Quantcast
facebook rss

Gli studenti dell’Isc Centro
restituiscono alla città
i registri dell’archivio restaurati

SAN BENEDETTO - Sono stati presentati a Palazzo Piacentini. Operazione realizzata grazie ai ragazzi della scuola "Marchegiani" (dalla seconda alla quinta elementare) grazie al progetto del laboratorio sulla carta riciclata. D'ora in poi stop alle fotocopie ma solo fotografie
...

di Benedetto Marinangeli

Sono stati presentati ufficialmente a Palazzo Piacentini i restaurati antichi registri dell’ archivio storico comunale. Un’operazione realizzata grazie ai ragazzi della scuola Marchegiani dell’ Isc Centro, impegnati dalla seconda fino alla quinta elementare nel progetto relativo al laboratorio sulla carta riciclata. I vecchi volumi sono stati restaurati da Gianluigi Cigno in una nuova e più funzionale edizione. Potranno essere consultati da tutti ma dei testi potranno essere fatte solo fotografie e non più fotocopie.

Ma come si è giunti alla realizzazione di questa iniziativa? «I ragazzi – spiega la dirigente dell’ Isc Centro Laura D’Ignazi – hanno frequentato l’archivio storico comunale. Dopo avere visto in che condizioni versavano i volumi hanno subito pensato ad un loro restauro. Attraverso il progetto relativo al laboratorio della carta riciclata abbiamo ottenuto un finanziamento e siamo riusciti così a realizzare delle piccole opere con il torchio presente in archivio. I ragazzi poi le hanno vendute a genitori e conoscenti e con il ricavato di 270 euro sono riusciti a far restaurare i vecchi volumi. Colgo l’occasione per ringraziare il dott. Gianluigi Cigno per il lavoro svolto e l’archivista comunale Giuseppe Merlini. Il nostro istituto ha sempre lavorato e sempre lo farà sulla valorizzazione artistico-culturale del nostro territorio. Un grosso grazie va anche alle maestre Patrizia Bollettini, Maria Tozzi, Alessandra Ricci e Franca Rodilossi».

«La generosità dei bambini – dice l’ archivista comunale Giuseppe Merlini – ha restituito alla memoria della città questi volumi. Un’ operazione che era stata fatta a suo tempo dal professor Enrico Liburdi e che ora è stata riproposta dagli studenti dell’ Isc Centro. Sul registro degli atti che vanno dal 1902 al 1956 è stata inserita una memoria aggiuntiva con i nomi degli alunni e dei loro insegnanti. Chi, tra un po’ di anni, consulterà questi documenti saprà che questo è il frutto del vostro lavoro».

«Una città cresce se tutti contribuiscono – è l’assessore alla cultura Annalisa Ruggieri che parla – e per questo motivo ringrazio gli studenti dell’ Isc Centro e i loro insegnanti per l’opera svolta. Solo studiando il nostro passato potremo capire il presente evitando di ripetere errori. Senza la vostra opera tutto questo non sarebbe stato possibile».

«Questa iniziativa – chiude la serie degli interventi il sindaco Pasqualino Piunti – rappresenta la nostra identità. Un’ opera meritoria che acquista ancora più rilievo ed importanza se a metterla in pratica sono dei bambini. In questo modo si crea un circolo virtuoso che ci fa crescere e non indietreggiare. Questa iniziativa è il rapporto plastico di ciò che è stato prodotto e bisogna essere fieri del lavoro svolto».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X