facebook rss

Samb, c’è l’addio del diesse Panfili
Per la panchina spunta anche D’Agostino

SERIE C - Paga l'operazione Nocciolini del mercato di gennaio, portata avanti con Capuano ma con la società all'oscuro. Piace il tecnico della Virtus Francavilla, mentre si allontanano definitivamente Mauro Zironelli e Paolo Zanetti. Rossoblù a cena, poi i saluti

Un’immagine che appartiene decisamente al passato della Samb. Da sinistra: il ds Panfili, il dg Gianni e mister Capuano

di Benedetto Marinangeli

La Samb ha dato il benservito a Francesco Panfili. Il giovane diesse umbro non rientra più nei piani tecnici della Samb. La notizia gli è stata comunicata proprio dal presidente Franco Fedeli. Manca solo l’ufficialità. Panfili paga l’operazione Capuano, consigliato da un esperto di calcio vicino a Fedeli ed avallata anche dal diesse rossoblù che aveva lavorato con il tecnico campano ad Arezzo.

Ma a costargli cara è stata tutta l’operazione Nocciolini portata avanti insieme a Capuano nel mercato di gennaio senza avere l’autorizzazione della proprietà.  Ma al di la di tutto Panfili aveva lavorato bene. E’ stato lui insieme ad Andrea Fedeli e all’ avvocato Andrea Gianni a costruire la squadra che ha chiuso al terzo posto la regular season ed è stata eliminata ai quarti di finale play off dal Cosenza. Sua la scoperta di Bove ed il recupero di calciatori come Gelonese, Valente e Miracoli. Fino al 30 giugno è vincolato alla Samb ma ormai è fuori dai giochi.

Franco Fedeli (Foto Cicchini)

Sul possibile nuovo diesse, Franco Fedeli punta ad un elemento più “scafato”. Il patron romano ha massima ed incondizionata stima nei confronti di Angelo Maria Fabiani che però resterà alla Salernitana a ameno di clamorosi stravolgimenti nel club campano. Sicuramente oltre all’ esperienza il futuro direttore sportivo della Samb dovrà avere tantissima pazienza per confrontarsi quotidianamente con Fedeli. Una volta riempita questa casella si penserà al nuovo allenatore.

Anche per Francesco Moriero l’avventura in rossoblù è finita. L’identikit tracciato da Andrea Fedeli è quello di un tecnico vincente. Ed allora ci si affiderà all’esperienza di un trainer navigato della serie C o ad un emergente? Nella prima categoria rientra Agenore Maurizi lo scorso anno alla Reggina il cui nome è iniziato già a circolare in città. C’è pure chi ha intravisto nella presenza ai playoff in tribuna di Ivo Iaconi uno dei papabili a sedersi sulla panchina della Samb. C’era andato vicino dopo l’esonero di Moriero, ma poi gli fu preferito Capuano.

Tra gli emergenti ecco Gaetano D’Agostino della Virtus Francavilla e Mauro Antonioli del Ravenna cui però è in pressing la Casertana. Restano un sogno, almeno per ora Mauro Zironelli del  Mestre e Paolo Zanetti del Sud Tirol. Dietro al primo ci sono alcune società di serie B con in testa l’ Hellas Verona. Zanetti piace molto ad Andrea Fedeli ma anche lui sembra esser destinato a ben altri lidi. Le operazioni disse ed allenatore sono destinate a chiudersi entro breve tempo.

Intanto ieri sera i calciatori della Samb (sotto nelle foto di Alberto Cicchini) si sono ritrovati presso lo chalet “Da Federico” per la classica cena di fine stagione. Unico assente il portiere Perina operato all’ occhio. Oggi la società rossoblù ha decretato il rompete le righe.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X