facebook rss

Il dubbio dell’Ascoli:
Candeloro o Bellini?
Trofeo Fair play: tifosi settimi

SERIE B - L’ingegnere abruzzese tornerà martedì 3 luglio per un nuovo incontro con l’avvocato Maria Cristina Celani, delegata dal patron a trattare. Lunedì si aprirà il mercato e le cose da fare sono tantissime. Fra due settimane raduno precampionato. Lanni potrebbe andare all’Avellino in cambio di Lezzerini

Francesco Candeloro (sopra) e Francesco Bellini (sotto)

di Bruno Ferretti

Il 30 giugno si chiude la stagione calcistica 2018-19 e con la scadenza delle iscrizioni si apre, di fatto, la nuova 2019-2020. L’Ascoli ha regolarizzato la sua posizione in Lega entro i termini stabiliti ed è stata presente all’assemblea con il suo legale Maria Cristina Celani. Quest’ultima è stata delegata dall’amministratore unico Bellini a portare avanti le trattative con l’imprenditore abruzzese Gilberto Candeloro, interessato all’acquisto dell’Ascoli Picchio. Un’intesa di massima c’è già ma ci sono ancora diversi aspetti da definire. E visto come è andata a finire con la Bricofer Italia, quando ormi sembrava tutto fatto, non ci si può meravigliare di niente. Candeloro, 59 anni, ingegnere, dovrebbe tornare ad Ascoli martedì prossimo 3 luglio, una settimana dopo il suo ultimo viaggio nel capoluogo piceno. Ovviamente incontrerà l’avvocato Celani che mantiene i contatti (telefonici e via mail) con il patron Bellini in Canada.

Candeloro, proprietario del Francavilla, squadra abruzzese di serie D, vuole acquistare l’Ascoli per fare un doppio salto in avanti. I tifosi bianconeri seguono con particolare attenzione e interesse gli sviluppi della trattativa. Il rapporto con Bellini, inizialmente considerato e trattato come un re, in quest’ultimo campionato si è deteriorato a tal punto che i cori inneggianti si sono trasformati in cori di aperta contestazione.

Vero è che l’Ascoli, per non ripetere le delusioni e le sofferenze degli ultimi tre campionati dovrà allestire una squadra più forte e competitiva, quindi al mercato c’è tanto da fare. Sia in entrata che in uscita. Mercato che si aprirà ufficialmente lunedì prossimo 2 luglio. Ogni giorno che passa è un giorno perso, ecco perché è importante definire quanto prima possibile l’assetto societario.

I tifosi della curva sud (Foto Edo)

L’Ascoli Picchio 1898 avrà davvero una nuova proprietà o andrà avanti con Francesco Bellini al timone ? E’ l’interrogativo che tiene banco fra i tifosi, in attesa di una risposta… certa. Il 14 luglio, ovvero fra due settimane, ci sarà il raduno precampionato e la partenza per il ritiro di Cascia. Per un motivo o per l’altro, non sono più calciatori del Picchio: Favilli, Pinto, D’Urso, Agazzi, Varela, Clemenza, Monachello, Cherubin e Kanoutè. In partenza anche Addae (richiesto in Qatar) e il portiere Lanni che potrebbe andare all’Avellino in cambio di Lezzerini.

PREMI DISCIPLINA E FAIR PLAY – La Lega di B ha reso note le classifiche finali Fair play e di disciplina stilate sulla base dei provvedimenti disciplinari adottati dal giudice sportivo. Nella classifica disciplina, relativa al comportamento dei calciatori in campo, al primo posto l’Empoli, seguito da Carpi e Virtus Entella. L’Ascoli è al 15esimo posto. La classifica Fair play (comportamento dei tifosi) è stata vinta dal Cittadella davanti a Parma ed Empoli; qui l’Ascoli si è piazzato settimo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X