facebook rss

Nuovo Ascoli, in panchina
la scelta cade su Oddo

Serse Cosmi ormai ai saluti

SERIE B - L’allenatore abruzzese due anni fa ha portato il Pescara in serie A. Nel passato campionato esonerato dall’Udinese (5 vittorie consecutive, poi 11 sconfitte). Campione nel mondo nel 2006 a Berlino. Da giocatore ha vinto la Coppa Campioni con il Milan

Massimo Oddo, 42 anni, lo scorso anno in A con l’Udinese

di Bruno Ferretti

Massimo Oddo, 42 appena compiuti, abruzzese di Pescara, campione del mondo con l’Italia di Lippi nel 2006 a Berlino. Con tutta probabilità sarà il nuovo allenatore dell’Ascoli, Oddo avrebbe battuto la concorrenza di tutti gli altri candidati (Bollini, Calabro, Drago, Marino, Vivarini) perché ha il profilo giusto che piace alla nuova dirigenza dell’Ascoli. Ovviamente non c’è ancora niente di ufficiale (non è stato ancora sottoscritto il passaggio dell’Ascoli alla nuova proprietà) ma quasi tutte le indiscrezioni raccolte portano all’allenatore di Pescara. Oddo è figlio d’arte perché il padre Francesco, siciliano, è stato allenatore di buon livello negli anni ’80 e ’90. Massimo Oddo inizia la carriera di tecnico nel settore giovanile del Genoa allenando gli Allievi regionali, poi torna nella sua Pescara dove gli affidano la Primavera. Nel maggio 2015, a una giornata dal termine del campionato di Serie B, è promosso in prima squadra al posto di Baroni, clamorosamente esonerato dal presidente Sebastiani. Oddo porta il Pescara ai playoff ed elimina prima il Perugia e poi (in semifinale) il Vicenza. Ma in finale, dopo un doppio pareggio con il Bologna, deve cedere il passo agli emiliani meglio piazzati in campionato. Confermato a Pescara, Oddo ci riprova nel campionato successivo e stavolta centra l’obiettivo – sempre ai playoff – superando in semifinale il Novara e poi in finale il Trapani di Cosmi. Restano davanti agli occhi di tutti le immagini di Oddo che a fine partita va sulla panchina dei siciliani a consolare l’avversario battuto, Cosmi, in lacrime. Un gesto davvero lodevole. Nell’ultimo campionato Oddo passa all’Udinese in serie A. Dopo una formidabile partenza (5 vittorie consecutive), la tendenza si inverte e colleziona ben 11 sconfitte di fila: a quattro giornate dalla fine viene esonerato e rimpiazzato da Tudor.

Oddo campione del mondo a Berlino nel 2006 insieme a Camoranesi

LA CARRIERA DA CALCIATORE – Napoli, Verona, Lazio, Milan e Bayern Monaco, le tappe più significative della carriera di Massimo Oddo terzino destro di notevole qualità. Inizia, da ragazzino, nella Renato Curi Pescara, chiude a Lecce nel campionato 2011-2012. Con la Lazio vince la Coppa Italia 2003-2004, con il Milan la Coppa Campioni 2007-2008 superando in finale il Liverpool. In Nazionale conta 34 partite con un gol (Italia-Ucraina 2-0) all’Olimpico di Roma. Disputa i campionati Europei nel 2004 con il CT Trapattoni, e due anni diventa campione del mondo con la Nazionale di Lippi. L’ultima partita di Oddo in azzurro è datata 6 febbraio 2008: Italia-Portogallo (3-1).


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X