Quantcast
facebook rss

Per salvare il Parco Bau anche
un sit in di protesta in Comune

SAN BENEDETTO - Già raccolte oltre 700 firme a difesa dell'area per i cani eliminata alla foce dell'Albula. Scaltritti: «Il monumento previsto può essere spostato»
...

di Benedetto Marinangeli

Sono 775 le firme in favore della petizione popolare contro l’eliminazione del Parco Bau dalla zona della foce dell’ Albula. La raccolta continuerà porta a porta con l’obiettivo di superare quota 1.000. «Intanto –dice l’ onorevole Gianluigi Scaltritti– l’abbiamo protocollata in Comune. Poiché la petizione, formalmente, non ha la forza di impedire le decisioni dell’Amministrazione, che ad oggi sembra insensibile alle nostre richieste, abbiamo deciso di rafforzare e diversificare la nostra azione».

In che modo? «Stiamo contattando le diverse forze politiche e soprattutto quelle presenti in Comune –risponde Scaltritti- affinché i Consiglieri possano chiedere che la petizione venga messa in discussione in Consiglio Comunale. Inoltre abbiamo affidato ad uno studio commerciale la costituzione del nostro comitato in associazione ed appena pronto lo statuto provvederemo a registrarla per poterci in seguito affiliare ad organizzazioni nazionali. Come ulteriori azioni di sensibilizzazione al problema, stiamo avviando la preparazione di un convegno sul rapporto tra essere umano e animale d’affezione e di convivenza ambientale (parchi BAU) soprattutto nelle aree urbane».

Insomma l’obiettivo è di evitare lo spostamento del Parco Bau dietro il monumento “Lavorare, lavorare” di Ugo Nespolo, dove è invece previsto il posizionamento della prua della Genevieve, nell’ ex fabbrica del ghiaccio in via Paolini.

«Se l’atteggiamento d’indifferenza dell’Amministrazione continuerà –sentenzia Scaltritti- è possibile che organizzeremo un sit-in che dall’area dell’edificio Comunale si sposterà al parco Bau, soprattutto quando ne decideranno l’eventuale chiusura. Ribadiamo che il  monumento previsto, tra l’altro poco apprezzato e condiviso, può essere spostato in altro luogo più idoneo, mentre non è la stessa cosa per il parco Bau che a differenza della foce del torrente Albula non puzza il quale ha una funzione di servizio oltre che per i cittadini anche per il turismo –conclude- come si può riscontrare in molte città costiere Adriatiche con amministrazioni evolute e competenti».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X