Quantcast
facebook rss

Samb, trecento biglietti
già venduti per Piacenza:
sarà un nuovo esodo rossoblù

SERIE C - L'obiettivo è raggiungere quota 500, con la prevendita che chiuderà domani alle 19. Tifosi in fermento andranno alla rifinitura per incitare la squadra. L'ultimo precedente a Piacenza sancì la retrocessione in C1 e l'inzio del tracollo sportivo e finanziario del club del "Riviera delle Palme"
...

di Benedetto Marinangeli

Sono già 300 i biglietti acquistati dai tifosi della Samb per il settore ospiti del Garilli. L’obiettivo è quello di arrivare a quota 500 con la prevendita che si chiuderà domani alle ore 19. Insomma il numero dei tifosi che raggiungerà Piacenza è destinato ad aumentare. Domani mattina, poi, gli ultras della nord hanno dato appuntamento a tutta la tifoseria alle 9.45 in tribuna laterale ovest per fare sentire a Conson e compagni, nel corso della rifinitura, l’affetto della città e per dare lo sprone per disputare una grande partita al Garilli.

Lo stadio di Piacenza, però, evoca tristi ricordi per i supporters rossoblù. Era, infatti, la terzultima giornata del campionato di serie B 1988-1989 con la Samb che doveva vincere per poi giocarsi la permanenza nella cadetteria nelle ultime due giornate con Licata e Avellino. Una partita “strana” che terminò con il punteggio di 0-0 ma con la formazione di Enzo Riccomini fortemente penalizzata dalla direzione di gara. Un gol regolare, infatti, realizzato da Egidio Pirozzi fu incredibilmente annullato dall’ arbitro. Poi la domenica successiva ecco la sconfitta in casa con il Licata e la matematica retrocessione in C1. E’ paradossale come l’inizio della profonda crisi di risultati ed economica della Samb coincida con la prima gara playoff per la serie B. A Piacenza è terminata l’avventura tra i cadetti, a Piacenza inizia la marcia di avvicinamento alla finale di Pescara.

Quello di domenica è il quarto precedente tra le due formazioni. Il primo risale al campionato 1973-1974 quello della seconda promozione in serie B della storia rossoblù, con l’undici di Marino Bergamasco che espugnò l’impianto emiliano per 1-0 grazie ad una rete di Francesco Chimenti. Doppio 0-0 nei tornei di B 1987-1988 e 1988-1989. Ma due ex Samb hanno fatto la storia del calcio piacentino. Si tratta di Gigi Cagni, bandiera rossoblù che sulla panchina biancorossa dal1990 al 1996 e dal 2002 al 2004.

E poi ecco Francesco Turrini, attaccante umbro cresciuto nel settore giovanile rossoblù, compagno di squadra di Cagni in B e poi protagonista anche a Piacenza, sempre con Cagni in panchina, dal 1992 al1996 dove ha totalizzato 133 presenze e 13 reti. Una stagione in Emilia anche per Andrea Galassi (1988-1989) che in due stagione con la Samb (1985-1986 e 1987-1988) ha collezionato complessivamente 69 presenze e tre reti in rossoblù.

Domani mattina classica seduta di rifinitura con Francesco Moriero che proverà gli ultimi schemi tattici. Poi partenza per il ritiro di Piacenza. La formazione emiliana, comunque, è un avversario estremamente ostico. 12  risultati positivi nelle ultime 13 partite disputate, solo la Carrarese è riuscita a sconfiggere la formazione allenata da Franzini. Inoltre il “Garilli” è una vera roccaforte, visto che nell’anno in corso solamente il Siena ha ottenuto i tre punti allo stadio piacentino. Un occhio particolare merita il tandem offensivo Pesenti-Romero soprattutto il primo che sta vivendo un periodo particolarmente felice in fase realizzativa. Ma la Samb deve comunque pensare positivo ed essere consapevole della sua forza.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X