facebook rss

Una “talpa” in Procura,
ascolana finisce nei guai a Roma

ASCOLI - Simona Amadio è accusata di aver passato informazioni della Procura ad un imprenditore con presunti contatti con i clan camorristici

E’ finita agli arresti con l’accusa di essere una “talpa” a servizio di un imprenditore con presunti legami con clan camorristici. Si tratta di un’ascolana, Simona Amadio, cancelliere della Procura di Roma e residente nella Capitale, ma con ancora frequenti contatti in città. In manette è finito anche il compagno, un poliziotto del servizio scorte di Roma, insieme ad altri colleghi in divisa. La donna era stata candidata con la lista “Noi con Salvini” alle ultime elezioni comunali romane.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X