Quantcast
facebook rss

CasaPound, arriva Di Stefano
Obiettivo 3% per entrare in Parlamento

ASCOLI - Questa sera a palazzo dei Capitani l'atteso incontro con il candidato premier del movimento. Tra gli interventi in programma anche quelli di Giulio Natali e Gianpaolo Ferretti oltre al candidato locale Giorgio Ferretti
...

Arriva in città Simone Di Stefano, candidato premier e segretario nazionale di CasaPound Italia. L’incontro pubblico avverrà questa sera  7 Febbraio nella Sala dei Savi del Palazzo dei Capitani, in Piazza del Popolo, alle ore 21. L’obiettivo minimo del movimento di destra è sfondare la quota del 3% che potrebbe portare alcuni eletti in Parlamento

Di Stefano

«CasaPound -informa una nota del movimento- è l’unica lista favorevole uscita dall’Unione Europea e dalla moneta unica». In lista per il parlamento c’è anche Giorgio Ferretti, responsabile e animatore della sezione locale del movimento che sarà candidato al collegio uninominale di Ascoli Piceno e come capolista nel collegio plurinominale del sud delle Marche.

Tra i sostenitori di Simone Di Stefano ci sono anche volti noti della politica locale, a cominciare da Giulio Natali, ex consigliere regionale ed ex-vicesindaco di Ascoli Piceno, ma anche Gianpaolo Ferretti, candidato sindaco a Folignano nel 2014 ed ora consigliere di minoranza. «Una miriade di amministratori locali ci sosterranno in questa tornata – assicurano dal movimento – anche senza dichiararlo ufficialmente». Gli interventi saranno moderati dal giornalista Emidio Premici.

«Prevedo entusiasmo e pienone –dichiara Giorgio Ferretti– se saranno confermate le sensazioni della raccolta firme dove abbiamo preso 400 firme in soli due giorni, solo nella città di Ascoli. Gli Italiani e gli Ascolani in particolar modo sono stufi di un centrodestra che è già pronto all’accordo con il centrosinistra e di un Movimento 5 Stelle che appare impalpabile. L’unica speranza per l’Italia è mandare in parlamento una dozzina di militanti di CasaPound, che facciano sentire la propria voce. Il 3% è alla nostra portata»


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X