facebook rss

Polonia e Riviera insieme
grazie al distretto di Nysa

SAN BENEDETTO - I rappresentanti della provincia polacca sono stati ricevuti in Comune. Il sindaco Piunti «Vogliamo unire le nostre culture affinché si crei un rapporto proficuo per entrambi i territori». Presente anche l'Anpi

Un momento della visita in Municipio

Da oggi San Benedetto e la Polonia sono ancora più vicine. Una delegazione del distretto polacco di Nysa (l’equivalente della nostra Provincia) è ospite in città in questi giorni, per una serie di appuntamenti con realtà economiche del territorio, in particolare del settore turistico, finalizzati a definire possibili intese di reciproca convenienza.

Piunti con Wozniak

La delegazione, composta dal vicepresidente del distretto Piotr Wozniak, dalla responsabile della cooperazione estera e capo dell’Ufficio promozione Izabela Kicak e dalla responsabile delle relazioni con l’Italia Dorota Labusga, è stata ricevuta in sala consiliare dal sindaco Pasqualino Piunti e da buona parte della giunta e dei consiglieri comunali.
In sala c’erano anche i rappresentanti delle categorie produttive del settore turistico e il presidente della locale sezione Anpi Antonio Bruni. La presenza dell’Anpi era legata alla ricorrenza che proprio oggi si celebra, quella della liberazione di San Benedetto dai nazisti avvenuta tra il 18 e il 19 giugno 1944 proprio ad opera di truppe polacche. Bruni ha ricordato un simpatico aneddoto che ha riguardato le sue due zie che, proprio in quel periodo si innamorarono e si sposarono con due soldati polacchi.
Il sindaco Pasqualino Piunti, nel suo saluto, ha individuato nell’elemento acqua il comune denominatore delle due realtà: quella dell’Adriatico per San Benedetto, quella dei laghi che caratterizzano la zona per Nysa, senza dimenticare la forte vocazione religiosa che caratterizza la Polonia fortemente devota al culto mariano che le Marche esaltano nella realtà di Loreto.
«Vogliamo unire -dice Piunti- le nostre culture affinché si crei un rapporto proficuo per entrambi i territori. Ringrazio Piotr Wozniak per l’ onore che ci ha fatto, visitando San Benedetto. Ha avuto espressioni di meraviglia quando ha visto il tratto riqualificato del lungomare nord. L’Italia ai Mondiali non c’è e domani farà il suo esordio la Polonia. Vorrà dire che faremo il tifo per loro. Ringrazio il mio capo di gabinetto Luigi Cava, tutti coloro che hanno reso possibile questo incontro primo fra tutti Giampiero Maria Marini e tutte le associazioni del territorio presenti».
Il vicepresidente Piotr Wozniak ha descritto la sua provincia come dedita all’agricoltura ma con un recente ed impetuoso sviluppo nel settore del turismo, con la maggiore percentuale di posti letto della Regione, e ha evidenziato gli intensi legami con la vicina Repubblica Ceca con la quale sono state avviate proficue forme di scambio tra escursionisti, quelli amanti della montagna diretti in repubblica ceca, quelli che preferiscono il lago che si spostano in Polonia.
«I polacchi –aggiunge Wozniak- sono diventati più ricchi e più esigenti  quando si parla di vacanze. E ci piace uscire dai confini nazionali preferendo come meta l’Italia ed il mare Adriatico. Ho saputo, poi, che tre anni fa che gli alunni di una delle scuole del nostro distretto vennero in vacanza per 10 giorni proprio a San Benedetto. Siamo stati accolti benissimo ed ora colgo l’occasione di invitare ufficialmente una delegazione sambenedettese per la Festa dei Fiori che si svolgerà dal 6 all’ 8 luglio prossimi nel nostro territorio».
Dopo il tradizionale scambio di doni, la missione della delegazione polacca è proseguita nel pomeriggio con la visita all’Istituto Alberghiero e poi alla Palazzina Azzurra per la mostra ‘Abbronzatissima’, inaugurata sabato scorso.

B. Mar. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X