Quantcast
facebook rss

Ascoli, giovedì sera al “Del Duca”
ci sarà anche il patron Bellini
Il futuro dipende dalla salvezza

SERIE B - L’imprenditore italo-canadese anticipa di qualche giorno il ritorno per assistere alla partita decisiva (non solo per la salvezza) che si giocherà il 31 maggio contro l'Entella. La squadra in B ha un valore in grado di attirare interessi, ma in Serie C vale molto di meno
...

Francesco Bellini e Serse Cosmi l’ultima volta che si sono visti allo stadio “Del Duca” (Foto Edo)

di Bruno Ferretti

Giovedì sera 31 maggio al “Del Duca”, per assistere al ritorno playout con l’Entella, ci sarà anche il patron bianconero Francesco Bellini il quale per l’occasione anticiperà di qualche giorno il suo ritorno ad Ascoli dal Canada insieme alla moglie Marisa. Secondo informazioni raccolte, domenica 3 giugno i coniugi Bellini parteciperanno come ospiti alla cerimonia della prima comunione del figlio di una loro amica, quindi è probabile che resteranno in città fino ai primi giorni della successiva settimana. La vicinanza dell’amministratore unico, nonché proprietario dell’Ascoli Picchio, non potrà che far bene alla squadra impegnata contro l’Entella a superare l’ultimo, decisivo ostacolo per raggiungere il tanto sospirato traguardo salvezza. Obiettivo di fondamentale importanza anche per il futuro della società che Bellini ha dichiarato – più di una volta – di voler cedere considerando ormai conclusa la sua “missione” alla guida del club bianconero, ovvero il risanamento economico dopo i disastroso fallimento del 17 dicembre 2013. Bellini quando rilevò l’Ascoli insieme ai soci ascolani Faraotti, Tosti, Ciccoianni e Palatroni (quest’ultimo lasciò dopo circa un mese), disse che lo avrebbe tenuto per tre anni. Ne sono trascorsi quattro.

La salvezza è fondamentale anche per le prospettive future. L’Ascoli in serie B ha un valore e può accendere l’interesse di qualcuno che, magari, desidera entrare (o rientrare) nel calcio; l’Ascoli in serie C ha un ben diverso valore e un appeal certamente inferiore. Non a caso sembra che Bellini abbia promesso alla squadra un milione di euro come premio speciale da dividersi in caso di salvezza. Un incentivo in più per raggiungere il traguardo.

UNDICI ANNI FA L’ULTIMA IN A – Undici anni fa, esattamente il 27 maggio 2007, l’ultima partita, e l’ultima vittoria, dell’Ascoli in serie A. Al “Del Duca” si disputò Ascoli-Cagliari e i bianconeri di Sonetti (subentrato a Tesser) già matematicamente retrocessi in B vinsero 2-1 in rimonta con reti di Soncin e Paolucci, dopo il vantaggio dei sardi con Mancosu.

UNDER 17: PLAYOFF A TORINO – La squadra Under 17 dell’Ascoli domenica 27 maggio disputerà a Torino il ritorno dei quarti di finale playoff. Per i bianconeri di Cerasi, sconfitti all’andata 0-3, il compito di ribaltare il risultato appare proibitivo: dovrebbero vincere con 4 gol di scarto. Si giocherà (ore 15) al campo di Grugliasco.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X