Quantcast
facebook rss

Cosmi: «Contro l’Entella
voglio un Ascoli coraggioso,
attento e con i nervi saldi»

SERIE B - L’allenatore del Picchio si toglie un sassolino dalla scarpa: «Da quando sono arrivato, la squadra sarebbe all’8° posto. Prima di giudicare fateci giocare queste ultime 4 partite». Serse esordì un girone fa proprio contro l’Entella (1-1)
...

Serse Cosmi al “Picchio Village”: ultime dichiarazioni prima di partire per Chiavari

di Bruno Ferretti

«In questo partita sarà fondamentale mantenere i nervi saldi. La squadra che saprà ragionare meglio, potrà prevalere sull’altra. Noi abbiamo il massimo rispetto dell’Entella ma non ci sentiamo inferiori e ce la giocheremo senza timori sperando di conquistare un risultato positivo che possa avvicinarsi alla salvezza. E banale dirlo ma le quattro partite che mancano da qui alla fine e saranno per noi altrettanto battaglie. Tutte decisive. In questo finale di campionato non c’è niente di scontato». Serse Cosmi tiene la conferenza stampa della vigilia nella palestra del “Picchio Village” dopo aver diretto con il suo staff l’allenamento di rifinitura. Lo aspettano a tavola per il pranzo mentre fuori è già arrivato il pullman dell’agenzia “Luberti Bus” per trasportare la comitiva bianconero all’aeroporto di Falconara dove si imbarcherà sul volo charter diretto a Genova.

«Mengoni, Bianchi e Martinho non sono ancora disponibili mentre rispetto alla partita con il Perugia recuperiamo Buzzegoli che ha scontato la squalifica e Pinto ristabilito – annuncia Cosmi – turnover per le tre partite in sette giorni? Il turnover non mi piace molto, ma qualche cambiamento lo farò».

«Con l’Entella sarà il crocevia della nostra salvezza? Da quando sono arrivato ogni partita è stata più o meno così. E’ vero che diminuendo il numero delle partite da giocare, diventa sempre più difficile recuperare – prosegue il tecnico bianconero – a Chiavari mi aspetto un Ascoli attento, concentrato, che sappia leggere bene le fasi della partita. Un Ascoli coraggioso contro un avversario di valore: mi meraviglia che l’Entella sia in quella posizione di classifica. Forse ha pagato i tanti infortuni che ha avuto».

Poi Serse si toglie un sassolino dalla scarpa, forse rispondendo a coloro che hanno storto il naso dopo il pareggio casalingo con il Perugia che l’Ascoli ha ottenuto con una doppia rimonta. «Io mi assumo le responsabilità da quando sono arrivato ovvero dalla 18esima giornata. Non per quello che è successo prima. E dalla 18esima giornata ad oggi l’Ascoli sarebbe ottavo in classifica. Fateci giocare queste ultime 4 partite prima di giudicare…».

Dopo il pranzo, pullman pronto per la partenza: destinazione l’aeroporto di Falconara

«Ci sono cose che non capisco – è sempre Cosmi a parlare – d’inverno, quando fa freddo, ci fanno disputare i turni infrasettimanali di sera alle 20,30 quando c’è grande freddo, magari piove oppure c’è ghiaccio. A maggio, con una temperatura certamente più alta, giochiamo alle ore 15 e questo causa maggiore stanchezza nei calciatori. Forse dipende dalla concomitanza con le partite serali di Champions. Ma allora si potrebbe giocare alle 18 e ci sarebbe una temperatura più adatta per partite di calcio».

Una curiosità: Cosmi ha esordito sulla panchina dell’Ascoli un girone fa proprio con la partita Ascoli-Entella 1-1.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X