facebook rss

Un anno fa se ne andava
Paolo Volponi,
“cuore” del Sestiere
di Porta Romana

ASCOLI - Giovedì 28 giugno familiari, amici e quintanari ricorderanno il tamburino rossoazzurro con una messa a San Pietro Martire alle ore 18,30

29 giugno 2017 è la data che al Sestiere di Porta Romana nessuno vorrebbe ricordare, ma che tutti portano nel proprio cuore. Quel giorno morì Paolo Volponi, lasciando sgomenti nel dolore più profondo e inconsolabile i familiari, gli amici, i sestieranti rossoazzurri, tutto il popolo quintanaro, un’intera città.

Paolo Volponi

Paolo aveva solo 36 anni è fu ucciso da un infarto mentre si trovava sul posto di lavoro alla HP Composites. Venne soccorso e trasportato all’ospedale “Mazzoni” di Ascoli dove, nonostante il prodigarsi dei medici, cessò purtroppo di vivere poco dopo. Quelle del 2017 furono Quintane velate di lutto. Pochi giorni dopo la sua scomparsa vennero anche annullate le gare degli sbandieratori e musici che dovevano svolgersi in Piazza Arringo. Gare nelle quali Paolo, come faceva fin da bambino, era un protagonista. Lui, tamburino di Porta Romana, una delle “anime” del Sestiere dell’Unicorno. La sua immagine al Sestiere è presente ovunque, e a lui è stata intitolata la Taverna di Sestiere di cui fu uno dei principli promotori.

Nel primo anniversario della morte, Paolo Volponi sarà ricordato giovedì 28 giugno con una messa che sarà celebrata alle 18,30 nella chiesa di San Pietro Martire.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X