Quantcast
facebook rss

Vendita Ascoli, Bellini aspetta
la Bricofer. I troppi contratti
sono il problema da risolvere

SERIE B - Oltre ai calciatori (ben 27 sono già vincolati per il prossimo campionato) ci sono i dipendenti. Dimezzata da 10 a 5 anni la convenzione per l’uso del “Picchio Village” che è di Bellini, Faraotti e Ciccoianni. La prossima settimana potrebbe essere quella decisiva per definire la cessione della società. Gli ex bianconeri Fini e Maresca vice allenatori, rispettivamente, in Uruguay e Inghilterra con Lopez e Pellegrini
...

Francesco Bellini (Foto Perozzi)

di Bruno Ferretti

Francesco Bellini aspetta notizie dalla Bricofer per chiudere la complessa trattativa e definire la cessione dell’Ascoli Picchio con atto notarile. Solo a quel punto si potrà dire che l’Ascoli ha cambiato proprietà. L’imprenditore farmaceutico ha rinviato il ritorno in Canada restando ad Ascoli con la moglie Marisa e il primo figlio Roberto. La prossima settimana potrebbe essere decisiva per mettere nero su bianco. Ieri mattina il massimo azionista del Picchio (possiede qualcosa oltre il 90% delle azioni) è andato a fare la spesa con la signora Marisa. Alcuni tifosi incontrati, lo hanno invitato a ripensarci e a tenersi l’Ascoli. Bellini ha sorriso e li ha ringraziati. In verità la cessione dell’Ascoli Picchio 1898 sembra ormai fatta, se Bricofer non avrà un ripensamento che sarebbe davvero clamoroso dopo tutti gli incontri e i confronti delle scorse settimane fra le parti, con rispettivi legali e commercialisti.

Bellini con Giuliano Tosti (seduto)

I cosiddetti “dettagli” da risolvere, però, non sono di poco conto: riguardano i contratti, non solo dei calciatori, ma dei dipendenti. Alcuni di questi scadono fra due o tre anni. Secondo indiscrezioni la Bricofer vorrebbe ridurre il numero dei dipendenti che considera eccessivi per la gestione della società, magari attraverso una liquidazione o la rescissione del contratto. Ma nessuno, ovviamente, intende rinunciare al proprio posto di lavoro. Un altro problema da risolvere è quello della convenzione per l’uso del “Picchio Village” secondo la quale l’Ascoli deve pagare 220 mila euro all’anno. Convenzione era decennale ma è stata ridota a 5 anni. Il “Picchio Village” è proprietà di tre imprenditori: Bellini (70%), Faraotti (20%) e Ciccoianni (10%). Non c’è Tosti forse perché quando fu fatta l’operazione lui era già uscito dalla società. Ma, sempre secondo indiscrezioni, proprio Giuliano Tosti sarebbe il primo socio ascolano della Bricofer con la quale la sua azienda Ciam ha rapporti di lavoro. Ma con Tosti potrebbero entrare nel nuovo assetto societario altri imprenditori ascolani, vecchi e nuovi. Un ritorno all’ascolanità, insomma, non potrà che essere utile alla nuova società e alla squadra per tante ragioni, dopo i forti contrasti e le contestazioni della precedente gestione.

Enzo Maresca

GLI EX FINI E MARESCA ALL’ESTERO – Michele Fini ed Enzo Maresca. Due ex bianconeri all’estero come vice allenatori di grandi squadre. Il primo è Michele Fini, 44 anni, sardo di Sorso, che ha seguito Lopez in Uruguay dove allenerà il Penarol, una delle principali squadre del Paese sudamericano. Fini è stato vice di Lopez a Cagliari, nell’ultimo campionato, da ottobre dopo l’esonero di Rastelli Il sodalizio proseguirà in Uruguay. Fini era un eccellente esterno offensivo: nell’Ascoli ha disputato tre campionati dal 2004 al 2007 (con 107 presenze e 6 gol) poi passò al Cagliari. Enzo Maresca, dopo le dimissioni a Ascoli (novembre scorso dopo il 4-0 a Parma), è stato nello staff tecnico di Montella al Siviglia.

Michele Fini

Dopo qualche mese l’ex allenatore del Milan è stato esonerato con tuto lo staff. Ma il giramondo Maresca si è ben presto riciclato andando a fare il vice a Manuel Pellegrini, tecnico cileno (ex Real Madrid, ex Manchester City) ingaggiato dal West Ham, squadra londinese di Premier League. Pellegrini conosceva Maresca per averlo allenato un anno in Spagna nel Malaga.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X