Quantcast
facebook rss

L’Ascoli a Chiavari senza paura
Cosmi recupera Varela
Volpe: «Una guerra lunga 180’»

SERIE B - Annullato il ritiro anticpato, partenza mercoledì. Sei indisponibili: Buzzegoli, Cherubin, Martinho, Favilli, Carpani e Addae. L'allenatore dell'Entella suona la carica. Per la gara di ritorno già venduti oltre 800 biglietti
...

La grinta di Serse Cosmi (Foto Edo)

di Bruno Ferretti

Mai come stavolta si può parlare di vigilia di passione. Giovedì 24 l’Ascoli a Chiavari contro l’Entella si giocherà mezza salvezza ma il verdetto definitivo ci sarà una settimana dopo, giovedì 31 maggio, nella partita di ritorno al “Del Duca”. Partita attesissima dai tifosi bianconeri: una partita da 9-10 mila spettatori se potessero entrare a vederla trovando una soluzione per aumentare la capienza, oggi assai ridotta, dello stadio ascolano, ridotto ai minimi termini in tutti i sensi. A parte l’eterno cantiere per la ricostruzione della tribuna est e la curva sud in tubi innocenti, manca anche oltre mezza tettoia nella ex tribuna coperta. E quasi tutti gli spettatori si bagnano perché le norme per la sicurezza impediscono di portarsi l’ombrello. Anche la metà delle postazioni riservate ai giornalisti venerdì scorso erano bagnate. Intanto sono oltre 800 i biglietti venduti per la gara di ritorno del 31 maggio al “Del Duca”: potevano acquistarli gli abbonati che avevano il diritto di prelazione.

Varela è recuperato

Dopo la partita con il Brescia, venerdì scorso, il ds Giaretta ha detto che l’Ascoli avrebbe anticipato a martedì la partenza, ma evidentemente è stato cambiato programma perché la partenza avverrà mercoledì 23 ovvero alla vigilia, come solito. Cosmi, intanto, ha recuperato Varela che oggi si è allenato con il gruppo mentre Martinho e Favilli hanno svolto lavoro differenziato e non saranno disponibili, come Buzzegoli e Cherubin (infortunati) e Addae (squalificato).

L’Entella sembra piuttosto bellicosa e l’Ascoli farà bene ad aspettarsi una partita di elevato tono agonistico contro avversari aggressivi. «Ora viene il bello. Ci siamo conquistati un’ultima possibilità e dobbiamo giocarcela a tutta. Con l’Ascoli ci aspetta una guerra sportiva lunga 180 minuti, nella quale dovremo essere lucidi, equilibrati e compatti». Sono parole dell’allenatore Gennaro Volpe. Sulla stessa linea l’attaccante Mattia Aramu: «Il cambio dell’allenatore ha dato uno scossa, mister Volpe è un combattente, conosce perfettamente il mondo Entella – ha detto Aramu – è un martello, ci trasmette una grinta incredibile, quella che servirà per affrontare nel modo giusto questo playout contro l’Ascoli che vale una stagione. In due partite ci giochiamo davvero tutto».  Fu proprio Aramu, lo scorso dicembre, nella prima partita di Cosmi sulla panchina dell’Ascoli, a realizzare il gol del pareggio 1-1 all’ultimo minuto .

Massimo Secondo

SECONDO: «CAMPIONATO FALSATO» – «Questo campionato è falsato, penso ai deferimenti in atto di Foggia e Bari. Ma ci sono altre società con 50 milioni di debito consolidato, tutte cose che si leggono sui giornali. Io questa strada non mi sento di prenderla, anche se ormai è largamente diffusa nel mondo del calcio. Noi chiuderemo un altro bilancio in equilibrio, abbiamo sempre ripianato i debiti». Così ha detto Massimo Secondo, patron della Pro Vercelli in una conferenza stampa nella quale ha annunciato che il prossimo 30 giugno, ovvero alla chiusura della stagione 2017-2018, lascerà la Pro Vercelli, retrocessa in Lega Pro. Parole dure quelle di Secondo che ha aggiunto: «Il bilancio sportivo è stato esaltante, in 8 anni ho fatto 5 campionati di serie B e 3 di serie C come non succedeva da lungo tempo».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X