facebook rss

Bandiere, tamburi e chiarine
hanno chiuso la tre giorni di festa

ASCOLI - In archivio l'edizione 2018 dei Campionati italiani giovanili che, per tre giorni, ha riversato 2.500 persone in città. Brivido per l'infortunio di uno sbandieratore: gara interrotta, ma poi è stato no stop fino alle premiazioni e all'abbraccio finale di centinaia di giovanissimi protagonisti. Un bel bronzo per Porta Maggiore

La premiazione della “coppia” ascolana Robert Alexa-Luca Brandozzi (Sestiere Porta Romana) campione d’Italia in terza fascia

di Andrea Ferretti

Un’organizzazione perfetta (quella dei sei Sestieri della Quintana) coordinata da Massimo Massetti nel doppio ruolo di presidente del Consiglio degli Anziani della Quintana e di vice presidente vicario della Federazione italiana sbandieratori (presente anche la presidente nazionale Antonella Palumbo di Cava de’Tirreni), un’altra giornata estiva, colori, suoni, applausi e festa per tutti. Si chiude così la tre giorni ascolana dei Campionati italiani giovanili sbandieratori e musici che va in archivio con la cerimonia di premiazione (diversi chili di medaglie consegnate) e il saluto alla città di Ascoli degli oltre duemila ospiti giunti da tutte le regioni d’Italia.

Tribuna affollata nonostante i 40 gradi

Mattinata anche col brivido quando un giovane sbandieratore della contrada San Luca di Ferrara si è infortunato. E’ stato soccorso e si è ripreso poco dopo, potendo quindi continuare l’esibizione insieme al resto del gruppo dal momento in cui si era interrotta. E allora sotto con le foto per gli 850 protagonisti: dai più “vecchi” di 16 anni fino a quelli così piccoli che sul campo di gara ce li hanno quasi accompagnati mamma e papà, con tamburi, chiarine e bandiere più grandi di loro.

Un plauso va senza dubbio e di nuovo rivolto alle decine di volontari dei Sestieri che hanno lavorato per tenere in ordine le due piazze dove si sono svolte le gare (Piazza Arringo e Piazza del Popolo).

Massimo Massetti e Antonella Palumbo della Fisb

La domenica si è aperta e chiusa a Piazza Arringo dove tutti i partecipanti, nonostante la temperatura vicina ai 40 gradi, hanno affollato la tribuna. la manifestazione è stata affidata anche stavolta allo speaker Mario La Rocca, voce ufficiale della Quintana che alle ore 13,21 ha salutato tutti gli intervenuti augurando loro un felice rientro nelle proprie città.

Per quanto riguarda le ultime classifiche, ottimo 3° posto per gli ascolani di Porta Maggiore nella specialità “piccola squadra” di terza fascia. Nella stessa gara, al 12° Porta Romana, 26° Piazzarola, 27° Porta Solestà, 28° Sant’Emidio, 29° Porta Tufilla. Nella graduatoria “musici piccola squadra” di terza fascia: 6° posto Porta Solestà, 8° Porta Maggiore, 17° Porta Tufilla, 18° Sant’Emidio.

Sopra l’infortunio allo sbandieratore della Contrada San Luca di Ferrara, soccorso dai volontari e dal personale della Croce Rossa, e sotto il ragazzo appena ristabilitosi (è il primo a destra) che continua l’esibizione insieme agli altri


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X