facebook rss

La rabbia e l’orgoglio di Manuela
«Espulsione iniqua e brutale
Lavorare con Barbieri? Magari»

MASTERCHEF - La concorrente ascolana alla settima edizione del talent di Sky si confessa a Cronache Picene: «Pensavo di avere le qualità e la creatività per andare avanti. I miei favoriti? Denise e Simone»

Manuela Costantini

di Renato Pierantozzi

E’ passata poco più di una settimana dall’addio, tra veleni e colpi di scena, di Manuela Costantini alla cucina di Masterchef, il talent del momento in casa Sky. L’ascolana si confessa a Cronache Picene tra rabbia, orgoglio e aspirazioni per il futuro.

Manuela “terrorizzata” al pressure test

Manuela Costantini, a mente fredda, dopo quasi una settimana dall’addio alla cucina più famosa d’Italia pensava di arrivare più avanti nella sfida viste le qualità dimostrate?
«Sicuramente mi sarebbe piaciuto andare più avanti nella sfida e pensavo di avere le qualità e la creatività necessarie per essere all’altezza. Ci sono rimasta malissimo per come è finita, avrei voluto dimostrare di più».

Come è rimasta dopo il caso del “panetto” scambiato a cui è seguita la squalifica e poi la riammissione finale?
«Ho trovato la decisione di espellermi molto iniqua e brutale, non mi sarei mai aspettata che il percorso tenesse in serbo questo per me. Quello che più mi è dispiaciuto è stato notare come sulla base di un semplice dubbio e visualizzazioni parziali dei filmati. Marianna ed io siamo state espulse molto sbrigativamente…e poi invece quando sono state accertate le vere responsabilità che hanno generato il gioco di equivoci, il responsabile non sia stato giudicato col medesimo criterio e anziché essere espulso sia stato mandato a un pressure test assieme alle persone che di quella condotta sono state vittime a loro volta. Ero molto scarica e delusa e non ho gareggiato col mio solito entusiasmo per gli ingredienti».

Manuela Costantini e chef Barbieri

Vista la stima dimostrata, a più riprese, da chef Barbieri, pensa di avere un futuro nella sua cucina?
«Mi farebbe molto piacere.

Con chi ha legato di più tra i concorrenti?
«Denise, Francesco, Simone, Rocco, Stefano, Simone, Alberto e Giovanna».

Chi è il suo favorito per la vittoria finale?
«I miei favoriti ancora in gara sono Denise e Simone».

Quale è stato il piatto più soddisfacente che ha cucinato a Masterchef?
«Penso di esser stata brava nella prova di pasticceria, non era semplice creare dei dolci con gli ortaggi e non prendere gli insulti del Maestro Massari. Stress a parte è stata la prova che ha stimolato di più la mia creatività, ho sempre amato i desserts, farli e mangiarli».

Invece la prova più difficile che ha dovuto superare?
«Il pressure test col piccione, perché per me il piccione è animale d’affezione, penso sia molto intelligente e affettuoso. E il pressure test con le tapas, perché ho trovato impegnativo realizzare 4 porzioni di 4 differenti pietanze a tema in 45 minuti»


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X