facebook rss

La carica dei 13.000 al voto
Tutti i numeri della sfida elettorale

GROTTAMMARE - Si vota soltanto domenica 10 giugno dalle ore 7 alle 23. Allestiti 15 seggi. Dopo la chiusura, immediato lo scrutinio

Il Municipio di Grottammare: la “macchina” comunale è pronta al voto di domenica. Le sezioni sono 15

Le elezioni del 10 giugno per scegliere il nuovo sindaco e rinnovare il consiglio comunale di Grottammare attendono alle urne 13.285 elettori. Di questi, 549 sono residenti all’estero e potranno votare solo se torneranno in Italia; potranno votare anche 74 elettori comunitari, 21 dei quali iscritti per la prima volta. I candidati alla poltrona di sindaco sono 4: Alessandra Manigrasso (5Stelle), Enrico Piergallini (centro sinistra), Lorenzo Vesperini (centro destra) e Giuliano Vagnoni (Popolo della Famiglia)
Gli elettori più giovani sono Federica M. (07/06/2000) che vota nella sezione 2 e Enzo Louis Z. (10/06/2000), residente all’estero, che potrà votare nella sezione 15. L’elettrice meno giovane è Befania T. (classe 1914) e vota nella sezione 1. Nessuna richiesta di voto a domicilio – spettante a elettori affetti da infermità grave – è pervenuta all’ufficio elettorale. I candidati alla carica di sindaco di Grottammare sono 4, ognuno dei quali sostenuto da una o più liste

Per quanto riguarda le sedi del voto, le votazioni si svolgeranno nei 15 seggi allestiti nei quattro plessi scolastici di via Garibaldi (sezioni dalla 1 alla 5), piazza Giovanni XXIII (sezioni 6-7), via Dante Alighieri (sezioni dalla 8 alla 10) e via Toscanini (sezioni dalla 11 alla 15). Tutti gli edifici sono privi di barriere architettoniche, con servoscala, ascensori e cabine adatte ai portatori di handicap.  I seggi saranno aperti dalle 7 alle 23 di domenica 10 giugno. Immediatamente dopo si procederà allo scrutinio.

Lunedì 11 giugno, si riunirà l’Ufficio eettorale centrale, composto da un magistrato e da un funzionario in servizio presso il Tribunale di Fermo e da sei membri scelti dal Tribunale nell’albo dei presidenti di seggio, che ha il compito di procedere alla proclamazione degli eletti. Dal momento che si vota con un sistema maggioritario a doppio turno (previsto per i Comuni con popolazione superiore a 15.000 abitanti), se nessun candidato raggiungerà il 50% + 1 dei voti validi, si svolgerà un turno di ballottaggio domenica 24 giugno.

Il personale addetto all’ ufficio elettorale rimarrà a disposizione dell’elettorato per qualsiasi chiarimento sulle modalità di espressione del voto, oltre che per assistenza e accesso ai servizi legati all’esercizio del voto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X