facebook rss

Castel di Lama, il sindaco grillino
imita Matteo Salvini:
«Censimento degli extracomunitari»

IL CASO - L'obiettivo del primo cittadino Mauro Bochicchio è "monitorare e/o scoraggiare eventuali pratiche illegali"

«Avvio del censimento dei cittadini extracomunitari iscritti all’anagrafe comunale per monitorare e/o scoraggiare eventuali pratiche illegali». E’ la seconda “priorità” annunciata sui sociale dal neo sindaco grillino di Castel di Lama, Mauro Bochicchio, in vista dell’insediamento della nuova giunta e del nuovo Consiglio comunale in programma martedì sera alle 21,30. Una mossa in scia a quella del ministro dell’Interno, Matteo Salvini sui rom e su cui era arrivato il netto distinguo («E’ incostituzionale») da parte del vice premier Luigi Di Maio, grillino come il sindaco lamense. Prima del “censimento” degli extracomunitari, legato a un monitoraggio e allo scoraggiamento di pratiche illegali (come se il copyright dell’illegalità fosse in mano agli stranieri e non anche agli italiani) c’è comunque “l’ avvio della sperimentazione di un sistema di videosorveglianza all’interno del cimitero per scoraggiare i continui furti sulle tombe” dopo la denunce dei giorni scorsi. Il post di Bochicchio ha fatto subito il giro della rete scatenando reazioni positive dai suoi supporters e meno dalle altre forze politiche.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X