volto coperto da sciarpe e con l’accento straniero hanno atteso che la titolare del bar-tabacchi “Kris” di Spinetoli, Cristina Castorani, abbassasse la saracinesca per scipparle la borsa, pensando che dentro ci fosse l’incasso della serata.

Appena uscita dall’esercizio che si affaccia sulla centralissima Piazza Leopardi, a quell’ora deserta, la donna si è trovata davanti i due ladruncoli che le hanno strappato dalle mani la borsa. Fortunatamente la barista, incinta di sei mesi, non è caduta a terra, anche se ha tentato in tutti i modi di resistere agli strattoni. Dopo il colpo, i due balordi sono fuggiti a piedi dileguandosi dietro al municipio. Nella borsa rubata, oltre ai documenti e al telefonino, c’erano le chiavi del bar, del market attiguo e dell’abitazione, ma non l’incasso della serata, che era stato preso dal marito della donna, uscito dal bar qualche minuto prima di lei e già salito in macchina. I due infatti, erano andati al lavoro ognuno con il proprio mezzo.

In precedenza, intorno alle ore 22, in tre hanno scassinato la ferramenta “G&C di Galletti e Capecci” in via 1° Maggio 155, nella zona artigianale e commerciale di Pagliare, rubando utensili per un valore di oltre 5.000 euro. I malviventi si sono introdotti scavalcando la recinzione laterale e poi hanno sfondato la porta d’ingresso con un carrello, dopo un tentativo fallito di aprirla con una mazzetta. A quel punto è scattato l’allarme e quindi i tre hanno potuto trafugare in fretta solo alcuni trapani, delle cesoie e altri oggetti di pari valore. Ad accorgersi del furto è stato anche un meccanico residente di fronte alla ferramenta, che ha visto fuggire i malviventi incappucciati a bordo di un’Alfa Romeo. Dai filmati delle telecamere all’interno del negozio, gli inquirenti potranno ricavare ulteriori elementi per risalire agli autori del colpo.

Un altro furto si era verificato domenica scorsa, sempre a Pagliare, nel parcheggio situato all’inizio della pista ciclopedonale. Stavolta, la vittima è stata Nadia Galosi, a cui poco dopo mezzogiorno, è stata rubata la borsa lasciata in auto contenente telefonino, chiavi, documenti personali e 150 euro appena ritirati dal bancomat. I malviventi, indisturbati a quell’ora, hanno forzato il blocchetto della serratura e poi hanno trafugato la borsa. L’episodio è solo l’ultimo dei tanti registrati nel parcheggio. Secondo alcune testimonianze, i malviventi, in pieno giorno, si nasconderebbero nella vegetazione alta vicino al fiume prendendo di mira la vettura per poi entrare in azione indisturbati quando i proprietari sono impegnati nell’esercizio fisico.

Sui tre episodi indagano i Carabinieri della Stazione di Monsampolo del Tronto, coordinati dalla Compagnia di San Benedetto, che in queste ore hanno una gran mole di lavoro da svolgere visto che hanno fattivamente partecipato e contribuito anche all’arresto di tre spacciatori di droga a Spinetoli.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page



1 commento

  1. 1
    Giorgio Angelini il 31 Gennaio 2018 alle 19:31

    ” Non Ho Capito In Un Area Cosi Piccola, Tutti Questi Furti, e Le Forze dell’ Ordine ???? Manco Fosse Milano…….!!!!! “

Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X