facebook rss

Organetto, corali e danza
5 giorni di “Festa della Musica”

ROCCAFLUVIONE - Si terrà dal 16 al 21 giugno in maniera itinerante e coinvolgendo professionisti e non. Si parte con il "Coro Multietnico" e si finisce con Bibo. In programma anche la proiezione del capolavoro Disney-Pixar "Coco"

di Luca Capponi 

Dall’organetto alle corali, dalla danza al saltarello, purché sia festa. Meglio se “Festa della Musica”. Cinque giorni, dal 16 al 21 giugno, per trasformare Roccafluvione nel centro delle sette note. Seguendo la scia dell’evento internazionale nato il 21 giugno del 1982 su iniziativa del ministero della cultura francese. Obiettivo di musicisti professionisti e non, invadere strade, cortili, piazze, giardini, stazioni, musei. Una “malattia” contagiosa che dal 1985 si svolge pure in Europa e nel mondo. Eccoci, dunque, in terra di Fluvione, dove sabato 16 si inizierà con “Musica in Cielo” alle 16,30 in zona Ponte Nativo, per un momento dedicato alla musica sacra in occasione dei festeggiamenti di Sant’Antonio. Prima l’incontro tra i cori “Santo Stefano”, “Voci d’argento” e l’ospite d’onore “Coro Multietnico” (che si esibirà in solitaria alle 19,45) poi, insieme, l’esecuzione dell’Inno a Sant’Antonio e l’animazione della Santa Messa (h 19).

Un’immagine dal capolavoro “Coco”

Domenica 17 giugno si prosegue presso l’ex asilo, alle 15,30, con un momento dedicato ai bambini. Spazio agli studenti più giovani della scuola LeArti impegnati nelle musiche più amate dei cartoni animati. A seguire, sul palco la babyband “Lupacchiotti“. Ci sarà anche uno speciale “Scrigno delle favole” sul silent book “Viaggio” di Aaron Becker (disegnatore Pixar) e la proiezione del bellissimo film d’animazione, quanto mai adatto alla situazione, “Coco” (Disney-Pixar 2017).
Il ristorante “Vecchio Mulino” farà da sfondo alla parte danzata del programma, il 18 giugno alle 20, con gli allievi della Miniera delle Arti e il super ospite Simona Malpiedi, che terrà un piccolo laboratorio di danza. Il giorno seguente ci si sposta alla locanda “La Loggia”, sempre alle 20, con “Musica in allegria!” e l’organetto di Massimo Legnini e Sergio Giuliani. Chi si aggiudicherà la gara di saltarello (le iscrizioni si raccoglieranno la sera stessa) vincerà una cena per due persone.
Il 20 giugno ecco “Musica ai fornelli” da “Nonna Rosa”: “Rossineggiando” è un aperitivo cenato in occasione delle celebrazioni per i 150 anni dalla morte di Gioacchino Rossini. Ecco quindi un menù ispirato alla sue composizioni e alle sue ricette gastronomiche. Insieme, gli studenti di pianoforte e canto lirico della scuola LeArti guidati da Margherita Calìa e Anna Cecilia Poletti. Con la partecipazione di don Francesco Mangani.
Gran finale il 21 con “Musica in compagnia” nel giardino del centro polifunzionale “Città del Sole”; ospite di punta sarà il pianista/cantante/imitatore Bibo.
In ogni appuntamento sarà dato il giusto spazio anche ai “fuori programma” ed alle esibizioni libere. Informazioni al tel. 389.8737903.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X