Quantcast
facebook rss

Bellini soddisfatto del pari:
«Adesso testa agli scontri diretti»

SERIE B - Il presidente: «Torno a giugno, dai distinti qualcuno non si è comportato bene con la squadra, così alcuni si demoralizzano»
...

di Claudio Romanucci

Prima della gara il pubblico ha tributato un applauso alle quattro vittime della strage stradale di Appignano in occasione del suo undicesimo anniversario dalla morte: “Il tempo non cancellerà mai il ricordo, non dimentichiamo i 4 angeli”, c’era scritto nello striscione esposto in curva sud. L’Ascoli ha salutato anche la presenza di un ospite in tribuna, l’ex calciatore Portin e nel settore distinti dei giovani del Brampton, formazione canadese di calcio. Prima di ripartire per il Canada il patron Francesco Bellini ha incitato i suoi: «Adesso bisogna guardare agli scontri diretti per guadagnarci la serie B, nessuno ci da niente. L’Ascoli ha reagito bene sugli svantaggi, il Perugia è una buona squadra. Quello che è fondamentale sono gli scontri diretti».
Poi una critica a qualche contestatore del settore dei distinti: «Sono tornato e ho riportato un po’ di fortuna, a giugno forse torno. Dietro la panchine, nel setter distinti qualcuno non si è comportato bene, così si demoralizzano le persone. Addae è uno degli elementi fondamentali per questa squadra, non solo per il gol fatto oggi ma per quello che da, come difende la palla. Dà sempre il meglio di sè».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X