Quantcast
facebook rss

Abbattuto da un camion
il varco di via Mercantini

ASCOLI - Per la seconda volta in pochi mesi centrato da un camion quello all'angolo con via Palestro. Dissuasori come spauracchi: quello di via Cairoli è stato reso "non attivo" dal Comune per un mese, ma nessuno sembra fidarsi
...

Il varco all’angolo di via Mercantini-via Palestro appena abbattuto (Foto Skanc)

di Andrea Ferretti

Tempi duri ad Ascoli per i varchi elettronici. Sono costati un sacco di soldi e sono stati installati dopo mesi, anzi anni, di proposte e controproposte. Alla fine hanno finito per cinturare come un bunker il centro storico, sempre meno trafficato è vero, ma anche sempre più desolatamente vuoto di essere umani e attività commerciali. Da pochi giorni non è attivo – e rimarrà tale fino al termine dei lavori – il varco posizionato all’inizio di via Cairoli (San Pietro Martire) ma nessuno sembra fidarsi dell’ordinanza emessa dal Comune. Tutti continuano ad evitarlo magari per il timore di essere fotografati, individuati, bollati, certificati e multati.

Il varco di via Cairoli

L’Amministrazione comunale ha deciso così nel tentativo di decongenstionare il traffico visto che il flusso veicolare proveniente da Lungotronto e Via Trieste finisce interamente nell’imbuto costituito da via Marucci e via delle Torri a causa di via Trebbiani posta off limits per i lavori al ponte romano che si protrarranno fino a metà giugno. Sono proprio tempi duri per i varchi elettronici. In particolare per quello all’angolo via Mercantini-via Palestro che, per la seconda volta in pochi mesi, è stato abbattuto oggi da un camion il cui conducente evidentemente non ha fatto i conti con la dimensioni del mezzo che guidava e la struttura in metallo che tutto è tranne che invisibile. Risultato? Varco a terra, danneggiato e da riparare o sostituire. E sono due.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X