Quantcast
facebook rss

L’Ascoli espugna Pescara (0-1)
grazie ad un gol di Tommaso Bianchi

SERIE B - I bianconeri sprecano tante occasioni nella ripresa. Per la salvezza resta da fare l'ultimo sforzo venerdì sera contro il Brescia
...

L’esultanza di Tommaso Bianchi

L’Ascoli vince a Pescara grazie ad un gol di testa del centrocampista Tommaso Bianchi nel primo tempo. I bianconeri salgono a 45 punti e ora per la salvezza servirà battere il Brescia venerdì sera al Del Duca. Cosmi, a sorpresa, lascia in panchina Buzzegoli e Kanoutè inserendo Bianchi e Baldini. Il Pescara parte subito forte  pressando alto i bianconeri ed affacciandosi pericolosamente in area con Brugman (5′) che tira a lato di Agazzi. L’Ascoli risponde con una tiro telefonato di Monachello (15) che non impensierisce Fiorillo. I bianconeri passano in vantaggio poco dopo con un preciso colpo di testa di Bianchi (18′) che raccoglie una ghiotta punizione di Clemenza. Poco dopo anche Monachello ha una buona palla per il colpo del ko, ma Fiorillo devia in angolo. La partita si accende al 26′ quando Coda stende Monachello con un colpo in stile kung fu. Per Aureliano è rosso diretto costringendo Pillon al primo cambio: dentro il difensore Fornasier e fuori l’attaccante Capone. Al 35′ altra occasione per il Picchio con Fiorillo che salva sulla botta di Clemenza dopo una bella combinazione con Baldini. Il Pescara si fa rivedere in pieno recupero prima con Mancuso su cui salva Pinto e poi con Pettinari, ma Agazzi blocca agevolmente il colpo di testa. Nella ripresa Cosmi toglie Monachello per Rosseti per dare più forza fisica all’attacco. Ma è il Pescara con un gran botta di Pepin Machin che si stampa sull’incrocio dei pali a farsi subito pericoloso. Al 7′ si vede Rosseti che da solo non riesce a dare forza al colpo di testa. Al 20′ doppia occasione clamorosa sui piedi di Buzzegoli ma Fiorillo salva ancora. Al 28′ brivido per il Picchio con Brugman che tira di poco fuori. L’Ascoli ha ancora il colpo del ko ma prima Clemenza tira fuori (29′) e poi il palo (31′) respinge il tiro di Baldini a portiere battuto. Al 41′ è invece la traversa a negare il gol a Baldini.

ASCOLI (3-5-2): Agazzi, Cherubin, Gigliotti, De Santis; Mogos, Addae, Bianchi (16′ st Buzzegoli), Baldini, Pinto (38′ st Mignanelli); Clemenza, Monachello (1’st Rosseti). In panchina Lanni, Mengoni, Rosseti, De Feo, Parlati, Castellano, Ganz, Florio, D’Urso, Kanoutè. All. Cosmi

PESCARA (4-3-3): Fiorillo; Fiamozzi, Gravillon, Coda, Crescenzi; Pepin, Brugman, Valzania (33′ st Baez); Mancuso, Pettinari (21′ st Bunino), Capone (27′ pt Fornasier). In panchina Baiocco, Savelloni, Yamga, Bunino, Elizalde, Fornasier, Cocco, Mazzotta, Carraro, Cappelluzzo, Coulibaly. All. Pillon

Arbitro: Aureliano di Bologna

Reti: 18′ pt Bianchi

Note: pomeriggio soleggiato, terreno in buone condizioni. Spettatori 10.000 circa. Ammoniti Brugman, Cherubin, Bianchi. Espulso Coda al 26′ pt per gioco violento. Recupero 3;4

(servizio in aggiornamento)


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X