Quantcast
facebook rss

“Storie di Alternanza”,
premiati i ragazzi dei licei

ASCOLI - Al primo posto il video del IV B del Classico Stabili seguito da quello del Linguistico Capriotti di San Benedetto e dalla V F dello Scientifico Orsini. Alle scuole è andato è un premio in denaro per acquistare materiale da destinare alla classe
...

«È un’esperienza straordinaria, prima di tutto personale, potersi confrontare con le nuove generazioni». Così il Presidente della Camera di Commercio di Ascoli Piceno, Gino Sabatini, a conclusione della cerimonia di premiazione della fase provinciale di “Storie di Alternanza”, il concorso nazionale organizzato da Unioncamere con l’obiettivo di valorizzare e dare visibilità ai racconti dei progetti d’alternanza scuola-lavoro. «E che siano proprio i giovani a raccontare ai loro coetanei il valore del lavoro e l’importanza di questo tipo di esperienze – ha aggiunto – è una ricchezza inestimabile che non va perduta: momenti come questi ci fanno essere ottimisti sul futuro». 

Il video dell’esperienza in Gran Bretagna all’interno di un’emittente radiofonica realizzato dagli studenti della IV^ B del Liceo Classico “Stabili-Trebbiani” di Ascoli Piceno ha convinto a pieno la giuria. “I ragazzi hanno usato un linguaggio efficace – ha spiegato il presidente – perché è riuscito a trasferire nelle immagini e nei dialoghi l’entusiasmo per un’esperienza collettiva di lavoro all’estero”.

Al secondo posto si sono classificati gli studenti della III D Linguistico dell’Istituto di istruzione superiore “Augusto Capriotti” di San Benedetto del Tronto, che hanno realizzato il video “Ricordi di alternanza” ; terzo posto per la V^ F del Liceo scientifico “Antonio Orsini” di Ascoli Piceno, autori del filmato “Project Training at School”.

Le tre classi hanno ricevuto un premio in denaro, rispettivamente di 1.000, 850 e 700 euro, che potrà essere utilizzato per l’acquisto di materiale tecnico da mettere a disposizione della classe. Nel corso della cerimonia sono intervenuti anche i componenti della Commissione di valutazione, nelle persone di Luigi Passaretti, presidente CNA e responsabile del progetto di alternanza “Il volo” e Fabio De Vita, fondatore del Social Selling Institute. Il presidente Sabatini infine ha ricordato che “i progetti di alternanza scuola-lavoro, che si svolgono all’interno di una cornice di regolarità e rispetto delle norme, saldano il rapporto tra le imprese e il sistema scolastico, avvicinano in modo consapevole studenti, famiglie e insegnanti a guardare al lavoro come un obiettivo da raggiungere, attraverso una formazione di qualità e un approccio  più moderno, anche pensando a forme di autoimprenditorialità”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X