facebook rss

Whirlpool, si alza anche
la voce del vescovo Carlo Bresciani

COMUNANZA - L'alto prelato della Diocesi di San Benedetto-Montalto-Ripatransone ha scritto al parroco don Dino Straccia. «Mi unisco ai lavoratori e alla cittadinanza perchè si trovi una soluzione che metta al primo posto la dignità dei lavoratori e le loro famiglie»

Si alza anche la voce di monsignor Carlo Bresciani, vescovo della Diocesi di San Benedetto-Montalto-Ripatransone, sulla vertenza territoriale Whirlpool.

Il vescovo Carlo Bresciani

In una lettera, chiede al parroco di Comunanza, don Dino Straccia, di farsi portavoce del suo pensiero e della sua vicinanza presso i lavoratori e l’intera comunità.

«Carissimo Don Dino – scrive l’alto prelato – leggo dai giornali della prospettata notevole riduzione di personale presso l’azienda Whirlpool di Comunanza. Comprendo e condivido la giusta preoccupazione di tutti i lavoratori e di tutta la cittadinanza già fortemente colpita da recenti eventi sismici che a fatica cerca di superare. Mi unisco ai lavoratori e alla cittadinanza, auspicando che si trovi una soluzione che metta al primo posto la persona dei lavoratori, la loro dignità e le loro famiglie.

Don Dino Straccia (al centro) durante una recente inaugurazione a Comunanza

Ti prego di farti mio interprete nei confronti dei dipendenti della Whirlpool e di manifestare loro la solidarietà mia personale e dell’intera Chiesa diocesana. Prego affinché non venga attuata la temuta riduzione del personale e chiedo che in questa domenica tutta la comunità cristiana di Comunanza preghi per questa intenzione. Benedico di cuore tutti i lavoratori e le loro famiglie».

M.N.G.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X